Il governo italiano propone Panetta alla carica di prossimo presidente della Banca d’Italia

  • L’attuale governatore, Fiesco, andrà in pensione a novembre
  • Banetta è visto come un piccione da soldi, come Fiesco
  • La nomina lascerà un posto vacante nel comitato esecutivo della Banca centrale europea
  • Cipollone rischia di passare dalla Banca d’Italia alla Banca Centrale Europea

ROMA, 27 giugno (Reuters) – Il governo italiano ha proposto la nomina di Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, a prossimo governatore della Banca d’Italia. Lo hanno riferito martedì due fonti governative.

Le fonti affermano che l’attuale governatore, Ignazio Fiesco, resterà in carica fino alla scadenza del suo mandato a fine ottobre.

Il governo svolge un ruolo chiave nella nomina del capo della Banca d’Italia secondo una complessa procedura che richiede la consultazione del principale organo interno della banca centrale e l’approvazione del capo dello Stato.

Una terza fonte vicina alla questione ha detto che la nomina di Panetta è stata approvata dal Consiglio Supremo della Banca d’Italia la scorsa settimana.

Panetta, 63 anni, ha trascorso più di tre decenni alla banca centrale italiana ed è stato vice governatore sotto Fiesco prima di essere promosso al consiglio della Banca centrale europea a Francoforte all’inizio del 2020.

Era ampiamente previsto che sostituisse Fiesco, anche se il suo mandato al Francoforte non terminerà fino alla fine del 2027.

È visto come una colomba contante, simile a Fiesco, che è governatore dal 2011.

La mossa di Panetta aprirebbe un posto nel Consiglio direttivo a 6 membri della Banca centrale europea, che ha sempre incluso i rappresentanti delle tre maggiori economie della zona euro – Germania, Francia e Italia – anche se non vi è alcuna regola che dica che ciò debba accadere.

Un portavoce della Banca centrale europea ha rifiutato di commentare.

La terza fonte ha affermato che Piero Cipollone, che siede nel consiglio esecutivo della Banca d’Italia composto da cinque membri, è stato il favorito per sostituire Panetta a Francoforte.

Cipollone, che è entrato a far parte della Banca d’Italia nel 1993, ha lavorato anche presso la Banca mondiale ed è stato consigliere economico dell’ex primo ministro italiano Giuseppe Conte nel 2018-2019.

I governatori della Banca d’Italia svolgono un ruolo influente nella gestione economica del Paese e alcuni sono passati a posizioni più elevate.

Carlo Azeglio Ciampi è diventato primo ministro e poi presidente negli anni ’90 dopo aver lasciato la banca centrale, mentre Mario Draghi è diventato presidente della Banca centrale europea e poi primo ministro fino allo scorso anno.

Panetta ha rifiutato un’offerta nel 2022 per servire come ministro delle finanze nel nuovo governo di destra del primo ministro Georgia Meloni, ma è riuscita a mantenere buoni rapporti con la sua amministrazione.

Segnalazioni aggiuntive di Giuseppe Fonte, Angelo Amante e Gavin Jones a Roma, e Corni Palazzos a Francoforte segnalazioni aggiuntive; Scritto da Crispian Palmer; Montaggio di Sandra Mahler

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  I comuni italiani possono scoprire gratuitamente quanto dista la loro cerchia

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *