I paesi europei hanno reimposto il divieto ai turisti americani

(CNN) – La probabilità di viaggiare in Europa per gli americani sta iniziando a ridursi di nuovo man mano che i paesi adottano nuove misure in risposta alla recente ondata di casi di Covid negli Stati Uniti.

all’inizio di questa settimana, L’Unione Europea ha annunciato Stava ritirando gli Stati Uniti dalla sua lista di sicurezza e consigliando ai suoi 27 Stati membri di riconsiderare l’autorizzazione all’ingresso di viaggiatori americani non essenziali.

Diverse importanti destinazioni turistiche che all’inizio di quest’anno hanno accolto i tanto necessari visitatori dagli Stati Uniti hanno scelto di ignorare i consigli non vincolanti dell’UE. Italia, Paesi Bassi e Svezia sono stati i primi a imporre nuove regole.

A partire dal 4 settembre, i Paesi Bassi affermano che gli Stati Uniti saranno designati come “regione ad alto rischio”, unendo Israele, Kosovo, Libano, Montenegro e Macedonia del Nord come nuove aggiunte a questa lista, secondo il sito del governo.

Sebbene i viaggiatori provenienti da questi e altri paesi ad alto rischio possano entrare se sono completamente vaccinati, devono comunque metterli in quarantena per 10 giorni. E dal 6 settembre dovranno risultare negativi anche al Covid.

Anche la Svezia, che in precedenza aveva esentato i viaggiatori statunitensi dal divieto di quasi tutti gli arrivi extra-UE, ha rimosso il paese dalla sua lista approvata, insieme a Israele, Kosovo, Libano, Montenegro e Macedonia del Nord.

L’industria del turismo in cui si stanno diffondendo le epidemie

paese ha detto In un comunicato stampa Questa misura si applicherà a tutti gli arrivi non essenziali, vaccinati o meno, anche se possono essere esentati quelli con permesso di soggiorno svedese che hanno recentemente presentato test negativi.

Ha aggiunto che le autorità svedesi stanno studiando se consentire arrivi completamente vaccinati da alcune province e “torneranno su questo problema in un secondo momento”.

Anche l’Italia, che è stata tra i primi paesi europei ad aprire le frontiere all’inizio di quest’anno, ha introdotto nuove misure che riguardano gli arrivi da tutte le destinazioni, compresi gli Stati Uniti.

Il 31 agosto ha iniziato a richiedere a tutti i visitatori di mostrare la prova di un test dell’antigene PCR o Covid entro 72 ore dal viaggio, indipendentemente dal fatto che siano stati vaccinati.

I viaggiatori che non sono stati vaccinati o hanno prove di guarigione dal Covid devono mettersi in quarantena per cinque giorni all’arrivo e fare un tampone, secondo il ministero della salute italiano.

Non è ancora chiaro se anche altri paesi europei, molti dei quali fanno affidamento su un afflusso di dollari di visitatori dagli Stati Uniti per aiutare a rilanciare le loro economie turistiche colpite dalla pandemia, rivedranno le regole.

I casi di Covid sono aumentati bruscamente negli Stati Uniti tra luglio e settembre, con la variante delta della malattia che è stata accusata di molti dei nuovi casi.

Credito di immagine più alto: Antonio Masiello / Getty Image

Livia Borghese e Nada Bashir hanno contribuito a questa storia

READ  L'investitore di Atlantia Italia esorta a non interferire con la vendita di Autostrade
Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Malakai Black l’ha fatto di nuovo
Next Post Fan Fest porta migliaia di persone a Toledo OH