I rendimenti dell’Eurozona scendono a causa della domanda di beni rifugio

Contenuto dell’articolo

I rendimenti dei titoli di Stato dell’Eurozona sono scesi venerdì tra i segnali contrastanti della Banca centrale europea e l’aumento della domanda di beni rifugio a causa dell’escalation delle preoccupazioni geopolitiche sull’Ucraina e del crollo dei mercati azionari.

Alti diplomatici russi e statunitensi hanno minimizzato qualsiasi prospettiva di risolvere rapidamente le loro divergenze sull’Ucraina nei colloqui iniziati venerdì in Svizzera, ma la parte statunitense sperava ancora che l’incontro avrebbe calmato la situazione.

Gli analisti hanno evidenziato che giovedì il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde ha ribadito che non ha bisogno di agire con la stessa audacia della Federal Reserve a causa della diversa situazione economica, avvertendo dei rischi di un aumento anticipato dei tassi di interesse.

Annunci

Contenuto dell’articolo

I calcoli pubblicati dalla Banca centrale europea hanno mostrato che i responsabili politici della BCE hanno sostenuto in una riunione cruciale del mese scorso che l’inflazione dell’eurozona potrebbe “facilmente” rimanere al di sopra dell’obiettivo e che la banca centrale dovrebbe tenere la porta aperta all’inasprimento delle politiche.

“Con pochi segnali di attenuazione delle tensioni tra Russia e Ucraina, la domanda di rifugi sicuri per ora tiene le redini”, hanno affermato gli analisti di ING.

I rendimenti dei titoli di stato tedeschi a 10 anni, il benchmark per il blocco, sono scesi di 3 punti base a un minimo di una settimana di -0,056%.

READ  Francia e Italia impongono un mandato rigoroso sul vaccino contro il covid-19, anteprima per le città degli Stati Uniti

“I ribassisti delle obbligazioni stanno attraversando un periodo più difficile poiché le aspettative ambiziose di rialzo dei tassi sono già in linea con il carry negativo”, hanno affermato gli analisti di Commerzbank.

I mercati monetari hanno prezzato una probabilità dell’80% che la Banca centrale europea aumenti i tassi di interesse di 10 punti base a settembre e di 10 punti base nuovamente a dicembre 2022.

Annunci

Contenuto dell’articolo

“Riteniamo improbabile che la Banca centrale europea alzerà i tassi nel 2022 e crediamo che i mercati monetari stiano acquistando una sorta di polizza assicurativa contro il rischio di inflazione solo quando aumenteranno i tassi di 10 punti base nel 2022”, ha affermato Fabio Castaldi, Senior Direttore Generale Investire in Pictet Asset Management, ha affermato.

Gli investitori sono stati cauti in vista della riunione politica della Federal Reserve della prossima settimana, quando i funzionari della Fed, dopo aver elaborato un piano di battaglia contro l’inflazione elevata, devono affrontare nuovi segnali che il coronavirus sta rallentando nuovamente l’economia.

Voto presidenziale in Italia

I rendimenti dei titoli di Stato italiani sono scesi di un punto base all’1,36%, con lo spread tra i rendimenti dei titoli di Stato italiani e tedeschi a 140 punti base.

Gli analisti hanno avvertito di un possibile aumento del premio al rischio italiano se l’ex capo della Banca centrale europea Mario Draghi diventa presidente dell’Italia nel voto della prossima settimana. La fiducia nell’economia italiana carica di debiti è migliorata quando è diventato primo ministro nel febbraio 2021.

READ  Lo studio trova il legame tra malattie degli occhi e aumento del rischio di demenza, Health News, ET HealthWorld

Annunci

Contenuto dell’articolo

Castaldi di Pictet ha tuttavia affermato che “se l’attuale governo rimane al potere con un forte sostegno parlamentare e completa le riforme necessarie per accedere al denaro europeo”, il rendimento con la Germania potrebbe ridursi anche se Draghi lascia l’attuale posizione per diventare presidente. .

“Non vedo un restringimento dello spread di oltre 120 punti base non appena la Banca centrale europea ridurrà il suo stimolo monetario”, ha affermato.

I mercati attualmente non vedono le elezioni anticipate come un possibile risultato anche se Draghi cambia lavoro, ma in uno scenario incerto, alcuni analisti vedono lo spread italo-tedesco allargarsi ad almeno 150 punti base.

(Reportage di Stefano Ribaudo; Montaggio di David Clark)

Annunci

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione attivo e civile e incoraggiare tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti possono richiedere fino a un’ora per essere moderati prima che vengano visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche e-mail: ora riceverai un’e-mail se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che stai seguendo o se si tratta di un utente che stai seguendo. abbiamo visitato Linee guida comunitarie Per ulteriori informazioni e dettagli su come impostare un file E-mail impostazioni.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Elle Fanning si trasforma in Michelle Carter nello spettacolo “Messaggi di testo” The Girl from Plainville | Hollywood
Next Post Il terremoto M6.6 ha colpito il sud-ovest del Giappone e non è stato emesso alcun allarme tsunami