I talebani offrono grano in cambio di manodopera e un’agenzia delle Nazioni Unite avverte di una grave crisi alimentare | notizie dal mondo

In mezzo a una profonda crisi economica e milioni di persone che affrontano livelli di fame di emergenza, il governo ad interim dei talebani avrebbe lanciato un programma che fornisce grano a migliaia di persone in cambio di lavoro. Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha detto in una conferenza stampa che il programma sarebbe stato implementato nelle principali città e città afgane, con l’obiettivo di impiegare 40.000 uomini nella sola Kabul, ha riferito Dawn. Il rapporto rileva che ai lavoratori disoccupati che sono più a rischio di morire di fame verrà offerto grano invece di denaro.

“Questo è un passo importante per combattere la disoccupazione”, ha detto Dawn, citando Zabihullah Mujahid, aggiungendo che i lavoratori dovrebbero “lavorare sodo”.

Un nuovo rapporto delle Nazioni Unite mostra che quasi 19 milioni di persone in Afghanistan hanno sperimentato alti livelli di insicurezza alimentare acuta durante i due mesi della stagione post-raccolta, con un aumento di quasi il 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il rapporto prevede inoltre che più della metà della popolazione afgana dovrà affrontare un’insicurezza alimentare acuta nel periodo da novembre 2021 a marzo 2022.

Leggi anche | I talebani accolgono con favore il piano di Vladimir Putin per rimuoverlo dalla lista dei terroristi

Il crollo dei servizi pubblici, la grave crisi economica e l’aumento dei prezzi dei generi alimentari sono state tra le principali cause di insicurezza alimentare.

“Non possiamo permettere che l’Afghanistan sia un fallimento collettivo: la comunità internazionale deve impedire che la crisi si trasformi in una catastrofe”, ha affermato il Programma alimentare mondiale in una nota.

“Le cose erano già disperate, e ora la continua siccità, l’escalation dei senzatetto, il collasso dei servizi pubblici e l’aggravarsi della crisi economica hanno spinto l’intero Paese nell’abisso”, ha aggiunto la nota.

Riferendosi al rapporto, David Beasley, Direttore Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale (WFP), ha sottolineato che l’Afghanistan è ora tra le peggiori crisi umanitarie del mondo e che la sicurezza alimentare è quasi crollata. Ha avvertito che milioni di afgani saranno costretti a scegliere tra migrazione e fame a meno che le agenzie delle Nazioni Unite non aumentino gli aiuti salvavita e rilancino l’economia.

“Siamo in un conto alla rovescia per la catastrofe e se non agiamo ora, avremo una catastrofe completa nelle nostre mani”, ha aggiunto Beasley.

READ  I ministri della difesa di Cina e Russia partecipano alla riunione dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai a Delhi | ultime notizie india

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *