I piloti Porsche e Ferrari sperano di ripetere la saga di Monza dello scorso anno: la Sportscar 365

Foto: MBS

I piloti dei team GTE-Pro di Porsche e Ferrari sperano di ripetere la divertente battaglia per la vittoria dell’anno scorso alla 6 Ore di Monza, quando le due Case sono state impegnate in una lunga battaglia in salita.

La Porsche 911 RSR-19 n. 92, allora guidata da Kevin Esther e Neil Janney, ha battuto la Ferrari 488 GTE Evo n. 51 di James Calado e Alessandro Pier Guidi dopo che una chiamata strategica dell’equipaggio di AF Corse si è ritorta contro. Il carburante si è fermato in ritardo, consentendo alla Porsche di vincere.

Prima di quella sosta in ritardo, le due vetture erano spesso inseparabili mentre combattevano un duro duello, con Calado che prendeva il comando di Jani con una potente mossa alla chicane Rettifilio all’inizio della gara.

Ora un anno dopo, nell’ultima stagione della competizione GTE-Pro nel FIA World Endurance Championship, i personaggi di entrambi i campi sperano in una gara simile.

“Spero che potremo ripetere la gara dell’anno scorso, ma forse con un finale diverso”, ha detto Pierre Guidi a Sportscar365.

“Penso che questa volta possiamo combattere. Certo, queste temperature non ci aiutano, sappiamo che le temperature più fresche sono migliori di quelle più calde, ma vediamo”.

“E’ una gara di casa, quindi faremo tutto il possibile per essere in buona forma e poter lottare con la Porsche e la Corvette”.

La Pasqua di Porsche condivide gli stessi sentimenti, poiché l’anno scorso ha dovuto affrontare forti pressioni da parte dell’italiano prima di fare una sosta in ritardo per la 51a vettura.

“Penso che sia stata una buona gara l’anno scorso, molto dura”, ha detto Estre.

READ  Il campionato italiano di calcio Serie A fa il primo passo verso il Metaverso

“La Ferrari ha sicuramente una possibilità verso la fine. In velocità sono stati migliori di noi fino alla fine, ma noi avevamo una strategia migliore di loro, abbiamo sbagliato strategia.

“Ecco perché abbiamo conquistato un tale gap, altrimenti il ​​gap sarebbe stato troppo piccolo o ci avrebbero sorpassati.

“Quindi vedremo, cercheremo di replicarlo, cercheremo di ottenere il miglior compromesso tra velocità in rettilineo e velocità in curva, come dovrebbe essere a Monza”.

Dall’anno scorso, le valutazioni GTE-Pro sono state rafforzate dall’arrivo della Corvette C8.R monoposto.

Sebbene il team statunitense non abbia mai corso in precedenza nel WEC presso la sede italiana, entrambi i piloti e Alex Stehlig, direttore Porsche Motorsport per il WEC, si aspettano che la Corvette sia forte in gara.

Saranno forti”, ha detto Stelig a Sportscar365. “Sono stati forti tutto l’anno. Per me, questa pista si adatta a una Corvette perché è tutta una questione di accelerazione.

Saranno forti, ma non vedo l’ora. non mi lamento.

“Siamo qui per intrattenere le persone. Penso che sarà una lotta molto serrata tra tutti noi”.

Stillage “non ha visto” il cambio BOP in arrivo

Stehlig ha anche accennato al fatto che Porsche è rimasta sorpresa dal bilanciamento delle prestazioni della Ferrari, come annunciato mercoledì, quando le auto ufficiali di AF Corse hanno ricevuto un aumento di potenza.

Secondo Steelge, il marchio tedesco è rimasto sorpreso dal cambiamento, poiché è avvenuto al di fuori del processo automatizzato di BoP, definendolo un cambiamento “palla nera”, simile a quanto fatto nel penultimo round in Bahrain lo scorso anno.

“Non ce lo aspettavamo perché secondo il processo BoP puramente automatizzato, che è stabilito nella categoria GTE, non dovrebbe esserci alcun cambiamento”, ha affermato Stehlig.

READ  Sport delle scuole superiori: vincitori del premio Watertown-Overton-Hall di quest'anno | Lega di confine

“Perché nel BoP automatico è così: quando si cambia BoP o inizia una stagione, l’algoritmo BoP attende due gare e poi reagisce in base alle prestazioni che abbiamo visto in quelle due gare.

“E poi la gara deve essere di qualificazione, quindi è molto sensibile nell’analisi. Sebring è stata sicuramente una gara di qualificazione, abbiamo avuto un po’ di pioggia ma il rapporto era così [low]. Penso che abbiamo una gara asciutta dell’80 percento o del 90 percento.

“La spa era completamente diversa, c’era pioggia, asciutto e bagnato, quindi non si è qualificata. Quindi normalmente, il prossimo BoP automatico di Fuji dovrebbe avvenire.

“Quello che è successo ora è il cosiddetto cambio BOP ‘palla nera’. Quindi l’ACO e la FIA hanno visto che avevano bisogno di mettere a punto le vetture perché c’è troppa differenza o per qualche altro motivo.

“Quella possibilità che hanno fatto, ha dato alla Ferrari un po’ più di spinta e più carburante per noi.

“Pertanto, il processo automatico della bilancia dei pagamenti viene ripristinato, il che significa che la prima modifica automatica della bilancia dei pagamenti avverrà in Bahrain”.

Antonello Coletta, direttore delle attività sportive motoristiche della Ferrari, ha affermato che il cambio al pallone nero offre alla Ferrari una “possibilità di combattere”.

Coletta ha osservato che il passaggio alle due vetture ufficiali equivale a un aumento di potenza da 12 a 14 cavalli.

“Penso che la prima, la seconda e la terza gara del 2022 sia stata molto complicata per noi”, ha detto.

“Abbiamo vinto alle terme, ma solo per la pioggia, a Le Mans siamo stati fortunati ad arrivare secondi e terzi, ma la nostra competitività era molto scarsa.

READ  Aaron Comrie su Giorgio Chiellini, Leonardo Bonucci e Kieran Tierney

“La bilancia dei pagamenti oggi è cambiata e spero che avremo l’opportunità di lottare con altri concorrenti.

Perché soprattutto è importante avere una possibilità di combattimento. È un bene per spettatori e fan.

“Una gara senza concorrenti come Sebring o Le Mans, non credo sia una gara interessante per le persone”.

Daniel Lloyd ha contribuito a questo rapporto



Devi Iwima È un reporter di Sportscar365 con sede nei Paesi Bassi, che copre il FIA World Endurance Championship, il DTM, il Fanatec GT World Challenge Europe supportato da AWS e l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, tra le altre serie.


Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Apple Watch 7 ha appena raggiunto un prezzo record in vista dell’Amazon Prime Day
Next Post Le prime immagini del telescopio spaziale James Webb