Il CMO afferma che il vaiolo delle scimmie non è una malattia a trasmissione sessuale

La dottoressa Jacqueline Bisasur-McKenzie, Chief Medical Officer (CMO), afferma che il vaiolo delle scimmie non è una malattia a trasmissione sessuale, ma piuttosto un virus trasmesso attraverso un incontro ravvicinato.

In effetti, CMO avverte i partecipanti alla festa di stare attenti ed evitare contatti ravvicinati con altri avventori, a causa della facilità di trasmissione attraverso una stretta interazione.

La rivelazione e il successivo avvertimento di Bisasur McKenzie sono arrivati ​​sulla scia di alcuni casi di vaiolo delle scimmie all’estero che sono stati identificati in persone impegnate in determinate pratiche sessuali.

In risposta a una domanda sul comportamento sessuale L’uomo risultato positivo a Clarendon Era oggetto di indagine e il chief marketing officer ha spiegato che mentre gli scienziati stavano studiando se il virus fosse stato trasmesso attraverso i fluidi sessuali, non c’era ancora conferma di ciò.

“Prima di tutto, il vaiolo delle scimmie non è una malattia a trasmissione sessuale. Le lesioni e le eruzioni cutanee possono essere localizzate in qualsiasi parte del corpo, compresi i genitali. Pertanto, si diffonderanno attraverso stretti contatti personali”, ha detto.

“Tuttavia, noi e gli scienziati di tutto il mondo abbiamo notato questo collegamento e, ovviamente, stanno studiando questo collegamento per vedere se esiste una trasmissione effettiva attraverso i fluidi sessuali. Tuttavia, non abbiamo ancora avuto alcuna conferma di ciò, ” ha osservato Bisasur Mackenzie.

Tuttavia, ha sottolineato, è possibile che uno stretto contatto sessuale con l’eruzione cutanea possa trasmettere il virus ad altri.

“…Ma i contatti stretti, compreso il contatto sessuale, che sappiamo tutti essere stretti, trasmetteranno malattie se hai le vescicole.

“Quindi, vorrei rassicurare il pubblico sul fatto che questa non è una malattia a trasmissione sessuale. È una trasmissione attraverso uno stretto contatto che può avvenire in qualsiasi tipo di incontro ravvicinato”, ha affermato il responsabile del marketing.

READ  L'Oklahoma ha segnalato più di 1.200 nuovi casi di COVID-19

Riguardo all’eventuale indagine sulla storia sessuale dell’uomo risultato positivo al vaiolo delle scimmie a Clarendon, ha risposto osservando che “la storia sessuale è la parte della storia medica che ogni medico prende per raccogliere la sua storia e, naturalmente, quando conduce la salute pubblica indagini, alleghiamo Prestiamo particolare attenzione a raccogliere la nostra storia e ci assicuriamo che tutte le nostre basi siano coperte.

Rivolgendosi ai frequentatori di feste e alle persone in attesa di attività divertenti quest’estate, Bisasor-McKenzie ha consigliato loro di attenersi ai protocolli COVID-19 per evitare di contrarre il vaiolo delle scimmie.

“Quindi, per tutti coloro che hanno intenzione di andare lì e festeggiare, spero che lo tengano a mente: questo stretto contatto è ancora qualcosa da evitare e usa le tue precauzioni: indossa maschere, disinfetta (e) lavati spesso le mani per prevenire il contatto”.

Ha anche invitato le persone a rimanere a casa e smettere di avventurarsi in tali eventi non appena sono comparsi i sintomi del vaiolo delle scimmie, comprese lesioni sul viso, febbre, dolori muscolari e brividi.

“Una volta che ti rendi conto che stai iniziando ad avere un’eruzione cutanea, c’è la possibilità che il vaiolo delle scimmie,[e]un motivo in più per rimanere a casa”, ha ammonito Bessaur McKenzie.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Superstar europee che si sono trasferite alla MLS nel 2022 – NBC Connecticut
Next Post Il cast di One Tree Hill sostiene Bevin Prince dopo la morte del marito