Il grande giorno del “caos pingdemico” di Marte Boris Johnson per porre fine alle restrizioni Covid nel Regno Unito

La Gran Bretagna ha il settimo numero più alto di decessi per COVID-19 al mondo (file).

Londra:

La “Giornata della libertà” del primo ministro Boris Johnson, che ha posto fine a più di un anno di restrizioni di blocco COVID-19 in Inghilterra, è stata segnata lunedì da un’ondata di infezioni, avvisi di carenza di negozi e autoisolamento forzato.

La scommessa di Johnson di poter riaccendere una delle più grandi economie europee perché così tante persone vengono vaccinate ora segna un nuovo capitolo nella risposta globale al coronavirus.

Se i vaccini si dimostreranno efficaci nel ridurre malattie gravi e decessi anche quando le infezioni raggiungono livelli record, la decisione di Johnson potrebbe fornire una via d’uscita dalla peggiore crisi di salute pubblica degli ultimi decenni. In caso contrario, potrebbero esserci ulteriori chiusure all’orizzonte.

Ma il grande giorno di Johnson è stato segnato dal “caos epidemico” quando un’app del SSN ha ordinato a centinaia di migliaia di persone di autoisolarsi, portando ad avvertimenti che gli scaffali dei negozi potrebbero presto essere svuotati.

“Se non lo facciamo ora dobbiamo chiederci, quando lo faremo?” Johnson ha detto poche ore dopo essere stato costretto ad abbandonare un piano per evitare un requisito di quarantena di 10 giorni per se stesso e il ministro delle finanze Rishi Sunak.

“Questo è il momento giusto ma dobbiamo farlo con cautela. Dobbiamo ricordare che purtroppo questo virus è ancora in giro”.

La Gran Bretagna ha il settimo numero di morti più alto al mondo, 128.708, e si prevede che il numero di nuove infezioni ogni giorno sarà presto superiore al culmine della seconda ondata di virus all’inizio di quest’anno. Domenica ci sono stati 48.161 nuovi casi.

READ  Non consentire la partenza della nave: l'Egitto cerca di risolvere il blocco del Canale di Suez | notizie dal mondo

Ma, superando in numero i loro coetanei europei, l’87% della popolazione adulta in Gran Bretagna ha ricevuto una singola dose di vaccinazione e oltre il 68% ha ricevuto le due dosi che forniscono una protezione completa. I decessi giornalieri, attualmente circa 40 al giorno, sono solo una frazione del picco di oltre 1.800 casi a gennaio.

Giornata della Libertà?

Da mezzanotte, le leggi inglesi che richiedono l’uso di maschere nei negozi e in altri spazi interni sono decadute, insieme ai limiti di capacità nei pub e nei ristoranti e alle regole che limitano il numero di persone che possono socializzare.

Johnson sta fissando restrizioni per COVID-19 in Inghilterra, con i dipartimenti delegati in Scozia, Galles e Irlanda del Nord che stabiliscono le proprie politiche.

Mentre le aziende in tutta l’Inghilterra affrontano una carenza di lavoratori a causa dell’app del NHS che fa pressione sulle persone e dice loro di isolarsi, i supermercati hanno avvertito che stanno affrontando pressioni.

“È un problema importante in ogni settore in questo momento”, ha affermato Steve Rowe, CEO di Marks & Spencer. “I nostri casi di COVID raddoppiano all’incirca ogni settimana e il livello di test dei contatti è di circa tre a un caso di COVID, quindi vediamo che aumenta esponenzialmente”.

“Se c’è una carenza, dovremo gestirla modificando gli orari del negozio, riducendo l’orario di lavoro. L’industria vedrà il dolore nella catena di approvvigionamento, perché la logistica è comunque ristretta per essere efficiente. “

La società britannica appare divisa sulle restrizioni: alcuni vogliono che le regole rigide continuino perché temono che il virus continuerà a uccidere persone e a travolgere gli ospedali, ma altri sono allarmati dalle restrizioni più dure nella storia del tempo di pace.

READ  Il ritiro degli Stati Uniti e della NATO dall'Afghanistan solleva "enormi preoccupazioni" per l'India: esperti

Johnson ha affrontato la protesta domenica quando lui e il ministro delle finanze Sunak hanno cercato di evitare la quarantena con uno schema speciale per i ministri e i dipendenti pubblici. Ora sarà isolato nella sua casa di Checkers dopo che il ministro della Sanità Sajid Javid è risultato positivo.

All’alba su Londra, i club hanno ballato tutta la notte in uno dei primi eventi di musica dal vivo gratuiti dall’inizio della pandemia lo scorso anno.

“Non mi è stato permesso di ballare come sembra per sempre”, ha detto Georgia Pike, 31 anni, all’Oval Space di Hackney, a est di Londra. “Voglio ballare, voglio ascoltare musica dal vivo, voglio essere a una festa e stare con altre persone”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Pellegrini scalano il Monte Arafat al culmine dell’era infettiva Hajj
Next Post I ricercatori della UC Berkeley scoprono sequenze di DNA uniche