Il gruppo marittimo italiano ha citato in giudizio quattro gestori di proprietà

Il gruppo marittimo italiano Moby ha intentato una causa contro un gruppo di gestori di proprietà statunitensi ed europei a New York, sostenendo che il gruppo ha condotto una “campagna illegale” per sequestrarlo.

Il gruppo, che comprende Soundpoint Capital Management, Optier Capital, Blu-ray Asset Management e Chain Capital Management, è accusato di aver condotto una campagna di 20 mesi, secondo un comunicato stampa diffuso da Moby. Azienda.

Nel comunicato, Moby ha affermato che le società hanno presentato una petizione “non comprovata” per chiedere il fallimento arbitrario di Moby. È stato dichiarato inammissibile dal Tribunale Fallimentare di Milano. Il gruppo ha anche bloccato un potenziale accordo con una compagnia di navigazione danese, che avrebbe potuto generare entrate per 75 milioni di dollari.

Il gruppo ha presentato false accuse contro Moby e il suo management su come opera la società, che si è fatta un nome nel settore marittimo italiano.

Il gruppo di investitori, insieme ad altri, ca. Ha acquistato obbligazioni per un valore di $ 125,43 milioni per $ 37,6 milioni, garantite contro $ 900 milioni di attività di proprietà di Moby e della sua controllata. La società ha affermato di essere motivata a forzare l’acquisizione di una società del valore di $ 918 milioni per soli $ 37,6 milioni.

Moby ha affermato che la continua campagna condotta dal gruppo di investitori ha portato alla presentazione di una ristrutturazione sotto la supervisione del tribunale nel giugno 2020. Tuttavia, ha affermato che la ristrutturazione era effettivamente in corso da parte delle aziende.

Moby è quindi alla ricerca di centinaia di milioni di dollari di danni, oltre a danni punitivi a dipendenti, clienti e parti correlate per l’incertezza che ha creato.

READ  3° test India vs Inghilterra: Sunil Gavaskar scioccato dagli arbitri che chiedono a Rishabh Bandh di cambiare posizione di battuta | Notizie sul cricket

Tutti e quattro i gestori di proprietà si sono avvicinati Selettore CityWire Per un commento sul caso. Blu-ray AM e Sean hanno rifiutato di commentare una specifica questione aziendale, mentre le altre due società non hanno risposto al momento della pubblicazione.



Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post US Cup 2021: squadra ‘arrogante’ neozelandese contro Luna Rosa media italiani
Next Post La polizia italiana ha accusato un uomo algerino di coinvolgimento nell’attacco di Bataklan del 2015