I mercati si stanno rivoltando contro il Regno Unito mentre l’inflazione e le prospettive di crescita si incupiscono

I mercati si stanno rivoltando contro il Regno Unito mentre l’inflazione e le prospettive di crescita si incupiscono

(Bloomberg) — I mercati si sono rivoltati contro il Regno Unito per la seconda volta in meno di un anno mentre le prospettive di inflazione e crescita si fanno più cupe per un’economia che è già in ritardo rispetto alle altre nazioni del G7.

I più letti da Bloomberg

Mentre la Banca d’Inghilterra fatica a frenare l’aumento dei tassi, gli investitori hanno scommesso che i tassi di interesse saliranno al livello più alto degli ultimi 25 anni. La sterlina si è allontanata da quelle aspettative più che mai da quando lo sfortunato bilancio del primo ministro Liz Truss ha scosso i mercati a settembre.

Mentre gli investitori hanno dato credito al suo successore Rishi Sunak per aver stabilizzato la situazione all’inizio di quest’anno, due importanti rapporti del mese scorso hanno mostrato salari e prezzi ostinatamente forti, nonostante il più rapido aumento degli oneri finanziari in tre decenni.

“I mercati stanno mettendo in dubbio la credibilità della politica del Regno Unito”, ha affermato Adam Cole, analista valutario senior presso RBC Capital Markets. “Il divario tra i prezzi e la valuta non è così ampio come allora, ma si sta muovendo nella stessa direzione”.

Le prossime due settimane saranno fondamentali per definire le prospettive.

Domenica, il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey ha parlato in Francia e poi è apparso il giorno successivo accanto al cancelliere dello scacchiere Jeremy Hunt alla Mansion House di Londra. I dati ufficiali sull’occupazione vengono rilasciati martedì e i dati mensili sul PIL giovedì. I dati sull’inflazione di giugno sono stati pubblicati il ​​19 luglio.

Giovedì Bailey ha detto alla BBC Newsround che “si aspetta una significativa riduzione dell’inflazione” nei prossimi mesi, ma che un altro deflusso della crescita dei salari o dei prezzi al consumo aggraverebbe le preoccupazioni che la Banca d’Inghilterra potrebbe essere costretta a inasprire eccessivamente la politica e provocare una recessione.

READ  Bambini stranieri costretti a crescere "nell'armadio" chiedendo scuse

I politici che avevano preso in considerazione l’idea fino a marzo, quando sono stati spinti a fermare gli aumenti dei tassi di interesse, si sono rapidamente spostati verso una posizione più aggressiva, portando a sorpresa un aumento di mezzo punto al 5% il mese scorso.

Gli investitori ora scommettono che la Banca d’Inghilterra dovrà alzare il suo tasso di riferimento oltre il 6,5% per calmare l’inflazione, la più alta del G7.

L’improvvisa perdita di fiducia ha rinnovato il discorso secondo cui il Regno Unito si sta “trasformando in un mercato alluvionale”, come ha affermato l’ex segretario al Tesoro americano Larry Summers durante la crisi dello scorso anno. Michael Hartnett, chief investment strategist presso Bank of America, ha affermato che il Regno Unito è “il malato d’Europa con la stagflazione”. “La scommessa su un inaspettato calo dell’inflazione a breve termine sembra un trionfo della speranza sull’esperienza”, ha avvertito Cole.

Invece degli ingranaggi, ora interessa la capacità della Banca d’Inghilterra di raggiungere il suo obiettivo anti-inflazione.

“Se una banca ha credibilità, sarà in grado di resistere ad alcune, ma non a tutte, le spinte del mercato per tassi più alti”, ha affermato Gerard Lyons, chief economic strategist di NetWealth. “Ma poiché la Banca manca di credibilità, risponde ai mercati, non alla loro leadership”.

Il sentimento di mercato negativo ha conseguenze reali. Sebbene la sterlina sia la valuta del G-10 con le migliori prestazioni quest’anno, questa settimana il Tesoro ha pagato il suo tasso di interesse più alto per una nuova emissione di obbligazioni dal 2007. I costi dei mutui sono sempre più insostenibili: un intero punto percentuale sopra la soglia del 5% per un banca L’Inghilterra è considerata un grande fardello per le famiglie. I prezzi delle case stanno diminuendo al ritmo più rapido dal 2011. I fallimenti aziendali sono vicini ai massimi storici.

READ  I migliori 8 di oggi | Servizio di notizie di corte

Tuttavia, l’economia è più resiliente del previsto, ha affermato Bailey, con una carenza di lavoratori a sostegno dei salari. “Ciò mantiene la pressione sulla Banca d’Inghilterra per aumentare ulteriormente i tassi di interesse”, ha affermato George Buckley, economista europeo di Nomura.

È un drammatico ritiro dalla Gran Bretagna nell’anno che segna il primo anniversario delle dimissioni di Boris Johnson.

Non molto tempo fa, la Gran Bretagna era orgogliosa del suo modello economico intermedio, un miscuglio di immagini del libero mercato americano e delle politiche di welfare state europee. Tasse basse, disoccupazione bassa, mercati del lavoro flessibili e assistenza sanitaria universale. Il Regno Unito è tipicamente cresciuto più velocemente dei suoi pari europei senza le divisioni sociali che affliggono l’America. Oggi è il racconto ammonitore del mondo.

Il primo ministro italiano, Giorgia Meloni, ha pianificato un attacco a ingranaggi contro le istituzioni statali fino a quando il bilancio del Regno Unito non ha fatto impennare i tassi di interesse di mercato a settembre. Nel processo, la Gran Bretagna ha fornito al FMI un esempio appropriato e in tempo reale del perché tagliare le tasse in caso di shock inflazionistico è una cattiva idea.

Gli investitori stranieri votano con i piedi. La Francia ha superato la Gran Bretagna in cima alle classifiche di investimento europee compilate da EY dal 2019, e il FTSE 100 è stato escluso dal rally azionario che quest’anno ha travolto Stati Uniti, Europa e Giappone. Gemme del settore come il produttore di semiconduttori Arm sono quotate all’estero.

Quello che Bloomberg dice all’economia…

“La prossima serie di dati sui posti di lavoro nel Regno Unito sarà cruciale per determinare la prossima decisione politica della Banca d’Inghilterra ad agosto: un altro enorme aumento di 50 punti base potrebbe essere ancora nelle carte. Indipendentemente da ciò, l’economia britannica è destinata a contrarsi a maggio, poiché è possibile che la festività nazionale aggiuntiva abbia influito sull’attività.

READ  Covid-19: gli Stati Uniti stanno valutando nuove restrizioni per i viaggiatori provenienti dalla Cina

—Dan Hanson e Ana Andrade, Economia di Bloomberg. Fare clic per ottenere la prossima settimana.

I leader aziendali attribuiscono la narrativa in declino a una mancanza di visione politica. La Brexit è stata una negazione del modello economico britannico: un punto di accesso a un mercato unico dell’UE con leggi sul lavoro limitate, non una dichiarazione di come sarebbe stato il Regno Unito. Questo non è ancora specificato.

Sunak vuole tasse più basse e servizi pubblici forti, ma insiste che i tagli alle tasse arriveranno solo quando il Regno Unito potrà permetterseli. Con l’aumento dei tassi di interesse che aggiungono circa 20 miliardi di sterline all’anno al debito, il Tesoro ha poco o nessun margine per le donazioni.

Nel frattempo, Sunak sta costruendo un’economia molto diversa da quella di cui parla. Almeno 4 milioni di britannici in più sono stati trascinati nell’imposta sul reddito dal 2020. L’imposta sulle società è aumentata dal 19% al 25%. Il carico fiscale complessivo nel Regno Unito è il più alto dalla fine della seconda guerra mondiale.

La contraddizione tra visione e realtà parla di un paese in preda a una crisi di identità, e il partito laburista di opposizione ha colto l’occasione.

I laburisti affermano che i tassi elevati sono una “bomba dei mutui Tory”. “C’è più di un tocco degli anni Settanta nella nostra situazione economica in questo momento”, ha detto giovedì il leader laburista Keir Starmer, collegando l’attuale malessere all’ultima volta che il Regno Unito è stato il “malato d’Europa”.

Con l’approssimarsi delle elezioni previste per il prossimo anno, la questione della strategia di crescita della Gran Bretagna diventerà più chiara.

— Con l’assistenza di Andrew Atkinson, Greg Ritchie e James Heray.

I più letti da Bloomberg Businessweek

© 2023 Bloomberg LP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *