Il Museo di Storia Naturale identifica più di 500 nuove specie nel 2021 | Museo di Storia Naturale

Sei nuovi dinosauri, uno scarabeo indiano che prende il nome dal gatto Larry e dozzine di crostacei cruciali per il ciclo del carbonio del pianeta erano tra le 552 nuove specie identificate dagli scienziati in Museo di Storia Naturale quest’anno.

Nel 2021, i ricercatori hanno descritto specie precedentemente sconosciute attraverso l’albero della vita, da una coppia di dinosauri carnivori giganti noti come spinosauri – soprannominati “cacciatori lungo il fiume” e “airone” – a cinque nuovi serpenti che includono il cavaliere di Joseph, che è stato identificato Con l’aiuto di un dipinto di 185 anni.

Con i viaggi internazionali limitati ai siti sul campo, gli scienziati del museo con sede a Londra si sono concentrati sulla descrizione dei gruppi e delle specie esistenti che si aggiravano sulla Terra milioni di anni fa.

Due specie recenti di Spinosaurus sono state scoperte sull’isola di Wight, l'”airone” e il “cacciatore di sponde del fiume”. Fotografia: Anthony Hutchings

“È stato un grande anno per descrivere nuovi dinosauri, soprattutto dal Regno Unito”, ha affermato la dott.ssa Susanna Maidment, ricercatrice senior in paleobiologia presso il museo, che ha contribuito a descrivere alcune delle nuove scoperte. “Mentre conosciamo l’eredità dei dinosauri del Regno Unito da più di 150 anni, l’applicazione di nuove tecnologie e nuovi dati provenienti da tutto il mondo ci sta aiutando a scoprire la diversità nascosta dei dinosauri britannici”.

Gli spinosauri erano tra le quattro specie di dinosauri nel Regno Unito che i ricercatori hanno descritto insieme a un nuovo iguanodonzia con un naso insolito dell’isola di Wight, e Pendraig milnerae, il più antico dinosauro carnivoro conosciuto del Regno Unito.

Più della metà delle nuove specie identificate al museo quest’anno erano copepodi, minuscole creature simili a gamberetti che si trovano in acqua dolce e salata. Costituiscono una parte significativa dello zooplancton di cui si nutrono il krill e altri pesci e invertebrati e svolgono un ruolo vitale nell’ecologia del pianeta e nel ciclo del carbonio.

A causa della loro abbondanza, i copepodi sono tra i più grandi serbatoi di carbonio negli oceani. Gli scienziati hanno descritto 291 specie quest’anno, molte delle quali provenienti da un gruppo creato in sei decenni dai ricercatori francesi Claude e Francoise Moniot.

ha affermato il professor Jeff Boxall, un ricercatore del Dipartimento di scienze della vita del museo, che ha identificato i crostacei con il collega sudcoreano, Il-Hoi Kim.

“L’enorme collezione Monniot è stata messa a disposizione di Il-Hoi Kim e me, e poiché ci siamo recentemente ritirati, abbiamo teoricamente avuto il tempo di mostrarla finalmente. Tuttavia, la collezione era così vasta che era un po’ scoraggiante – ma poi è successo il Covid-19 ed è diventato Completa la serie di documenti del mio progetto per la chiusura.”

Impatiens versicolor, una nuova specie di gemma o erba appiccicosa, scoperta in Africa orientale nel 2021
Empatiens versicolor, un nuovo tipo di gemma o erba senza contatto, scoperta nell’Africa orientale. Fotografia: Eberhard Fischer

Altre specie appena identificate includevano 52 vespe, 13 falene, sette granchi, sei mosche e cinque bipodi. i coleotteri sono apparsi in modo massiccio, Come hanno fatto nel 2020, con una descrizione di 90 nuove specie. Tra questi c’erano una coppia di coleotteri metallici viola-verdi dall’India, un grande coleottero monocromatico dalla mascella accoppiata dalle Filippine e uno scarabeo amante delle paludi chiamato in onore di Larry the Cat, il topo di Downing Street.

Un nuovo grillo arbustivo del sud-est asiatico, famoso per il suo canto prima che l’animale fosse visto, è stato finalmente identificato come una specie trovata a Singapore – ora conosciuta come Mikopoda Simonodoi Un esemplare è nel museo dal 1984.

Sono state identificate cinque nuove specie di piante dall’Africa orientale: note come erbacce gioiello o non toccarmi, di solito producono delicati fiori rosa o bianchi, ad eccezione di alcune specie che hanno trasformato i fiori in rosso per attirare gli uccelli piuttosto che le farfalle per l’impollinazione .

Oltre alle piante, sono state identificate otto nuove specie di alghe, sei vermi parassiti e tre diatomee – alghe unicellulari.

scopri di più L’età della copertura per l’estinzione qui, e segui i giornalisti sulla biodiversità Phoebe Weston e Patrick Greenfield Su Twitter per le ultime notizie e funzionalità

READ  Il telescopio spaziale Hubble naviga silenziosamente in modalità provvisoria dopo che i tentativi di passare ai moduli di memoria di riserva falliscono • Log
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Niente neve per i Giochi di Pechino, l’uso della neve artificiale, il cambiamento climatico, quando ci sono le Olimpiadi?
Next Post Jennifer Garner ha quasi dato fuoco alla cucina nel suo video di cucina su Instagram