I Judas Priest annunciano il tour negli Stati Uniti per celebrare il cinquantesimo anniversario

Cinquant’anni di sacerdote di Giuda significano 50 anni di heavy metal. Martedì, la band metal di fronte a Rob Halford ha annunciato che avrebbe partecipato a un concerto 29 date del tour In tutto il Nord America festeggiando mezzo secolo come gruppo.

“In difesa dei 50 anni di fede nell’heavy metal, il reverendo è tornato”, ha detto Halford in una nota. “È ora di indossare la pelle e le unghie e tirare fuori lo strumento Druid”, ha aggiunto il chitarrista Glenn Tipton.

Il nuovo round arriva diversi mesi dopo il loro rilascio Riflessioni: 50 anni di musica heavy metal Mostra alcuni classici ed esibizioni dal vivo di brani come “Running Wild”, “Sinner” e “Victim of Changes”. La band eseguirà anche brani tratti dal loro album del 2018. potenza di fuocodurante il tour dopo essere uscito di strada a causa del covid.

“Dopo gli ultimi terribili anni di catene, tutti abbiamo dovuto sopportare, quale posto migliore per liberarci della terra della libertà”, ha detto il chitarrista Ian Hill.

Il tour, supportato da Queensrich, aiuterà anche a celebrare l’ingresso del gruppo nella Rock and Roll Hall of Fame, essendo stato votato tre volte in passato.

“La terza volta è magica”, ha detto Halford. roccia rotolante sul loro incitamento. “Abbiamo lasciato la rampa di lancio e ora ci dirigiamo verso le sale sacre. È un grande giorno per il sacerdote di Giuda e un grande giorno per l’heavy metal”.

“È la prova, più di ogni altra cosa, dell’importanza e dell’importanza di Giuda il Reverendo. Da 50 anni lo facciamo. Avere questa opportunità mentre continuiamo a celebrare il nostro cinquantesimo anniversario è semplicemente una cosa bellissima. Non sarebbe potuto succedere in un momento migliore”. “È sicuramente un’affermazione della salute del prete e dell’importanza della musica heavy metal. Ho sostenuto la necessità di più heavy metal nella Hall of Fame”.

READ  Heardle, Wordle per la musica, gli utenti sono pronti a dare un nome a quella melodia

Eminem, Carly Simon, Doran Duran, Dolly Parton, Pat Benatar, Lionel Richie ed Eurythmics sono tra coloro che saranno anche inseriti nella Hall of Fame quest’anno.

Date del tour “50 Years of Heavy Metal” dei Judas Priest

13 ottobre – Wallingford, CT @ Toyota Oakdale
15 ottobre – Albany, NY @ MVB Arena
16 ottobre – Boston, MA @ MGM Music Hall Fenway
18 ottobre – Uniondale, NY @ Nassau Veterans
19 ottobre – Wilkes-Barre, PA @ Mohegan Sun Arena a Casey Plaza
21 ottobre – Kalamazoo, MI @ Wings Event Center
22 ottobre – Detroit, MI @ Masonic Temple Theatre
24 ottobre – Cincinnati, Ohio @ Andrew J. Brady Music Center
25 ottobre – Waukegan, Illinois Theatre @ Genesee
27 ottobre – Green Bay, WI Theatre @ Resch Center
29 ottobre – Moline, IL @ TaxSlayer Center Moline
30 ottobre – Mankato, MN @ Mayo Clinic Event Center
1 novembre – Sioux City, IA @ Tyson Events Center
2 novembre – Rapid City, SD @The Monument
7 novembre – Ontario, CA @ Toyota Center
Novembre. 8 – Tucson, Az @ TCC Arena
10 novembre – Loveland, Budweiser Event Center, CO @
12 novembre – Park City (Wichita), KS @ Hartmann Arena
13 novembre – St. Charles, Missouri @ The Family Arena
15 novembre – Corbin, KY @ The Corbin Arena
17 novembre – Southaven, MS @ Landers Center
18 novembre – Baton Rouge, Los Angeles @ Canes River Center
20 novembre – Oklahoma City, OK @ Paycom Center
19 22 e 23 novembre – San Antonio, TX @ Tech Port Center & Arena
25 novembre – Dallas, TX @ The Factory in Deep Ellum
26 novembre – Corpus Christi, TX @ Concrete Street
28 novembre – Edimburgo, TX @ Burt Ogden Arena
29 novembre – Houston, TX @ 713 Music Hall

READ  L'influente rockstar americana Don Everly, degli Everly Brothers, è morta all'età di 84 anni

Abelie Lombardi

"Pioniere del caffè. Pensatore appassionato. Creatore. Appassionato di Internet a misura di hipster".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post SpaceX ha appena effettuato tre lanci in 36 ore
Next Post Uno studio mostra che il mercato della moda di lusso è in crescita nonostante l’inflazione e la guerra