I guadagni dei giganti della tecnologia potrebbero essere un altro test per i mercati a nuovi livelli, come Telecom News ed ET Telecom

NEW YORK: Gli investitori si stanno dirigendo verso un torrente di rapporti sugli utili dai giganti della tecnologia e di Internet di Wall Street, poiché i titoli ad alta crescita che hanno spinto i mercati al rialzo per anni devono affrontare la pressione delle normative, degli ostacoli della catena di approvvigionamento e dell’aumento dei rendimenti del Tesoro.

Apple Inc, Microsoft Corp, Alphabet Inc, Amazon.com Inc e Facebook Inc sono pronti a segnalare i guadagni la prossima settimana. Collettivamente, questi cinque nomi rappresentano oltre il 22% della ponderazione nell’S&P 500, dando alle loro mosse azioni un enorme impatto sull’indice più ampio.

Nel complesso, le società che rappresentano il 46% della capitalizzazione di mercato dell’S&P 500 dovrebbero riferire i risultati trimestrali la prossima settimana, secondo Goldman Sachs.

I solidi rapporti sugli utili hanno aiutato a portare l’indice S&P 500 a nuovi massimi, con l’indice di riferimento in rialzo del 5,5% finora ad ottobre. A settembre, l’indice ha registrato il più grande calo percentuale mensile dall’inizio della pandemia nel marzo 2020.

Mentre gli investitori si aspettano che la maggior parte delle grandi società tecnologiche mostri guadagni solidi, molti ascolteranno anche indicazioni sulla capacità di sostenere questa crescita. Saranno inoltre in primo piano le previsioni sui colli di bottiglia dell’offerta, come la carenza di chip che colpisce un’ampia gamma di industrie globali, nonché le loro opinioni sulla sostenibilità del recente aumento dei prezzi al consumo.

C’era già qualche indicazione che le aziende tecnologiche potrebbero avere limiti elevati per articolarli. Intel e IBM hanno subito un brusco calo dopo i loro rapporti deludenti di questa settimana.

Nel frattempo, le azioni di Facebook sono diminuite del 5% venerdì dopo che Snap Inc, proprietario dell’app di messaggistica con immagini Snapchat, ha affermato che le modifiche alla privacy implementate da Apple sui dispositivi iOS stavano danneggiando la sua capacità di indirizzare e misurare i suoi annunci digitali.

READ  Il Direttore Generale di Webuild Massimo Ferrari: Pnrr è un'opportunità unica per liberare il potenziale dell'Italia

“Prevedo il potenziale per una maggiore volatilità”, ha affermato James Ragan, direttore della ricerca sulla gestione patrimoniale presso DA Davidson. “Potremmo avere la possibilità che alcune di queste grandi aziende deludano un po’”.

I guadagni di mercato di questo mese sono stati guidati da settori considerati particolarmente sensibili alle fluttuazioni dell’economia, tra cui l’energia e il settore finanziario, che sono aumentati rispettivamente dell’11% e dell’8%. Il settore tecnologico dell’S&P 500 è aumentato del 6% da inizio mese.

Molte aziende incentrate sulla tecnologia hanno ricevuto una spinta sulla scia della pandemia, in mezzo a un cambiamento nel comportamento dei consumatori durante la chiusura economica e la transizione al lavoro da casa.

“La domanda allora diventa, possono tenere il passo con questo?” ha affermato Samir Samana, capo stratega del mercato globale presso il Wells Fargo Investment Institute. Come sono i tassi di crescita per le grandi tecnologie?

Un sondaggio condotto da Bank of America Global Research all’inizio di questo mese ha mostrato che i gestori di fondi sottopesano leggermente la tecnologia rispetto alla loro posizione media negli ultimi 20 anni. Allo stesso tempo, hanno definito “Long tech” il commercio più attivo sul mercato per il quarto mese consecutivo.

I problemi della catena di approvvigionamento, inclusa la carenza di semiconduttori, saranno sicuramente un argomento per il produttore di iPhone Apple, mentre Amazon potrebbe aprire una finestra su come la stagione dello shopping natalizio sia influenzata da ostacoli logistici.

“Se Apple dicesse: ‘Sì, avremmo venduto molti telefoni tranne che per la mancanza di chip’, pensi che sia davvero pericoloso perché probabilmente sono i primi a ricevere chip da tutti”, ha detto Peter Toze. Presidente Chase Investment Board.

READ  AGGIORNAMENTO 1-La curva del Bund tedesco si inclina man mano che emergono solidi sondaggi sulle imprese

La possibilità di un intervento normativo da parte del governo degli Stati Uniti incombe anche su questi giganti, quindi gli investitori diffideranno di qualsiasi idea.

Questa settimana, l’autorità di vigilanza sui consumatori degli Stati Uniti ha dichiarato di aver richiesto informazioni a numerosi giganti della tecnologia su come raccolgono e utilizzano i dati sui pagamenti dei consumatori.

E il continuo aumento dei rendimenti dei Treasury, che si muove inversamente con i prezzi delle obbligazioni, potrebbe anche rappresentare una minaccia a lungo termine per la tecnologia e altri titoli in crescita. Le valutazioni di queste società dipendono maggiormente dai flussi di cassa futuri, che vengono scontati più rapidamente nei modelli standard quando i rendimenti sono elevati. Il rendimento del Treasury a 10 anni è salito di circa 35 punti base nell’ultimo mese all’1,64%.

“Non tutte le notizie sono state buone in termini di guadagni”, ha scritto Art Hogan, chief market strategist di National Securities. “Finora, le buone notizie hanno trionfato in un braccio di ferro contro le cattive, ma abbiamo una strada lunga e potenzialmente accidentata davanti”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post OMG 2: Akshay Kumar canalizza Lord Shiva in nuovi poster, dicendo “Ho bisogno delle tue benedizioni e desideri” | Bollywood
Next Post Kurt Sama spiega la sua decisione di lasciare il Chelsea dopo la fine di Thomas Duchess