I ristoranti subiscono cancellazioni di massa a causa della crescente preoccupazione per la variante Omicron

Ad oggi, sono state messe in atto diverse nuove restrizioni in tutta l’Inghilterra per rallentare la diffusione della variante Omicron. A causa della gravità di questo particolare tipo, i ristoranti hanno visto un afflusso di clienti che annullano le loro prenotazioni.

Uno chef ha parlato di una preoccupazione comune nel settore dell’ospitalità riguardo all’impatto della variante Omicron del coronavirus sugli affari.

Dal 19 luglio questo settore può operare senza restrizioni.

Ma si teme che la fiducia dei clienti nel mangiare e nel bere sia stata danneggiata prima che ristoranti e bar si preparassero per il periodo di maggior guadagno di quest’anno.

Wawrzynia, che gestisce House of Eats a Peterborough, ha parlato del numero di cancellazioni ricevute dal suo ristorante: “Abbiamo avuto 20 cancellazioni durante il fine settimana, principalmente per le feste di Natale.

“I clienti ci hanno chiamato dicendoci che non sono sicuri di cosa accadrà tra poche settimane, quindi preferirebbero cancellare ora.

LEGGI ANCHE: Svelate le “46.000 sterline spese per salute e bellezza” di Meghan Markle

“L’ospitalità ha aspettato il Natale, e se non è quello che speravamo, ci saranno alcune vittime in tutto il settore, incluso dove mi trovo io.

“Non saremmo in grado di sopravvivere senza questo commercio di Natale.”

Sam Morgan, proprietario di Craft e 8 ristoranti, ha rivelato le prenotazioni di ristoranti privati ​​recentemente cancellate dall’azienda dopo l’annuncio della nuova alternativa al Covid.

Ha detto che la società in questione, che ha prenotato un tavolo per 12 persone, ha affermato di aver cambiato la sua politica e che cercherà di riprenotare a gennaio.

READ  Faith Hill e Tim McGraw danno vita ai Dutton nel prequel di "Yellowstone"

Discutere la fiducia dei clienti suggerendo che molte persone pensano: “Vogliamo davvero uscire? Abbiamo davvero bisogno di andarci? Forse non dovrei prenotare”.

Il ristoratore spera anche che le precedenti restrizioni come la “regola del sei” non tornino in quanto si basa su gruppi di ristorazione più grandi di sei a 16 persone.

“È una sfida”, ha detto il signor Morgan, “stiamo combattendo una battaglia persa. Siamo pesantemente indebitati”.

Un altro chef, Dave Critchley, proprietario di Le Pen a Liverpool, ha affermato che il ristorante di ispirazione cinese sta iniziando a vedere gruppi più numerosi cancellare le loro prenotazioni.

Dal fine settimana, due eventi all’aperto che il ristorante stava organizzando sono stati cancellati a causa della nuova variante.

“È un vero colpo sui denti, è un grande business. È un doppio smacco al momento”, ha detto Critchley alla BBC.

Un portavoce del governo ha affermato di aver intrapreso “un’azione rapida e decisa” per imporre la copertura del viso in alcuni luoghi, ma ciò non si applica ai luoghi di ospitalità.

Hanno continuato: “Abbiamo già consegnato un pacchetto di supporto senza precedenti da 352 miliardi di sterline a cui le aziende di ospitalità hanno continuato ad accedere e abbiamo implementato una nuova strategia di ospitalità per supportare pub, bar, ristoranti e altri luoghi in Inghilterra per prosperare a lungo termine. “

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La dieta del diabete: quattro dei peggiori frutti per i sintomi di glicemia alta – Sei a rischio?
Next Post La prima gru portuale mobile di Konecranes Gottwald Generation 6 in Italia