Il ministro del Bangladesh mette in guardia contro i prestiti alla Cina per la BRI, cita l’esempio dello Sri Lanka World News

Bangladesh Il ministro delle finanze Ahmed Mostafa Kamal ha avvertito che i paesi in via di sviluppo dovrebbero prendere in considerazione l’assunzione di più prestiti attraverso la Belt and Road Initiative cinese, poiché l’inflazione globale e il rallentamento della crescita aggiungono pressione sui mercati emergenti carichi di debiti.

In un’intervista al Financial Times, Kamal ha anche affermato che la Cina deve essere più rigorosa nella valutazione dei suoi prestiti tra le preoccupazioni che decisioni di prestito scadenti potrebbero spingere i paesi in difficoltà di debito. puntando a Sri Lanka“Qualunque sia la situazione”, ha affermato il ministro delle finanze, poiché i progetti infrastrutturali sostenuti dalla Cina che non sono riusciti a generare rendimenti hanno esacerbato una grave crisi economica. [that] Sta accadendo in tutto il mondo e tutti ci penseranno due volte per accettare questo progetto (BRI)”.

“Tutti incolpano la Cina. La Cina non può essere in disaccordo. È una loro responsabilità”, ha aggiunto.

Ha anche affermato che la crisi dello Sri Lanka ha evidenziato che la Cina non è stata abbastanza severa nel decidere quali progetti sostenere. Ha detto che aveva bisogno di “fare uno studio approfondito” prima di prestare il progetto. “Dopo lo Sri Lanka. . . Abbiamo sentito che le autorità cinesi non si preoccupano di questo particolare aspetto, che è molto importante”.

Il mese scorso, il Bangladesh è diventato l’ultimo paese asiatico a rivolgersi al Fondo monetario internazionale per il finanziamento dell’aumento dei prezzi delle materie prime dopo che la massiccia invasione russa dell’Ucraina ha colpito le sue riserve estere.

Il paese, che partecipa alla Belt and Road Initiative cinese, deve a Pechino circa 4 miliardi di dollari, ovvero il 6% del suo debito estero totale.

READ  1 miliardo di attacchi del vaccino COVID in tutto il mondo, ma più della metà di questi sono in soli 3 paesi | Notizie sulla pandemia di coronavirus

Kamal ha affermato che il Bangladesh sta anche cercando fino a 4 miliardi di dollari aggiuntivi in ​​totale da un gruppo di altri istituti di credito multilaterali e bilaterali, tra cui la Banca mondiale, la Banca asiatica di sviluppo, la Banca asiatica di investimento per le infrastrutture e l’Agenzia di cooperazione internazionale giapponese.

Ha aggiunto di essere ottimista sul fatto che lo stato avrebbe ottenuto prestiti da loro. I suoi commenti arrivano quando il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha visitato il Bangladesh nel fine settimana per incontri con funzionari tra cui il primo ministro Sheikh Hasina.

Lo Sri Lanka, che a maggio è andato in default sul suo debito sovrano, è in trattative con il Fondo monetario internazionale per un piano di salvataggio di emergenza. E il Pakistan, le cui riserve estere sono scese a sufficienza per un mese e mezzo delle importazioni, il mese scorso ha raggiunto un accordo iniziale con il fondo per rilasciare 1,3 miliardi di dollari come parte dell’attuale pacchetto di aiuti da 7 miliardi di dollari.

Il Bangladesh è stato duramente colpito da un’elevata bolletta delle importazioni di energia, con la carenza di carburante che ha causato interruzioni di corrente quotidiane per diverse ore. Anche le sue riserve estere sono scese a meno di $ 40 miliardi da oltre $ 45 miliardi di un anno fa. Tuttavia, gli analisti affermano che il robusto settore delle esportazioni del paese, in particolare il suo commercio di abbigliamento, lo ha aiutato a proteggerlo dai recenti shock globali e le sue riserve sono ancora sufficienti per quasi cinque mesi di importazioni, fornendo al paese un po’ di sollievo. Ciò significa che sebbene “tutti soffrono” [and] “Siamo anche sotto pressione”, ha detto Kamal, “il Bangladesh non correva lo stesso pericolo di insolvenza dello Sri Lanka”.


Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post L’Europa può resistere alla stagnazione invernale
Next Post Fancy Feast apre un ristorante italiano a New York City con piatti ispirati al nuovo cibo per gatti del marchio