I turisti tornano a New York, ma la paura del crimine può tenere lontani gli escursionisti

Federico Lilly, stanco di stare a casa a Bologna, in Italia, ha deciso a gennaio di prenotare un viaggio estivo a New York City con i suoi figli, cugino e la moglie del cugino. È già stato in città cinque volte, ma Lily voleva presentare la sua famiglia alla Grande Mela.

Martedì, Lellis ha fatto colazione al Dunkin Donuts a Times Square, assaggiando per la prima volta la tipica pasta fritta della catena. Quindi dirigiti in centro per visitare Wall Street, Chinatown e Little Italy prima di cercare destinazioni più sconosciute.

“Volevamo riavere un po’ di libertà e perché non venire a New York”, ha detto Lilly. “Sapevamo che quando abbiamo prenotato il volo c’era qualche rischio di cancellazione e cose del genere, ma perché non correre il rischio.”

Oggi, milioni di persone come Lilly hanno deciso di seguire la stessa strada e, in segno di speranza per l’economia della città, il turismo a New York City sta riprendendo molto più forte del previsto.

L’occupazione dell’hotel è stata raggiunta nella settimana che inizia il 25 giugno 87% dei livelli pre-pandemici, il più alto di tutti i principali mercati del paese, secondo STR, che tiene traccia di viaggi e turismo. Le tariffe delle camere per la settimana erano in media di $ 309 a notte, più alte di qualsiasi altro mercato statunitense al di fuori delle Hawaii e delle Florida Keys.

Times Square vede una media di 300.000 visitatori al giorno, non lontano da una media di 365.000 al giorno nel 2019. In una domenica di giugno, ha avuto più di 400.000 visitatori, appena sopra la folla del 2019 lo stesso giorno.

READ  Vertice del G20: garantire vaccini per tutti è essenziale per la ripresa economica, afferma FM Sitharaman

Di conseguenza, NYC & Company, il braccio turistico della città, ha alzato le sue previsioni il mese scorso, prevedendo che il numero di visitatori quest’anno supererà la precedente previsione di 56 milioni (rispetto ai soli 33 milioni del 2021). New York City ha stabilito un record per i turisti nel 2019, con poco più di 66 milioni di visitatori nell’anno prima della pandemia.

Questo inaspettato boom turistico estivo ha fornito un’ancora di salvezza agli hotel devastati dalla chiusura della pandemia. Anche alcuni ristoranti nelle zone turistiche sopravvissute negli ultimi due anni hanno registrato un forte aumento degli affari.

“I viaggiatori stanno iniziando a tornare a New York e arrivano da molto lontano”, ha detto la scorsa settimana Fred Dixon, CEO di New York & Company, in un forum ospitato dal Center for the Urban Future. “C’è un’enorme quantità di domanda repressa sia a livello nazionale che internazionale tra le persone che non hanno potuto viaggiare”.

Times Square martedì 4 luglio 2022.

Hiram Alejandro Duran / Città

Il desiderio di viaggiare di turisti nazionali e internazionali come Lellis sfida le preoccupazioni per l’aumento dei costi di viaggio. I sondaggi AAA mostrano un numero record di viaggi durante il Memorial Day e la festa del 4 luglio negli Stati Uniti.

Anche i viaggi di lavoro sono rimbalzati, sorprendendo coloro che avevano previsto che le riunioni virtuali ne avrebbero ridotto in modo permanente la necessità. American Airlines, una delle principali compagnie aeree degli aeroporti LaGuardia e JFK, ha recentemente dichiarato agli investitori che i viaggi d’affari hanno raggiunto l’80% dei livelli del 2019 e presto raggiungeranno il 90%.

Chi ha paura del crimine?

Abbastanza sorprendentemente, gran parte dei visitatori scomparsi proviene dall’area metropolitana di New York, una carenza che i funzionari del turismo attribuiscono ai timori di nuovi crimini suscitati dai continui tamburi dei media. La criminalità è aumentata nell’era della pandemia in città, ma è ancora storicamente bassa rispetto ai decenni precedenti; Paura del crimineTuttavia, è aumentato costantemente.

“Abbiamo bisogno che le persone di periferia si sentano a proprio agio venendo in città per supportare Broadway, mangiare nei nostri ristoranti e andare a Little Italy nel Bronx”, ha detto Dixon. Storicamente, ha aggiunto, in questi giorni i pendolari rappresentavano la metà dei visitatori totali.

Dixon ha girato l’Europa in primavera, una settimana dopo la sparatoria nella metropolitana di Brooklyn, fiducioso che i giornalisti con cui ha parlato, in particolare quelli in Francia e nel Regno Unito, sarebbero stati preoccupati per l’incidente. Si è preparato a una raffica di domande su criminalità e violenza armata.

“Per cinque giorni”, ha detto, “non è successo una volta”.

Ma nell’area metropolitana di New York, i residenti stanno seguendo attentamente la copertura mediatica del crimine, ha aggiunto, e i sondaggi delle agenzie di monitoraggio del sentimento mostrano che sono preoccupati per la loro sicurezza.

Mark Fox, che gestisce il Fox Lifestyle Hospitality Group, che possiede ristoranti come la White Oak Tavern a Manhattan, è d’accordo. Vive nella contea di Nassau e lì i suoi amici mettono in discussione le scelte fatte dagli impiegati professionisti che sono i principali clienti di Fox.

“Coloro che non hanno lavorato o occupano raramente posizioni hanno una visione molto debole della sicurezza pubblica”, ha detto. Non solo si stanno avventurando a Manhattan, ha detto, ma “non stanno permettendo ai loro ragazzi di età compresa tra i 18 ei 22 anni di venire in città”.

la sopravvivenza del più forte

Ad aggravare il boom turistico di questa estate c’è il fatto che meno imprese – e meno lavoratori – ne traggono vantaggio. I lavori sono ancora nel settore del tempo libero e dell’ospitalità Molto al di sotto dei livelli pre-pandemia.

I sopravvissuti alla pandemia stanno meglio perché l’industria del turismo è svuotata. Il forte aumento dei prezzi degli hotel, ad esempio, è dovuto in parte alle camere d’albergo che hanno chiuso durante la pandemia e che non sono ancora state riaperte, stimate a nord di 10.000.

Stessa storia per i ristoranti.

Fox osserva che i suoi ristoranti vedono viaggiatori d’affari, visitatori del fine settimana provenienti da altre parti del paese e ora viaggiatori internazionali, che sono venuti in numero crescente da quando il governo degli Stati Uniti ha abbandonato la sua richiesta di test Covid negativi prima di imbarcarsi sui voli nazionali.

Il gruppo di sei unità di Fox è in calo del 60% rispetto alle entrate del 2019 dell’anno scorso. Ora è il 20% in anticipo rispetto a quell’anno.

Times Square martedì 4 luglio 2022.

Hiram Alejandro Duran / Città

“Molti luoghi chiusi e luoghi che sono stati in grado di riaprire e mantenere forti politiche Covid hanno aumentato la fiducia dei consumatori”, ha affermato. “Con la ripresa dell’economia, hanno beneficiato di quella fiducia e di un minor numero di concorrenti sul mercato. Questo è il principale motore del nostro successo”.

A causa di tutti quegli hotel e ristoranti chiusi, l’occupazione nel settore è ancora bassa.

Un’analisi del Center for the Urban Future mostra che la città ha ancora 66.000 posti di lavoro nel tempo libero e nell’ospitalità al di sotto del record del 2019, e questo non include i lavori negli aeroporti e nei negozi al dettaglio che non sono stati ripristinati. Il settore rappresenta circa un terzo del divario della città con il picco del 2019.

La perdita di questi posti di lavoro è in gran parte la causa dell’ingiusta ripresa della città. Due terzi dei lavori ricreativi e ospedalieri sono occupati da persone di colore; La metà di loro sono immigrati. Nove posti di lavoro su 10 nel settore sono aperti a persone senza una laurea, osserva il centro.

Sebbene l’inflazione persistentemente elevata non abbia smorzato la domanda di viaggi, Dixon ritiene che il 2023 vedrà solo una crescita modesta. Prevede che la domanda repressa sarà soddisfatta e che i prezzi più alti scoraggeranno alcune persone dai voli costosi.

Ma molte aziende che si rivolgono ai turisti restano fiduciose per il futuro.

La carenza di impiegati a Times Square continua a essere un problema per il Real Barbecue di Virgil e il Carmine’s Italian, il popolare ristorante in stile familiare. Ma il proprietario di Virgil è tornato alle entrate del 2019 e Carmine le ha leggermente sovradimensionate nel 2019, ha affermato il proprietario Jeff Bank.

Entro la fine dell’anno, Bank prevede di aprire un ristorante di pesce di 13.000 piedi quadrati sulla West 43rd Street tra la Sixth e la Seventh Avenue.

“Naturalmente sono ottimista su Times Square. Altrimenti, non raddoppieremo i nostri sforzi in questa località.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Il film sui mostri di Rob Zombie ottiene l’arte di base
Next Post 40 immagini divertenti dal famoso festival spagnolo delle corse dei tori | Galleria fotografica