Il Global Hunger Index classifica l’India 101 su 116 paesi

Solo 15 paesi sono peggio dell’India.

Il Global Hunger Index lanciato giovedì ha classificato l’India al 101° posto su un totale di 116 paesi. L’India è anche tra i 31 paesi in cui la fame è stata identificata come grave. L’India si è classificata 94 su 107 paesi nel Global Hunger Index (GHI) pubblicato lo scorso anno.

Solo 15 paesi sono peggio dell’India. Questi includono Papua Nuova Guinea (102), Afghanistan (103), Nigeria (103), Congo (105), Mozambico (106), Sierra Leone (106), Timor Est (108), Haiti (109) e Liberia (110 ). ), Madagascar (111), Repubblica democratica del Congo (112), Ciad (113), Repubblica centrafricana (114), Yemen (115) e Somalia (116).

L’India era anche dietro la maggior parte dei paesi vicini. Il Pakistan si è classificato 92, il Nepal 76 e il Bangladesh 76.

Le attuali proiezioni basate sull’Indice Globale della Fame (GHI) mostrano che il mondo nel suo insieme, e in particolare 47 paesi, non riuscirà a raggiungere un livello di fame basso entro il 2030.

L’indice tiene traccia degli indicatori chiave utilizzati per misurare i progressi verso la fine della fame entro il 2030 a livello nazionale, regionale e globale. Sulla base dei valori dei quattro indicatori – denutrizione, deperimento infantile, arresto della crescita infantile e mortalità infantile – il World Health Index identifica la fame su una scala di 100, dove zero è il miglior risultato possibile (nessuna fame) e 100 è il peggio. Il punteggio di GHI di ogni paese è valutato in base alla gravità, da basso a molto allarmante.

La Somalia ha il più alto livello di fame secondo la classificazione GHI 2021 – un punteggio GHI di 50,8 è considerato estremamente allarmante, preceduto da cinque paesi con livelli di fame allarmanti – Repubblica Centrafricana, Ciad, Repubblica Democratica del Congo, Madagascar e Yemen – e 31 paesi con gravi livelli di fame.

Sebbene i risultati del World Health Index mostrino che la fame nel mondo è in calo dal 2000, i progressi stanno rallentando. Mentre il punteggio di GHI mondiale è diminuito di 4,7 punti, da 25,1 a 20,4, tra il 2006 e il 2012, è sceso di soli 2,5 punti dal 2012. Dopo decenni di declino, la prevalenza globale della denutrizione – uno dei quattro indicatori utilizzati per calcolare i punteggi di GHI – sta crescendo aumenta. Questo cambiamento potrebbe essere un presagio di battute d’arresto in altre misure della fame”, afferma il rapporto.

READ  La Cina sospende il "meccanismo del dialogo economico" con l'Australia
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Jesse Nelson mette in guardia Little Mix sul “blackfishing” prima di lasciare la band senza dirglielo
Next Post Xbox Series X/S sta vendendo quattro volte più velocemente di Xbox One in Giappone