Il Museo d’Arte di Beirut è ancora in fase di ricostruzione un anno dopo l’esplosione

Più di un anno dopo l’esplosione del porto di Beirut, lavoratori e artisti stanno ancora riparando le rovine del Museo Sursock della città.

Il museo, gravemente danneggiato dall’esplosione del 4 agosto 2020, ha fornito a lungo un raro spazio pubblico e gratuito per l’arte in Libano. È rimasto aperto anche durante la guerra civile libanese del 1975-1990.

Arroccato sulle colline del quartiere di Ashrafieh vicino al porto di Beirut, il sessantenne Sursock era il cuore pulsante della comunità creativa di Beirut. Unico museo d’arte moderna del paese, ospita una collezione di opere d’arte libanesi risalenti alla fine del XIX secolo.

Un lavoratore cammina lungo il corridoio del Museo Sursock ancora in costruzione un anno dopo essere stato danneggiato dalla massiccia esplosione nel vicino porto, a Beirut, in Libano. Il gruppo artistico è stato duramente colpito. (Foto AP/Hussein Mulla)

Non solo l’esplosione ha danneggiato Sursock, ma ha solo danneggiato Sursock. Ha anche danneggiato diversi piccoli spazi d’arte indipendenti.

Ma per Sursock, il colpo è stato particolarmente duro. Questo perché nel 2015 il museo ha completato un progetto di miglioramento di quasi dieci anni.

Zina Arida è la direttrice del museo. Nel descrivere gli effetti dell’esplosione, ho usato il termine tirannia, che significa far avere a qualcuno troppe cose da affrontare.

“All’inizio eravamo immersi nella realtà e Smussatura disse Arida.

L’esplosione ha distrutto l’edificio a tre piani, ha rotto le finestre, ha tirato fuori le porte e ha distrutto tutto fino al quarto piano interrato.

Il gruppo artistico è stato duramente colpito. Almeno 57 dei 130 pezzi in esposizione sono stati danneggiati. Tra questi c’era un dipinto dell’artista olandese Kis von Dongen di Nicolas Sursock, da cui prende il nome il museo.

Le squadre hanno inizialmente trascorso tre mesi a ripulire polvere e sostanze chimiche in tutto il museo. Poi sono arrivate le riforme tecniche.

Un anno dopo, i costruttori hanno installato finestre, soffitti e porte e ora stanno aggiungendo divisori e luci.

Maya Al Husseini è l’artista che ha lavorato su vetro colorato Finestre durante il progetto di ricostruzione 2015. Ora sta lavorando alla ricostruzione delle finestre.

“È stato molto difficile per me vedere il mio lavoro per 30 anni sul campo e tornare a Sands… ma è importante ricostruire il museo”, ha detto Al-Husseini. “Ho dovuto tornare ai miei archivi per esplorare i miei progetti per riportarli a come erano.”

L’archivio è un luogo in cui vengono conservati i record.

Dopo l’esplosione, c’è stato un forte sostegno per aiutare a riportare in vita il museo.

Sursock è riuscita a raccogliere quasi l’80% del suo budget di riparazione di 3 milioni di dollari. I fondi provenivano dai governi francese e italiano, dalla Coalizione internazionale per la protezione del patrimonio nelle aree di conflitto, dall’UNESCO, da donatori privati ​​e da gruppi locali.

La raccolta fondi è un enorme successo per un paese alle prese con l’esplosione, le restrizioni del coronavirus e la crisi economica.

La crisi economica in Libano è stata una questione particolarmente difficile per il museo.

“Sono passati due anni, davvero sovraccaricatoe digita Sfide stiamo affrontando evolveredisse Arida. Prima dell’esplosione, ha dovuto ridurre i giorni lavorativi del museo per risparmiare denaro mentre l’economia crollava.

Il museo punta a riaprire nella primavera del 2022, anche se le condizioni economiche e di sicurezza restano imprevedibili. Nelle ultime settimane, il museo ha tenuto concerti e spettacoli di danza nel suo giardino.

L’esplosione ha spinto molti artisti a lasciare il Libano. Arida ha affermato che sono necessari nuovi programmi e finanziamenti per fornire lavoro a coloro che sono rimasti.

Dobbiamo ricostruire tutto sezione. Il museo senza le altre organizzazioni, senza… l’oceano eredità “Gli edifici non saranno mai gli stessi”, ha detto.

Sono John Russel.

Sarah al-Deeb e V. Abu al-Qasim hanno riportato questa storia all’Associated Press. John Russell lo ha adattato per imparare l’inglese. Brian Lane era l’editore.

_____________________________________________________________________

Le parole di questa storia

Smussatura – n. Ambito, distanza o area coperta, interessata da o incorporata in qualcosa

vetro colorato – n. Vetrate utilizzate per realizzare immagini e iscrizioni nelle finestre

sovraccaricato Stressante o stressante: ti fa sentire ansioso o ansioso

una sfida – n. compito o problema difficile

si è evoluto – Quinto. Sviluppare o sviluppare qualcosa, di solito nel tempo

sezione n. Un’area dell’economia: una parte dell’economia che include determinati tipi di lavoro

eredità – n. Tradizioni, conquiste, credenze, ecc., che fanno parte della storia di un gruppo o di una nazione – di solito individuale

READ  Riusciranno le giovani donne benestanti a salvare la ripresa economica della Cina?
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Margot Robbie e James Gunn sono grandi fan di “Love Island”
Next Post La leggenda del club dice che è ora che il 26enne lasci l’Arsenal