Il lancio finale dell’anno di SpaceX è fissato per martedì all’inizio, tempo permettendo – Spaceflight Now

Un razzo Falcon 9 decolla dall’hangar SpaceX al Kennedy Space Center percorrendo un quarto di miglio lungo la rampa per la rampa di lancio 39A. Credito: SpaceX

Il 31° e ultimo lancio di Falcon 9 di SpaceX è previsto per il decollo all’inizio di martedì dal Kennedy Space Center della NASA, tempo permettendo, con la nave cargo Dragon che trasporta più di 6.500 libbre di rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale.

Con il volo imminente, la società di proprietà privata lancerà il suo nuovo razzo Falcon 9 Booster solo per la seconda volta in 31 missioni nel 2021. L’anno ha visto SpaceX volare per l’undicesima volta in una prima fase riutilizzabile, lanciare tre missioni con equipaggio e 989 Starlink navicella spaziale in linea , più della metà della flotta attiva della società di satelliti a banda larga.

Il lancio finale dell’anno di SpaceX, il 5 di questo mese, è previsto per le 5:07:08 EDT (1007:08 GMT) di martedì dalla piattaforma 39A del Kennedy Space Center.

Le squadre di terra hanno lanciato la piattaforma di lancio di 229 piedi (70 metri) nella piattaforma domenica, quindi hanno sollevato il missile perpendicolarmente alla piattaforma di lancio sulla piattaforma 39A. SpaceX deve ancora testare il razzo sulla piattaforma, il booster – designato B1069 – è nuovo di zecca e lanciato nel sito di test dell’azienda a McGregor, in Texas, dopo aver lasciato la sua fabbrica a Hawthorne, in California.

“È stato un anno record per SpaceX”, ha affermato Sarah Walker, direttore della gestione della missione Dragon presso SpaceX. “Questo è il nostro 31° e ultimo lancio del 2021, un passo avanti rispetto ai 26 lanci che abbiamo completato l’anno scorso”.

Ma le previsioni del tempo martedì mattina sono discutibili, con solo il 30% di possibilità di condizioni accettabili per la finestra di lancio immediata.

La frontiera che ha attraversato la Space Coast della Florida durante il fine settimana dovrebbe ritirarsi verso nord durante la notte, portando nell’area condizioni di vento e pioggia.

“Pioggia e mareggiate accompagneranno il fronte caldo per tutta la notte, insieme a nubi diffuse di medio e alto livello in tutta la regione prima del principale sistema di bassa pressione”, l’Ufficio di meteorologia per il lancio dal 45th Weather Squadron della US Space Force ha scritto lunedì. “Si prevede che le condizioni saranno meno che favorevoli per la finestra di lancio iniziale martedì mattina presto, con le principali preoccupazioni associate a questo tempo come base di nubi cumuliformi, base dello strato di nubi spesse e base del campo elettrico superficiale”.

SpaceX ha un’opportunità di lancio di backup alle 4:44 EDT (0944 GMT) di mercoledì, quando i meteorologi hanno previsto condizioni migliori al Kennedy Space Center. C’è una probabilità del 70% di bel tempo sul sito di lancio mercoledì mattina.

READ  Il ceppo Delta COVID è ora il ceppo dominante in tutto il mondo; Il numero delle vittime aumenta negli Stati Uniti - funzionari

Ma il team meteorologico prevede un rischio moderato di venti di livello superiore che superano gli standard di sicurezza per il missile Falcon 9 e un rischio significativo che i venti e le onde del mare possano essere al di fuori dei limiti di atterraggio per la prima fase a bordo della nave drone SpaceX “basta leggere il Istruzioni.”

La porzione della sua orbita della stazione spaziale impedirà i tentativi di lancio di giovedì e venerdì, il che significa che la prossima opportunità dopo mercoledì sarà il 25 dicembre, la mattina di Natale, secondo Joel Montalbano, responsabile del programma della stazione spaziale della NASA.

Se l’atterraggio del booster sulla nave drone avrà successo, sarà la centesima ripetizione del primo stadio del Falcon da quando sono iniziati gli atterraggi nel 2015.

“Per renderlo ancora più speciale, se le nuvole fossero una parte per noi e fossimo in grado di lanciarle (martedì), e ottenessimo indietro quella spinta, sarebbe anche l’anniversario del nostro primo atterraggio di booster”, Walker disse. Era il 21 dicembre 2015.

I tecnici di SpaceX e della NASA hanno caricato campioni di esperimenti sensibili al tempo nei frigoriferi a bordo della nave cargo Dragon lunedì in preparazione per un conto alla rovescia all’inizio di martedì.

Walker ha detto lunedì che i team non stanno lavorando su alcun problema tecnico prima del lancio, che segnerà anche la 31a e ultima missione orbitale che partirà dalla costa spaziale della Florida quest’anno.

Stabilirebbe anche un nuovo record per l’attività di lancio nello spazio al Florida Spaceport, uno degli oltre 30 voli orbitali lanciati dalla Cape Canaveral Space Force Station e dal Kennedy Space Center lo scorso anno. Il record dello scorso anno è stato il maggior numero di lanci orbitali dalla Space Coast in un anno dal 1966.

La navicella spaziale Cargo Dragon si trova in cima a un razzo Falcon 9 al Kennedy Space Center della NASA in Florida il 20 dicembre. Credito: Michael Cain / Spaceflight Now / Coldlife Photography

Supponendo un lancio puntuale martedì, la capsula Dragon dovrebbe attraccare al modulo Harmony della stazione spaziale intorno alle 4:30 EDT (0930 GMT) di mercoledì.

La nave cargo Dragon diretta alla stazione spaziale questa settimana consegnerà 6.590 libbre (2.989 chilogrammi) di forniture ed esperimenti, compreso l’imballaggio, all’equipaggio di sette persone del laboratorio.

L’equipaggio della stazione riceverà regali per le feste e un ricco banchetto all’interno della navicella Dragon.

“Ogni anno, facciamo del nostro meglio per inviare alcuni regali all’equipaggio”, ha detto Montalbano. “Non starò davanti a Babbo Natale e ti dirò cosa verrà inviato, ma riceveremo dei regali per l’equipaggio”.

Il pasto comprende tacchino, fagiolini, torta di frutta e frutti di mare affumicati.

La missione sarà il 24° volo di rifornimento di SpaceX alla stazione dal 2012 con contratti multimiliardari con la NASA.

READ  Anniversario Apollo 15: 50 anni fa, la NASA mise un'auto sulla luna

I dettagli del carico di carico sono i seguenti:

• 2.468 libbre (1.119 kg) di ricerche scientifiche
• Carico utile non compresso di 2.002 libbre (908 kg)
• 852 libbre (386 kg) di rifornimenti per l’equipaggio
• 724 libbre (328 kg) di equipaggiamento del veicolo
• 400 libbre (182 kg) di attrezzatura per passeggiate nello spazio
• 72 libbre (33 kg) di risorse del computer

La nave cargo Dragon consegnerà alla stazione quattro CubeSat sperimentali dai team del Kennedy Space Center, dell’Aerospace Corp., della Utah State University e della Georgia Tech. CubeSats verrà distribuito automaticamente al di fuori del pool il prossimo anno.

Gli esperimenti scientifici lanciati sulla stazione spaziale includono un’indagine dei Merck Research Laboratories che studia gli anticorpi monoclonali. L’obiettivo della ricerca in tale studio è analizzare la struttura e il comportamento di un anticorpo monoclonale utilizzato in un farmaco destinato a curare il cancro.

Un altro esperimento valuterà la perdita di protezione immunitaria per gli astronauti che volano nello spazio. Proctor & Gamble e la NASA hanno collaborato con un altro esperimento per testare le prestazioni di un nuovo detergente completamente biodegradabile chiamato Tide Infinity, un prodotto progettato specificamente per l’uso nello spazio.

Attualmente, gli astronauti sulla stazione spaziale indossano più volte un capo di abbigliamento e poi lo scartano. Ma gli equipaggi che volano sulla Luna e su Marte non avranno la stessa catena di approvvigionamento per le missioni cargo per supportarli.

La NASA afferma che Tide prevede di utilizzare il nuovo detergente per la pulizia per “sviluppare soluzioni per il bucato sostenibili e a basse risorse sulla Terra”.

Due piattaforme di ricerca del programma di test spaziali dell’esercito americano sono montate all’interno della scatola non pressurizzata della navicella spaziale Dragon. I due carichi utili, chiamati STP-H7 e STP-H8, verranno trasportati dalla navicella spaziale Dragon ai punti di montaggio all’esterno della stazione spaziale utilizzando il braccio robotico canadese del laboratorio.

Secondo la NASA, il pacchetto di carico utile STP-H7 sarà installato all’esterno del modulo Columbus Laboratory dell’Agenzia spaziale europea. STP-H8 sarà ospitato in una struttura scientifica all’aperto al di fuori del Kibo Laboratory giapponese.

Due strumenti meteorologici del Jet Propulsion Laboratory della NASA sono ospitati nell’STP-H8 Experiment Package.

Uno di questi, chiamato Compressed Ocean Wind Vector Radiometer, o COWVR, misurerà la direzione e la velocità dei venti sulla superficie dell’oceano. Il Temporal Storm and Tropical Systems Experiment, o TEMPEST, è uno strumento che esamina l’umidità atmosferica, secondo la NASA.

READ  La missione SpaceX Crew-1 ha battuto il record di longevità per i veicoli spaziali

Gli scienziati testeranno le prestazioni dei dispositivi nello spazio durante una missione iniziale di tre anni. Le misurazioni simultanee dei venti oceanici e dei profili del vapore acqueo atmosferico possono migliorare la previsione delle tempeste e i modelli meteorologici.

I membri del team scattano un’immagine con un radiometro vettoriale del vento oceanico al Jet Propulsion Laboratory della NASA. Credito: NASA/JPL-Caltech

Lo strumento COWVR è in sviluppo da un decennio. È stato originariamente progettato per volare su un satellite militare indipendente per sostituire uno strumento chiamato WindSat che raccoglie i dati del vento oceanico per il Dipartimento della Difesa.

WindSat si trova sul satellite militare Coriolis, che è in orbita dal 2003 e ha superato di gran lunga la sua vita utile.

Uno strumento a microonde come COWVR o WindSat misura i venti oceanici rilevando le emissioni di microonde naturali dalla superficie terrestre. I dati a microonde possono rivelare la velocità e la direzione del vento e sono utili in applicazioni come la previsione degli uragani e la propagazione marina.

La NASA ha collaborato con il Dipartimento della Difesa in un programma da 24 milioni di dollari per sviluppare una versione semplificata dello strumento WindSat di nuova generazione in grado di adattarsi a vincoli di massa e dimensioni inferiori. Il COWVR pesa 130 libbre (59 chilogrammi), circa otto la massa del WindSat, e riduce il numero di parti mobili necessarie per ruotare il sensore a microonde rotante e raccogliere dati.

Il nuovo strumento è stato riallocato dall’essere ospitato sul proprio satellite a un viaggio più economico verso la stazione spaziale.

“COWVR ha il potenziale distinto per essere un punto di svolta assoluto per i nostri utenti”, ha affermato Don Boucher, scienziato principale presso l’Office of Chief Architect presso Space Force. “È più facile da costruire, più facile da testare, il lasso di tempo per costruire lo strumento è inferiore, quindi puoi costruirne di più con la stessa quantità di denaro di un singolo radiometro convenzionale. E questo ha enormi implicazioni per la nostra catena di approvvigionamento”.

Il radiometro TEMPEST che vola a fianco del COWVR sarà sensibile a un diverso insieme di segnali a microonde che forniscono informazioni sull’umidità atmosferica. Lo strumento, delle dimensioni di una scatola di cereali, è un pezzo di ricambio avanzato del software CubeSat.

“TEMPEST porta in tavola la capacità di rilevare sia la quantità di umidità atmosferica che la sua distribuzione verticale”, ha affermato Steve Swadley, capo della calibrazione e verifica dei sensori a microonde presso il Naval Research Laboratory degli Stati Uniti a Monterey, in California. “Questo è importante sia per i modelli numerici che per caratterizzare l’umidità intorno ai cicloni tropicali”.

Invia una mail all’autore.

Segui Stephen Clark su Twitter: Tweet incorporato.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post 101 Grille apre al Seacoast United Sports Complex di Epping NH
Next Post Amy Duggar sembra adombrare Josh come un “Sociopatico” dopo il suo verdetto di colpevolezza