Il fondatore di Amedeo DeAngelis manca l’attacco precedente e il fondatore di Amedeo

calcio

Scritto da Tim Peller

Raleigh, Carolina del Nord — Dick DeAngeles, l’ex giocatore di calcio della NC State e nuovo assistente allenatore di calcio che ha scritto la storia dell’atletica della NC State sulle pareti del ristorante italiano di Amedeo sul West Rally Boulevard, è morto mercoledì, due giorni dopo il suo ricovero. Aveva 85 anni.

Nato a Reading, in Pennsylvania, DeAngelis è stato nella prima classe di reclutamento per il capo allenatore di calcio Wolfpack e il collega nativo della Pennsylvania Earl Edwards, che è stato assunto per creare un programma di calcio di Raleigh di successo.

In tre anni, con il lineman offensivo DeAngelis che bloccava i backstop Dick Christie e Dick Hunter e una delle migliori difese nella storia della scuola, Wolfpack ha vinto il suo primo campionato di calcio della Atlantic Coast Conference, conquistando il titolo del 1957 nell’ultimo giorno della stagione con un 29- 26 sulla Carolina del Sud.

Dopo un breve periodo come allenatore di calcio, anche come assistente volontario della squadra delle matricole dello stato della Carolina del Nord nei primi anni ’60, DeAngelis ha seguito le orme dei suoi genitori nel settore della ristorazione, aprendo un ristorante da 12 posti in un nuovo centro commerciale del Western District . Una strada a un miglio e mezzo dal campus principale del North Carolina. Suo fratello minore Lu, che giocava anche lui per la squadra Wolfpack, si unì all’azienda di famiglia. Il ristorante originale si è ampliato nel corso degli anni e ha servito due volte località satellite a nord di Raleigh.

READ  Sassuolo vs. Pronostici Torino, pronostici, anteprime, come guardare, in diretta: pronostici Serie A per il 17 settembre

Le ricette tradizionali utilizzate ad Amedeo sono state tramandate principalmente dalla madre e dalla nonna di DeAngelis e, dopo la morte del padre, ha trasferito sua madre a Raleigh per preparare la cheesecake per il ristorante.

In quasi sei decenni, Amedeo ha stabilito una reputazione nazionale per l’autentico cibo italiano, con una sala da pranzo a servizio completo decorata con foto, cimeli e cimeli dello stato della Carolina del Nord. Con l’aiuto della sua famiglia, DeAngelis ha avuto modo di conoscere tutti coloro che sono associati all’atletica in North Carolina.

“Il suo ristorante è praticamente un santuario per tutto ciò che è Wolfpack”, ha affermato l’ex CEO del Wolfpack Club e attuale assistente speciale del direttore dell’atletica. Bobby Purcell. “Quando ero un allenatore di calcio andavamo lì dopo l’allenamento per mangiare e lui era sempre lì per raccontare storie e parlare di calcio”.

Sebbene fosse un notevole giocatore di football con Wolfpack – lui, Hunter e Christie furono i primi giocatori della NC State selezionati per il North and Southern Football All-Star Game dopo la stagione 1957 a Miami – Dietglis insistette sul riconoscimento per i risultati. Da tutti gli atletica statale della Carolina del Nord, dal calcio al basket maschile e femminile, al baseball, a tutti gli altri sport olimpici.

Amedeo ha un’ampia sezione dedicata all’allenatore di basket femminile della Hall of Fame Kai Yu, una stanza laterale designata come nascondiglio del baseball e cabine che celebrano le star dello sport Wolfpack come il co-direttore dell’atletica Frank Whedon, l’allenatore di tifo Kathy Bucky e vari annunciatori radiofonici e televisivi.

È sempre stato fedele a coloro che condividono la sua eredità italiana, in particolare l’allenatore di basket maschile Jim Valfano, allenatore di wrestling Bob Gozo e l’allenatore di calcio Chuck Amato.

READ  Medvedev, Tsitsipas prenotano i posti per le finali ATP

La famiglia DeAngelis ha ospitato Amato e suo fratello maggiore Rosario quando sono arrivati ​​per la prima volta a Raleigh da Easton, in Pennsylvania, per suonare per Edwards. Rosie Amato, il fratello maggiore di Chuck e un tempo uomo offensivo del gruppo, ha comprato la prima pizza di Amedeo.

Durante la sua carriera in Arizona e Florida, Amato è rimasto vicino a DeAngelis e spesso ha portato celebrità sportive al ristorante. Il leggendario allenatore della Florida State, Bobby Bowden, consegnava le lasagne amedeo nella sua stanza d’albergo ogni volta che i Seminoles giocavano nel triangolo.

DeAngelis, nato il 3 maggio 1936, è stato un benefattore per tutta la vita del Wolfpack Club e ha partecipato al programma per tutta la vita. Quando è andato in pensione nel 2010, ha venduto una quota di controllo del ristorante, anche se la sua famiglia è rimasta coinvolta nella gestione e nell’arredamento con cimeli.

I dettagli del funerale non sono ancora finiti.

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il fossile bloccato nell’ambra di 100 milioni di anni è il più antico “vero granchio” mai scoperto
Next Post Il senatore della Pennsylvania che ha sconfitto il cancro al seno ora vuole aiutare altre donne