I talebani controllano diverse aree dell’Afghanistan

I talebani ora controllano quasi un terzo di tutte le 421 province e centri distrettuali dell’Afghanistan.

La marcia dei talebani attraverso il nord dell’Afghanistan ha acquisito slancio durante la notte con la cattura di diversi distretti da parte delle forze afgane in fuga, diverse centinaia delle quali sono fuggite oltre il confine con il Tagikistan, hanno detto i funzionari domenica.

Il Comitato di Stato per la sicurezza nazionale del Tagikistan ha dichiarato in una dichiarazione che più di 300 soldati afgani hanno attraversato il confine dalla provincia afgana di Badakhshan, mentre i combattenti talebani avanzavano verso il confine. Le forze afgane hanno attraversato l’area sabato intorno alle 18:30 ora locale local

La dichiarazione affermava che le autorità tagike hanno consentito alle forze di sicurezza e di difesa nazionali afghane in ritirata di attraversare il confine con il Tagikistan, guidate dai principi di umanità e buon vicinato.

Da metà aprile, quando il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato la fine della “guerra eterna” in Afghanistan, i talebani hanno fatto passi da gigante in tutto il Paese. Ma il loro guadagno più significativo è stato nella metà settentrionale del paese, una roccaforte tradizionale dei signori della guerra alleati degli Stati Uniti che hanno contribuito a sconfiggere nel 2001.

I talebani ora controllano quasi un terzo di tutte le 421 province e centri distrettuali dell’Afghanistan.

Mohib Rahman, membro del consiglio provinciale, ha affermato che le conquiste ottenute nella provincia nord-orientale di Badakhshan negli ultimi giorni sono per lo più arrivate al movimento ribelle senza combattere. Ha incolpato i successi dei talebani sul morale scarso per le forze che erano spesso in inferiorità numerica e non avevano rifornimenti.

“Purtroppo, la maggior parte delle aree è stata lasciata ai talebani senza combattere”, ha detto Abdul Rahman. Ha detto che negli ultimi tre giorni 10 distretti sono caduti nelle mani dei talebani e otto distretti sono senza combattimento.

Abdul Rahman ha detto che centinaia di esercito, polizia e forze di intelligence afghane hanno consegnato le loro posizioni militari e sono fuggiti a Faizabad, capitale della provincia di Badakhshan.

Ha detto che anche se nelle prime ore di domenica mattina si è svolta una riunione di sicurezza per pianificare il rafforzamento del perimetro della capitale, alcuni alti funzionari provinciali stavano lasciando Faizabad per la capitale, Kabul.

Alla fine di giugno, il governo afghano ha rianimato le milizie note per la loro brutale violenza per sostenere le forze afgane assediate, ma Abdul Rahman ha affermato che molte milizie nelle province di Badakhshan hanno combattuto tiepidamente.

Le aree sotto il controllo dei talebani nel nord sono considerate sempre più strategiche e si estendono lungo il confine afghano con i paesi dell’Asia centrale. Il mese scorso, il movimento religioso ha sequestrato l’Imam Sahib, una città nella provincia di Kunduz di fronte all’Uzbekistan, e ha preso il controllo di un’importante rotta commerciale.

Le incursioni nel Badakhshan sono di particolare interesse in quanto è la casa dell’ex presidente Burhanuddin Rabbani, ucciso in un attentato suicida nel 2011. Suo figlio, Salahuddin Rabbani, fa parte dell’attuale Consiglio Supremo per la Riconciliazione Nazionale. Ha anche guidato l’ex presidente ucciso della “Società islamica” afghana, che era il raduno del famoso combattente anti-talebano Ahmad Shah Massoud, ucciso da un attentatore suicida due giorni prima degli attacchi dell’11 settembre in America.

Sabato il ministero dell’Interno ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che le sconfitte erano temporanee, anche se non era chiaro come avrebbe ripreso il controllo.

Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha confermato la caduta dei distretti e ha detto che la maggior parte di loro non ha combattuto. In una precedente resa, i talebani hanno mostrato un video di soldati afgani che prendevano i soldi per il trasporto e tornavano a casa.

READ  20 palestinesi uccisi nei combattimenti, inclusi 9 bambini
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Vale ancora la pena celebrare la libertà?
Next Post Microsoft Flight Simulator Pilatus Porter ottiene video WIP, Sarasota Airport ottiene nuovi screenshot; Sironga ha annunciato