I finanziamenti vaticani per beneficenza hanno raggiunto i 10,7 milioni di dollari nel 2022; $ 2,2 milioni vanno da soli a soddisfare le esigenze dell’Ucraina

CRACOVIA, Polonia (OSV News) – Era una giornata di sole a Roma il 13 gennaio quando un camion era completamente carico di rifornimenti. All’interno sono stati collocati indumenti termici, generatori di corrente e cibo con l’aiuto di un funzionario pontificio: il cardinale Konrad Krajewski, papa Francesco elemosiniere.

Il 18 gennaio il camion è arrivato a Zaporizhia, nell’Ucraina orientale.

Il vescovo ausiliare Jan Sopilo di Kharkiv-Zaporizhia ha detto a OSV News che il camionista ha espresso sorpresa al suo arrivo in Ucraina per il fatto che un cardinale del Vaticano avesse caricato il camion con l’aiuto di volontari a Roma, solo un esempio dei suoi sforzi di beneficenza. Il Vaticano per aiutare l’Ucraina che dal 24 febbraio 2022 soffre per l’invasione russa a tutto campo.

Il Dicastero Service for Charity, guidato dal cardinale polacco Krajewski, ha speso 2,2 milioni di dollari (2 milioni di euro) nel 2022 per gli aiuti umanitari in Ucraina, ha detto Papa Monier a OSV News. “Altri 2 milioni (euro) sono in riserva per questo, perché la guerra è ancora in corso e le persone sono troppo stanche per essere d’aiuto in un conflitto prolungato”.

Il Cardinale Konrad Krajewski, Prefetto del Dicastero vaticano per il Servizio della Carità, distribuisce aiuti umanitari a Zaporizhia, nell’Ucraina orientale, nel settembre 2022. (Foto OSV News/courtesy Dicastero per il Servizio della Carità)

I soldi del Vaticano sono un aiuto tangibile in tutta l’Ucraina, e il vescovo Subilo è uno dei beneficiari. “Lo distribuisco secondo necessità nella regione”, ha detto a OSV News.

Una delle beneficiarie è la sorella di Orionin, Renata Gorchak, che gestisce una casa per ragazze madri a Kharkiv, nell’Ucraina orientale.

“Ogni volta che ricevo una telefonata che qualcuno è disposto a darmi soldi o rifornimenti, comincio a urlare di gioia, anche se suona un po’ folle”, ha detto a OSV News.

Alla fine del 2022, la situazione con la casa è disastrosa: viaggia avanti e indietro nella vicina Polonia per portare cibo, medicine e forniture chimiche alle madri e ai rifugiati che si rifugiano in una casa che le suore chiamano Hope.

Suor Gorchak e altre tre suore orionine a Kharkiv ospitano nella loro casa 25 persone, per lo più ragazze madri ma anche profughe, famiglie che hanno perso tutto nell’est dell’Ucraina a causa dell’invasione russa. “Siamo molto grati al Santo Padre, farà davvero la differenza”, ha detto.

READ  Sampdoria vs AC Milan, Serie A 2022-23 online in diretta e tempo della partita in India: come guardare la partita della Serie A in diretta in TV e aggiornamenti sui risultati di calcio IST?

Suor Gorczak ha detto che avrebbe utilizzato il denaro papale principalmente per le forniture di gasolio.

“I generatori di corrente funzionano a diesel e li usiamo sempre. I bambini imparano online: quando non c’è elettricità, non c’è scuola per loro. Hanno anche bisogno di generatori di corrente per cucinare”.

I fondi vaticani contribuiranno anche a fornire lezioni di sport e arte per i bambini.

“È vantaggioso per tutti. Forniamo parti di vita normale ai bambini del quartiere, ma anche agli insegnanti che stanno a casa nostra e che non sono in grado di svolgere il loro lavoro regolare. Insegnano ai bambini karate, musica e inglese, e ora saremo in grado di pagarli per il loro lavoro”, ha detto suor Gorchak.

“Sposta il loro pensiero dalla realtà della guerra a una vita più normale”, ha aggiunto.

Le suore orionine preparano anche pacchi alimentari per la gente dei villaggi vicino a Kharkiv. “Erano poveri anche prima della guerra”, ha detto, “e non puoi nemmeno immaginare la loro situazione ora con i continui combattimenti intorno a loro”.

Il vescovo Jan Sopelo invia quotidianamente brevi videoclip al cardinale Krajewski, ciascuno con un messaggio di ringraziamento da parte di chiunque abbia appena ricevuto denaro papale.

“Abbiamo dei fratelli Albertini qui a Zaporizhia. Fanno il pane tre volte alla settimana e lo distribuiscono alla gente. Arrivano sempre più persone, non potendo procurarsi il pane da nessun’altra parte, quindi i fratelli hanno bisogno di soldi per continuare a cuocerlo”, ha detto il vescovo Subilo. Notizie dell’OSV. .

Ha anche fornito denaro papale a un medico locale. “Va in trincea per salvare vite. Sa benissimo che tipo di medicazioni sono necessarie”, ha detto Mons. Sopelo.

Oltre ai rifornimenti, ha detto, il camion da Roma ha portato qualcos’altro: una piccola gioia in più.

“Da mesi i soldati mangiano principalmente cibo in scatola, e il fatto che ci sia stata una fornitura di panettone (un pane dolce italiano a Natale) proveniente dal Papa ha dato loro un vero senso della festa”, ha detto Mons. Sobello.

Insieme ai 2,2 milioni di dollari in aiuti all’Ucraina, altri 8,5 milioni di dollari in fondi di beneficenza papali sono stati distribuiti a coloro che ne hanno bisogno in tutto il mondo nel 2022 fornendo forniture mediche, cibo, servizi igienici e alloggi.

READ  Una donna del Lanarkshire condivide le esperienze post-lockdown da una casa italiana

“Il denaro viene distribuito secondo le necessità attraverso i parroci qui a Roma, poiché il Santo Padre è Vescovo di Roma, e in tutta Italia dai parroci e attraverso i nunzi pontifici (minori pontifici) in tutto il mondo”, ha detto il cardinale Krajewski a OSV News.

“Aiutiamo ospedali, monasteri e istituzioni che si prendono cura dei bisognosi e dei poveri”, ha detto il cardinale Krajewski a OSV News. Chi ha bisogno di provviste o denaro, ha detto il porporato, chiede al papa, espatriati nel mondo, parroci di tutta Italia controllano la causa, e “quando la causa viene accolta, noi aiutiamo”.

Papa Francesco ha nominato il cardinale Krajewski elemosiniere pontificio nel 2013. L’Ufficio delle Carità Pontificie (Elemosineria Apostolica) è stato ribattezzato Dicastero per il Servizio della Carità nel giugno 2022, e da allora il cardinale ne è stato il prefetto.

Il cardinale Krajewski ha viaggiato cinque volte nell’Ucraina dilaniata dalla guerra nel 2022. Durante il primo viaggio nel marzo 2022, ha partecipato a una preghiera interreligiosa per la pace a Lviv, e nel secondo viaggio ha consegnato a Lviv un’ambulanza donata e benedetta da Papa Francesco. Ospedale. Durante il terzo viaggio pasquale, un’altra ambulanza papale è stata donata a un ospedale di Kiev. Tuttavia, ciò che ha fatto notizia in tutto il mondo è stata l’immagine del monaco papale che prega sulle fosse comuni appena scoperte a Bucha.

Durante il quarto viaggio, a metà settembre, il cardinale ha visitato l’Ucraina orientale ed è scampato a colpi di arma da fuoco mentre distribuiva rifornimenti con il vescovo Subilo a Zaporizhia. Il giorno successivo, ha visitato fosse comuni nella città orientale di Izeum.

L’ultimo viaggio del cardinale Krajewski nel 2022 in Ucraina è stato a Natale, quando si è assicurato la consegna di indumenti termici in Ucraina.

“I camion pieni di indumenti termici sarebbero stati fermati al confine a causa dei generatori di corrente che li trasportavano, quindi abbiamo scaricato il camion e ho guidato il mio furgone dalla città polacca di Lezajsk a Lviv nell’Ucraina occidentale tre volte al giorno per tre giorni di fila”, ha detto il cardinale Krajewski a OSV News, 600 miglia al giorno.

READ  La città italiana di Sorrento offre una multa per i turisti che indossano costumi da bagno

Ha detto che le parole del papa gli riecheggiavano in testa mentre guidava avanti e indietro: “Indossa il tuo cappello rosso ai poveri”. Il cardinale Krajewski ha detto: “Questo è quello che mi ha detto (nel) crearmi cardinale”.

“È possibile attraversare velocemente il confine senza aspettare dalle 12 alle 17 ore al confine polacco-ucraino solo con le targhe diplomatiche”, ha detto il cardinale, “che mi hanno aiutato ad attraversare quel confine”.

Il cardinale Krajewski ha affermato che gli oltre 10 milioni di dollari distribuiti dal Dicastero in beneficenza nel 2022 sono stati possibili solo grazie a persone di buona volontà.

I suoi compagni di casa hanno organizzato una campagna di crowdfunding a dicembre per aiutare a finanziare l’abbigliamento termico per l’Ucraina.

“L’obiettivo era di 100.000 euro. Abbiamo chiuso la raccolta fondi a 300.000 (€)”, ha detto Krajewski a OSV News, aggiungendo di essere rimasto colpito dalla generosità della gente.

Ha detto che due aziende italiane di abbigliamento sportivo hanno aiutato enormemente: Campagnolo ha offerto 20.000 magliette termiche per cinque euro ciascuna. “Sono 40 euro l’uno, quindi li stava davvero dando quasi gratis”, ha detto il cardinale. Un’altra società chiamata Macron ha fornito otto pallet di indumenti termici che erano già stati inviati in Ucraina.

La sorella Gorchak ha detto di essere contenta che il mondo fosse disposto ad aiutare coloro che non avevano più niente. Ha detto che è confortante sentirsi vicini al Papa stesso.

“Cerco di rimanere forte”, ha detto a OSV News. “Ciò che mi rende depresso è quando vado da qualche parte dove un anno fa ho visto case piene d’amore e ora vedo rovine. A volte chiedo a Dio: ‘Per favore, smettila con questa follia’, e l’unica cosa che mi fa andare avanti è che niente è impossibile per il mio Signore.

Paulina Guzik è redattrice internazionale di OSV News.

Altre notizie dal Vaticano

Copyright © 2023 Notizie OSV

Ravenna Bianchi

"Esperto di tv estremo. Fanatico della birra. Amichevole fan del bacon. Comunicatore. Aspirante esperto di viaggi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Quanto può vivere una persona? La discussione è divampata dopo la morte del maggiore
Next Post Il nucleo interno della Terra sembra rallentare la sua rotazione