Hubble cattura uno straordinario duo di stelle nella Nebulosa di Orione, a 1.450 anni luce di distanza

Telescopio spaziale Hubble Scatta una nuova straordinaria immagine della brillante stella variabile V 372 Orionis e della sua stella compagna.

I telescopi della NASA e dell’Agenzia spaziale europea hanno catturato le stelle nella Nebulosa di Orione, una regione di formazione stellare situata a circa 1.450 anni luce dalla Terra.

La stella compagna appare nell’angolo in alto a sinistra.

V 372 Orionis è un tipo speciale di stella variabile nota come Variabile di Orione.

La NASA sta testando con successo un nuovo motore per l’esplorazione dello spazio profondo

La brillante stella variabile V 372 Orionis è al centro di questa immagine dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA.

La brillante stella variabile V 372 Orionis è al centro di questa immagine dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA.
(ESA/Hubble e NASA, J. Bally, M. Robberto)

Il gas irregolare e la polvere della Nebulosa di Orione sono visibili nell’immagine. Le variabili di Orione sono più comunemente associate alle nebulose diffuse.

L’immagine del team sovrappone i dati di due degli strumenti del telescopio: la Advanced Camera for Surveys e la Wide Field Camera 3.

I dati sono stati stratificati alle lunghezze d’onda del visibile e dell’infrarosso per rivelare i dettagli dell’area.

Un astronauta a bordo dello Space Shuttle Atlantis ha catturato questa immagine con il telescopio spaziale Hubble il 19 maggio 2009.

Un astronauta a bordo dello Space Shuttle Atlantis ha catturato questa immagine con il telescopio spaziale Hubble il 19 maggio 2009.
(NASA)

La NASA e la DARPA sviluppano un motore a razzo termonucleare che potrebbe portare gli esseri umani su Marte: rapporto

In particolare, le altezze di diffrazione ambientale La stella più luminosa L’immagine si è formata quando un’intensa sorgente puntiforme di luce ha interagito con quattro rotori all’interno di Hubble che supportano lo specchio secondario del telescopio.

In questa immagine del 13 aprile 2017 fornita dalla NASA, i tecnici sollevano lo specchio del James Webb Space Telescope utilizzando una gru al Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland.

In questa immagine del 13 aprile 2017 fornita dalla NASA, i tecnici sollevano lo specchio del James Webb Space Telescope utilizzando una gru al Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland.
(Laura Betz/NASA via AP, File)

Clicca qui per l’app FOX NEWS

Relativamente parlando, quelli di Telescopio spaziale James Webb Teste esagonali dovute ai segmenti esagonali dello specchio e alla struttura di supporto a tre gambe dello specchio secondario.

READ  Nuovi indizi su chi svilupperà il lungo Covid

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *