Il Consiglio per l’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti esamina i progressi nell’attuazione della politica e amplia la transizione alla circolare – Notizie

I membri hanno esplorato una proposta per lanciare un incubatore di innovazione dell’economia circolare in collaborazione con l’Intesa Sanpaolo Innovation Center dall’Italia.

Martedì il Consiglio per l’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti ha tenuto la sua seconda riunione per il 2021. I membri del Consiglio hanno esaminato i progressi compiuti finora nell’attuazione della politica di economia circolare degli Emirati Arabi Uniti 2021-2031 e hanno evidenziato le iniziative del settore pubblico e privato per far progredire la generalizzazione degli Emirati Arabi Uniti.

Il dott. Abdullah Belhaif Al Nuaimi, ministro dei cambiamenti climatici e dell’ambiente e presidente del Consiglio dell’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato: “L’economia circolare è parte integrante della trasformazione globale verso un’economia verde che supporti la crescita sostenibile. Gli Emirati Arabi Uniti hanno iniziato la transizione a un’economia verde e ha incorporato i suoi principi nelle strategie esistenti. Per far progredire gli sforzi in questo settore, la politica sull’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti 2021-2031 è stata approvata all’inizio di quest’anno come quadro che delinea l’approccio ottimale per sostenere la transizione verso un’economia circolare, e il Consiglio per l’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti è stato formato per supervisionare l’integrazione circolare tra i settori”.

Ha aggiunto: “A seguito dei risultati del nostro primo incontro, il team ha sviluppato in modo significativo molteplici programmi e iniziative che supportano l’attuazione della politica di economia circolare degli Emirati Arabi Uniti.

Il Consiglio ha scelto Abdullah bin Touq Al Marri, ministro dell’Economia, per presiedere il comitato di esperti che è stato preparato per elaborare un piano per attuare la politica dell’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti e i relativi programmi e iniziative. Per informare e guidare i nostri prossimi passi e con il continuo supporto dei miei colleghi del Consiglio e del Centro federale per la competitività e le statistiche, stiamo attualmente progettando una serie di indicatori chiave di prestazione per l’economia circolare che misureranno i progressi verso il raggiungimento delle priorità degli Emirati Arabi Uniti delineato nella politica. “

READ  FirstFT: le notizie più importanti di oggi | Financial Times

Inoltre, i membri hanno esplorato una proposta per lanciare un incubatore di innovazione dell’economia circolare in collaborazione con l’Intesa Sanpaolo Innovation Center dall’Italia. L’incubatore contribuirà a creare un ecosistema per sfruttare il pieno potenziale dell’innovazione tecnologica nell’economia circolare fungendo da hub dedicato per le parti interessate del governo, del settore privato, del mondo accademico e delle reti di innovazione, nonché delle startup per sviluppare soluzioni innovative per l’economia circolare economia e promuovere l’imprenditorialità in questo campo.

Al-Marri ha dichiarato: “Per più di un decennio, il settore privato ha investito bene nell’economia circolare. Come governo, è nostro ruolo lavorare con i nostri partner del settore privato per amplificare lo slancio. Per abbracciare la produzione e il consumo sostenibili, dobbiamo avvicinarci a un’economia circolare, alla rigenerazione e agire in modo sostenibile per garantire il benessere delle generazioni presenti e future. Il passaggio a un’economia circolare consentirà agli Emirati Arabi Uniti di sbloccare nuove opportunità economiche sostenibili e garantire che il nostro Paese sia più forte, più resiliente e prospero in futuro”.

Al Marri presiederà il Comitato di esperti del Consiglio dell’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti incaricato di sviluppare il meccanismo per l’attuazione della politica dell’economia circolare degli Emirati Arabi Uniti, allineando gli sforzi nazionali con i requisiti politici, promuovendo partenariati pubblico-privato in progetti e iniziative correlati e facendo avanzare la ruota della leadership . Sviluppare studi e ricerche scientifiche pertinenti. Inoltre, il comitato presenterà al Consiglio una relazione trimestrale sullo stato di avanzamento.

Da parte sua, il dott. Abdullah Al-Mahri, direttore degli investimenti e della gestione delle parti interessate presso il Ministero dell’industria e della tecnologia avanzata, ha informato il consiglio sul processo da 300 miliardi di dollari volto a sviluppare il settore industriale negli Emirati Arabi Uniti e a rafforzare il suo ruolo nello stimolare la economia nazionale facendo avanzare l’economia nazionale. Il contributo del settore industriale al PIL da 133 miliardi di dirham a 300 miliardi di dirham entro il 2031.

READ  Le sette maggiori economie del mondo hanno deciso di interrompere il finanziamento del carbone entro la fine dell'anno

Inoltre, Saif Ghobash Al Marri, direttore del dipartimento degli affari dei trasporti terrestri presso il Ministero dell’energia e delle infrastrutture, ha fornito una panoramica della strategia nazionale di mobilità intelligente che aiuterà gli Emirati Arabi Uniti ad espandere le soluzioni e i servizi di mobilità intelligente e renderli più rispettosi del clima.

Mohamed Al Jawi, Senior Director of Environment and Waste Management di EGA, ha spiegato le migliori pratiche di economia circolare dell’azienda in linea con il suo impegno a non scaricare i rifiuti trattati nelle discariche.

Ha evidenziato l’approccio di EGA alla riduzione del rivestimento dei vasi esausto (SPL) – il più grande flusso di sottoprodotti nella fusione dell’alluminio, lavorando a stretto contatto con le società cementizie degli Emirati Arabi Uniti per utilizzare le capacità di SPL per sostituire alcuni dei combustibili e dei refrattari richiesti nella produzione del cemento. .

L’agenda dell’incontro includeva anche un aggiornamento globale dell’iniziativa Scale360 di Antonia Gowell, Head of Circular Economy and Innovation al World Economic Forum. Ha inoltre evidenziato l’importanza dei social media nel sensibilizzare l’opinione pubblica sulla produzione e il consumo sostenibili per aumentare il contributo delle società nella transizione verso un’economia circolare. – Siete

Reporter del personale



Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Rose McGowan chiama Oprah Winfrey un falso perché viene
Next Post I 2 HR di Chapman aiutano i primi Tigers di A a vincere 3-3 di fila