I primi dati su OMICRON mostrano un aumento dei casi ma sintomi più lievi

T WO SETTIMANE Dopo aver individuato la variante Omicron, gli ospedali si preparano allo tsunami del covid-19. In Sudafrica, dove ha sostituito la regione del delta, i casi stanno aumentando più rapidamente rispetto alle ondate precedenti. Ogni persona con omicron può infettare altri 3-3,5. Il tasso più recente di Delta nel paese è stato di 0,8.

L’Economist oggi

Storie raccolte a mano, nella tua casella di posta

Newsletter quotidiana con il meglio del nostro giornalismo

Il Sudafrica non è in isolamento, il che potrebbe in parte spiegare la rapida diffusione di Omicron. Tuttavia, le varianti precedenti hanno beneficiato dell’incontro con molte persone che non hanno l’immunità. Finora, la maggior parte dei sudafricani si è ripresa dal coronavirus o è stata vaccinata.

In un tale ambiente, ci sono due modi in cui Omicron può diffondersi così rapidamente. La prima è un’infezione più grande, che dipende da fattori come la facilità con cui entra nelle cellule. L’altro è la migliore evasione dell’immunità.

La variante delta è diventata predominante principalmente per la sua portabilità. Al contrario, Omicron sembra avere vantaggi in entrambe le aree. Le prove aneddotiche di ulteriori contagi stanno aumentando: si sono verificati eventi ad altissima prevalenza dopo i quali il 35-78% delle persone è risultato positivo al virus in Norvegia, Danimarca, Spagna e Gran Bretagna.

Inoltre, Omicron ha una capacità senza precedenti di infettare di nuovo. Un recente studio condotto da Juliette Pulliam della Stellenbosch University ha mostrato che più sudafricani sono risultati positivi almeno 90 giorni dopo l’ultimo test positivo di quanto ci si aspetterebbe in base alle ondate precedenti. Gli anticorpi generati dal vaccino Pfizer sono meno efficaci contro Omicron rispetto alle varianti precedenti. Tuttavia, hanno ottenuto una forte neutralizzazione nelle persone con vaccinazioni di richiamo o precedenti infezioni. I vaccini attuali possono fornire una buona protezione contro le malattie gravi causate da Omicron.

I dati sulla virulenza sono più incoraggianti. Negli ospedali Omicron non ha ancora mostrato un quadro di malattia peggiore negli anziani. Tra i pazienti ricoverati con coronavirus a Tshwane, in Sudafrica, il 70% di quelli di età compresa tra 50 e 69 anni e il 90% di quelli di età superiore a 80 anni hanno avuto casi gravi durante un’onda delta. Questa quota è ora intorno al 30% per tutte le età.

La gravità media dei casi di omicron può essere elevata. In caso contrario, una possibile ragione è che le mutazioni degli omicroni portano a una malattia molto più lieve. Ciò compenserebbe in parte l’effetto dell’improvviso aumento del numero di casi, anche se i tassi di mortalità potrebbero aumentare se i reparti sono sovraffollati. Un’altra spiegazione è che molti anziani in Sudafrica hanno ricevuto vaccinazioni negli ultimi mesi. Se questa fosse la causa, Omicron rappresenterebbe una seria minaccia per i non vaccinatori.

Fonti: NICD, Sudafrica; Trevor Bedford “Aumento del rischio di reinfezione con SARS-CoV-2 associato all’emergenza della variante Omicron in Sudafrica”, di JRC Pulliam et al. (foglio di lavoro)

Questo articolo è apparso nella sezione dei dettagli grafici dell’edizione cartacea sotto il titolo principale “Segnali misti”

READ  Uno strano segnale radio dal centro della galassia ha confuso gli astronomi
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Alla guida della Maserati Ghibli Trofeo, la berlina più veloce che l’azienda abbia mai realizzato
Next Post Abbreviazioni di Theranos | L’economista