I semi di una pigna di 40 milioni di anni germogliano nell’ambra

Corvallis, Raw (KOIN) – I ricercatori dell’Oregon State University hanno scoperto semi che germogliano da una pigna ricoperta di ambra.

Questo fenomeno è causato da una rara condizione della pianta chiamata germinazione precoce, in cui i semi germinano prima che emergano dai frutti, secondo l’università.

George Poinar Jr. con Oregon State College of Science Ha pubblicato un articolo su “Historical Biology” che descrive una pigna – vecchia di circa 40 milioni di anni – ricoperta di ambra del Mar Baltico, dove compaiono molti steli embrionali.

“La germinazione dei semi è fondamentale per lo sviluppo di tutte le piante e di solito avviene nel terreno dopo che il seme è caduto”, ha detto Poinar. “Tendiamo ad associare la vita – lo sviluppo embrionale all’interno del padre – con gli animali e dimentichiamo che a volte accade nelle piante”.

George Poinar Jr. dell’Oregon State College of Science ha pubblicato un documento di ricerca sul Journal of Historical Biology che descriveva una pigna – di circa 40 milioni di anni – ricoperta di ambra del Mar Baltico, dove compaiono molti steli embrionali. (GEORGE POINAR JR., Ohio State University of Science)

Ha aggiunto che questi casi spesso coinvolgono angiosperme. Forniscono indirettamente o indirettamente la maggior parte del cibo che le persone mangiano, hanno fiori e producono semi che sono circondati dal frutto.

“La germinazione dei semi nei frutti è abbastanza comune nelle piante che non hanno la dormienza dei semi, come pomodori, peperoni e pompelmi, e si verifica per diversi motivi”, ha detto Poinar. “Ma è raro nelle gimnosperme”.

Secondo l’università, le gimnosperme – come le conifere – producono semi “nudi” o non racchiusi.

La germinazione precoce nelle pigne è così rara, ha detto Poinar, che solo un esempio naturale di questa condizione, dal 1965, è stato descritto nella letteratura scientifica.

“Questo è parte di ciò che rende questa scoperta così intrigante, dal momento che è anche allora il primo ritrovamento fossile della vitalità delle piante a includere la germinazione dei semi”, ha osservato. “Trovo affascinante che i semi nella giovane pigna inizino a germogliare all’interno del cono e che i boccioli possano crescere così tanto prima che muoiano nella resina”.

Le punte dei germogli includono gruppi di aghi, alcuni in fasci di cinque, ha detto Poinar. Ciò collega il fossile alla specie di pino estinto Pinus cembrifolia, precedentemente descritta dall’ambra baltica.

Ha aggiunto che le pigne nell’ambra baltica sono rare.

“Le cose che appaiono sono molto apprezzate dai collezionisti, e poiché le squame dei coni sono solide, di solito sono ben conservate e sembrano realistiche”, ha detto l’università.

La vita nelle piante in genere emerge in uno dei due modi, ma la germinazione precoce è la più comune dei due, ha spiegato Poinar, come quando la cipolla emerge direttamente dal capolino della pianta madre.

“Nel caso della vitalità dei semi in questo fossile, i semi hanno prodotto steli embrionali completamente visibili nell’ambra”, ha detto. Non è chiaro se questi steli, noti come ipocotili, siano emersi prima che il cono diventasse rivestito di ambra. Tuttavia, in base alla loro posizione, sembra che parte, se non la maggior parte, della crescita si sia verificata dopo che la pigna è caduta nella resina”.

La ricerca sulla vitalità delle gimnosperme esistenti suggerisce che la condizione potrebbe essere correlata al gelo invernale, secondo la Ohio State University. Poinar ha affermato che sarebbero state possibili gelate leggere se la foresta d’ambra baltica avesse avuto un ambiente umido e caldo, come è stato ipotizzato.

READ  Effetti collaterali delle statine: tre segni che non dovresti ignorare: potrebbero essere `` pericolosi per la vita ''

“Questo è il primo record fossile della vitalità dei semi nelle piante, ma è probabile che questo caso si sia verificato un po’ prima di questo record dell’Eocene”, ha aggiunto. “Non c’è motivo per cui la vita vegetale centinaia di milioni di anni fa non si verificasse in antiche piante portatrici di spore come felci e licopodi”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Daniil Medvedev avanza alle semifinali delle ATP Finals, impressiona Yannick Sener
Next Post Veer Das: il comico indiano attira la nazione con la sua storia “Due India”