I paesi del G7 affrontano la minaccia che la Russia chiuderà più gas

Il presidente russo Vladimir Putin partecipa a un brindisi mentre partecipa al 14° Summit BRICS in formato virtuale tramite videochiamata, a Mosca il 23 giugno 2022.

Michael Metzel | AFP | Getty Images

Un analista ha avvertito che il G7 deve prepararsi per la chiusura completa dei gasdotti russi a breve termine, e ciò potrebbe avere gravi conseguenze per l’economia europea.

“Il G7 dovrebbe prepararsi per una chiusura del gas. E il G7 può occuparsi della riduzione del petrolio. Ci sono altre forniture da avere in tutto il mondo, ma il gas può essere fermato e ciò avrà delle conseguenze”, Jeffrey Schotte, ricercatore presso il Peterson Institute for International Economics, ha detto lunedì alla CNN e alla NBC.

“La Russia ha già ridotto in modo significativo il flusso di gas verso la Germania e attraverso l’Ucraina, quindi la chiusura dei gasdotti non è fuori questione. La Russia vende anche del GNL all’Europa, ma non molto”, ha detto in una e-mail dopo l’intervista.

“Una completa interruzione delle forniture russe porterà al razionamento del gas, almeno a breve termine”, ha affermato. “Le forniture russe saranno parzialmente compensate dall’aumento delle importazioni di GNL, dall’aumento delle forniture dalla Norvegia e dall’Algeria, dalla conversione del carburante in carbone e dalle misure di conservazione”.

Gazprom, il fornitore di energia russo sostenuto dallo stato, ha ridotto i flussi di gas verso l’Europa di circa il 60% nelle ultime settimane. La mossa ha spinto Germania, Italia, Austria e Paesi Bassi a suggerire a tutti di poter tornare al carbone.

I suoi commenti sono arrivati ​​quando i leader del Gruppo dei Sette Paesi più ricchi si sono incontrati a Monaco, in Germania, per il loro ultimo vertice.

READ  Portare il finanziamento embedded dalle spalle alla ribalta in Italia

Con la pressione globale ancora sulla Russia per il suo attacco all’Ucraina, l’Europa deve affrontare una “situazione molto critica”, ha detto Schott lunedì a “Street Signs Asia” della CNBC.

Ha aggiunto: “Stanno giocando per guadagnare tempo. Maggiore è l’ostilità contro la Russia, più Putin minaccia e potrebbe tagliare più gas dall’Europa. Lo vedo prima piuttosto che dopo”.

Cresce la preoccupazione in Europa

L’azione intrapresa per fermare l’acquisto di oro russo è un piccolo passo nella giusta direzione.

Jeffrey Schutt

Peterson Institute for International Economics

La Germania, che dipende fortemente dal gas russo, aveva precedentemente cercato di mantenere forti legami energetici con Mosca.

“La minaccia è che ci saranno tagli al gas prima che le riserve di gas europee siano riempite e ciò rappresenterà una minaccia per la crescita europea e porterà al razionamento. Quindi Putin sta mettendo le sue carte in tavola e se lo perseguirà. La minaccia rimane visto”, ha detto Schott.

READ  Vertice G7 2021: Boris Johnson ospita Biden, Macron e altri mentre i leader si preparano a incontrarsi in Cornovaglia | Notizie di politica

Divieto d’oro russo

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post La leggenda della WWE John Cena combatte le lacrime a Raw mentre promette un ritorno
Next Post I prezzi delle case sono ancora forti, ma il ritmo sta rallentando