Il nuovo Primo Ministro dello Sri Lanka Ranil Wickremesinghe ha risposto alla domanda sulle relazioni con l’India | notizie dal mondo

Ranil Wickremesinghe, nei suoi primi commenti dopo aver prestato giuramento come il nuovo Primo ministro dello Sri Lanka Giovedì, ha affermato che le relazioni della nazione insulare con l’India sarebbero “molto migliori” rispetto al governo precedente. Wickremesinghe ha anche affermato di aver raccolto la sfida di far funzionare l’economia e di realizzarla.

Agenzia di stampa “Ho accettato la sfida di far ripartire l’economia e devo affrontarla” Ani Wickremesinghe avrebbe detto a Colombo.

Alla domanda sulle relazioni tra India e Sri Lanka, ha risposto: “Diventerà molto meglio”.

La sua dichiarazione arriva quando l’India ha affermato di non vedere l’ora di lavorare con il nuovo governo dello Sri Lanka che è stato istituito in conformità con i processi democratici e l’impegno di Nuova Delhi per il popolo della nazione insulare continuerà.

“L’impegno dell’India nei confronti del popolo dello Sri Lanka continuerà”, ha affermato l’Alto Commissariato in un tweet.

Il presidente Gotabaya Rajapaksa ha nominato Primo Ministro il 73enne leader del Partito Nazionale Unito dopo aver avuto discussioni a porte chiuse mercoledì.

Leggi anche | Chi è Ranil Wickremesinghe, il nuovo primo ministro dello Sri Lanka colpito dalla crisi | 10 punti

Lo Sri Lanka sta affrontando la peggiore crisi economica dall’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1948. Gli scontri sono scoppiati lunedì dopo che i sostenitori del governo hanno attaccato pacifici siti di protesta anti-governativa a Colombo e altrove, uccidendo almeno 8 persone e ferendone più di 200 nelle violenze.

Quando a Wickremesinghe è stato chiesto della protesta, ha detto: “Dovrebbero restare. Vogliamo che rimangano. Se vogliono parlare, sì”.

Wickremesinghe, che aveva servito quattro volte come Primo Ministro, è stato estromesso nell’ottobre 2018 dalla carica di Primo Ministro dall’allora presidente Maithripala Sirisena. Tuttavia, Sirisena lo ha reintegrato come Primo Ministro due mesi dopo.

READ  Putin afferma che i colloqui di pace con l'Ucraina sono giunti a un punto morto

“L’Alto Commissariato dell’India spera nella stabilità politica e non vede l’ora di lavorare con il governo dello Sri Lanka che è stato costituito in conformità con i processi democratici secondo il giuramento del Primo Ministro dello Sri Lanka, il signor RW_UNP”, ha affermato.

Nella sua prima reazione alla situazione in Sri Lanka dopo le dimissioni di Mahinda Rajapaksa da primo ministro, l’India ha dichiarato martedì che “sostiene pienamente” la democrazia, la stabilità e la ripresa economica nella nazione insulare.

“L’India sarà sempre guidata dai migliori interessi del popolo dello Sri Lanka che si esprimono attraverso processi democratici”, ha affermato a Nuova Delhi il portavoce del ministero degli Affari esteri, Arindam Bagshi.

“In linea con la politica di vicinato, solo quest’anno l’India ha fornito un sostegno per un valore di oltre 3,5 miliardi di dollari USA al popolo dello Sri Lanka per aiutarlo a superare le difficoltà attuali. Inoltre, il popolo indiano ha fornito assistenza per alleviare la carenza negli elementi essenziali come cibo e medicine”.

La peggiore crisi economica dello Sri Lanka ha scatenato proteste diffuse che chiedono riforme politiche e le dimissioni del presidente Gotabaya Rajapaksa. Il 1° aprile il presidente Rajapaksa ha imposto lo stato di emergenza, revocandolo cinque giorni dopo. Il governo ha ripristinato lo stato di emergenza il 6 maggio dopo che la polizia ha sparato gas lacrimogeni e arrestato gli studenti che protestavano vicino al Parlamento, che è stato rinviato al 17 maggio.

Sebbene le proteste siano state in gran parte pacifiche, il 19 aprile la polizia ha sparato a un manifestante, uccidendone uno, e in diverse occasioni ha usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua contro i manifestanti. Le autorità hanno effettuato numerosi arresti e imposto ripetutamente il coprifuoco.

READ  Ebrahim Raisi ha prestato giuramento come ottavo presidente dell'Iran | notizie di politica

La crisi politica è esplosa a fine marzo, quando le persone colpite da lunghe ore di blackout e carenze di base sono scese in piazza chiedendo le dimissioni del governo.

Il presidente Rajapaksa ha licenziato il suo governo e ha nominato un governo più piccolo in risposta alla richiesta di dimissioni. Finora è in corso da più di un mese una protesta davanti al suo Segretariato Generale.

Lunedì scorso, suo fratello Mahinda Rajapaksa si è dimesso da primo ministro per far posto al presidente di nominare un governo ad interim per tutti i partiti politici.

Mercoledì le autorità dello Sri Lanka hanno schierato truppe e veicoli militari nelle strade per garantire la sicurezza pubblica nella capitale nel mezzo delle proteste a livello nazionale per l’incapacità del governo di affrontare la peggiore crisi economica.

(con input da ANI e PTI)


Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Gli incendi dell’erba in fiamme a Colorado Springs corrono fino alle linee di recinzione degli alloggi
Next Post Il nuovo trailer di Mario Strikers mostra l’azione caotica del calcio