Houston, abbiamo un problema a trasmissione sessuale: i casi di sifilide tra le donne sono aumentati del 130% dal 2019



Un focolaio di sifilide è stato dichiarato a Houston dopo che il numero di casi nelle donne è raddoppiato dal 2019.

I dati ufficiali hanno mostrato un aumento del 128% dei casi rilevati nel gruppo nella quarta città più grande d’America, passando da 295 casi nel 2019 a 674 lo scorso anno.

Per la sifilide congenita, o infezioni nei bambini non ancora nati, i casi sono aumentati di nove volte in città dal 2016 a circa 150 casi all’anno.

I funzionari sanitari sono preoccupati perché la malattia può danneggiare gli organi interni dei bambini in fase di sviluppo, provocandone la morte o una grave disabilità.

Il dottor Foy Equitor, direttore medico del pronto soccorso salvavita di Houston, ha avvertito molti texani di non credere che la malattia a trasmissione sessuale sia stata ampiamente debellata.

La sifilide è spesso chiamata “il grande pretendente” perché la malattia ha sintomi che si sovrappongono a molte altre malattie sessualmente trasmissibili, il che può portare gli operatori sanitari a ignorare del tutto i sintomi. Ecco cinque segni premonitori di malattia a cui prestare attenzione

ho detto VOLPE26: “Stiamo arrivando al punto in cui pensiamo che sia stato spazzato via. Parlo sempre con persone che dicono: ‘Sta succedendo ancora?'” Beh, sì, lo è.

Il Dipartimento della Salute di Houston ha dichiarato nel suo avviso che i casi della malattia nei bambini non ancora nati – sifilide congenita – sono aumentati di nove volte dal 2016.

Hanno detto che nel 2016 sono stati segnalati 16 casi, ma nel 2021, l’ultimo disponibile, il numero aveva raggiunto i 151.

Complessivamente, le infezioni sono aumentate del 57% in tre anni, passando da 1.845 casi nel 2019 a 2.905 nel 2022.

“È essenziale che le donne incinte richiedano cure prenatali e test per la sifilide per proteggersi dalle infezioni che potrebbero provocare la morte dei loro bambini”, ha affermato Marilyn Ward, vicedirettore del dipartimento.

Le donne incinte devono essere testate per la sifilide tre volte durante la gravidanza.

In risposta all’annuncio, il dipartimento rinuncerà a tutte le spese cliniche per i test STD presso i suoi centri sanitari in tutta la città di 2,3 milioni di persone. Stanno anche allestendo più cliniche mobili per lo screening di malattie sessualmente trasmissibili/HIV per aiutare le persone a sottoporsi a screening per la malattia.

A livello nazionale, anche i casi di sifilide sono in aumento, essendo aumentati del 32% solo dal 2020 al 2021 secondo i dati disponibili più recenti.

Alcuni A 174.000 americani viene ora diagnosticata la malattia ogni anno, inclusi quasi 3.000 bambini non ancora nati. Il South Dakota ha avuto il più alto tasso di casi di sifilide a livello nazionale nel 2021, mentre il Texas all’epoca era al 25° posto.

Non è chiaro cosa stia guidando questa tendenza, ma gli esperti affermano che potrebbe essere correlata all’abbandono dell’uso del preservativo e all’aumento degli appuntamenti online che possono incoraggiare più incontri sessuali e comportamenti sessuali più rischiosi.

La malattia è facilmente curabile con gli antibiotici, con le donne incinte testate tre volte durante la gravidanza.

Ma se non trattata, la malattia può danneggiare gli organi interni dei bambini, portandoli alla morte o alla disabilità.

Ecco i cinque segni premonitori di infezione a cui prestare attenzione:

più piaghe

La sifilide, che si diffonde più comunemente attraverso il sesso, è causata da un batterio chiamato Treponema pallidum.

Il primo segnale di avvertimento è una piaga a coppa, comunemente nota come mal di ulcera, nella bocca o nei genitali.

Molte persone infette sviluppano solo una piaga, che di solito è dura e indolore.

Le piaghe di solito si verificano tre settimane dopo l’esposizione ai batteri, nel punto in cui i batteri sono entrati nel corpo.

ha affermato Jeffrey Klausner, ex direttore dei servizi di prevenzione e controllo delle malattie sessualmente trasmissibili presso il Dipartimento della salute di San Francisco Washington Post che “le persone potrebbero non essere pienamente consapevoli” dei sintomi rivelatori della sifilide.

I dossi possono durare fino a sei settimane e possono andare via senza trattamento, ma ciò non significa che sei in pace.

Un’eruzione cutanea sui palmi delle mani

Se la sifilide non viene curata, la malattia può entrare in una seconda fase dell’infezione.

I sintomi della sifilide secondaria iniziano poche settimane dopo la scomparsa della piaga. Questo di solito consiste in un’eruzione cutanea.

La sifilide può causare un’eruzione cutanea che appare spesso sui palmi delle mani ma può persistere in qualsiasi parte del corpo, comprese le piante dei piedi. Di solito non sono pruriginosi e possono andare via senza trattamento

Il NHS descrive l’eruzione cutanea come “un’eruzione cutanea non pruriginosa che appare in qualsiasi parte del corpo, ma più comunemente sui palmi delle mani o sulla pianta dei piedi”.

L’eruzione cutanea può essere debole e difficile da notare e può assomigliare a eruzioni cutanee causate da altre condizioni, come la psoriasi e l’eczema, il che significa che anche i medici possono trascurare i segni.

Klausner ha detto che i medici a volte possono diagnosticare erroneamente la sifilide per un’infezione virale, che ha detto è perché: “Ci sono sempre meno esperti di sifilide”.

ghiandole gonfie

Nella fase iniziale dell’infezione, la sifilide può anche portare a “linfonodi ingrossati nell’area dell’ulcera”, secondo Penn Medicine.

Le ghiandole gonfie possono continuare nel secondo stadio, poiché i batteri continuano a crescere.

Le ghiandole gonfie sono un segno che il corpo sta combattendo l’infezione. Il NHS dice che di solito migliorano da soli entro due settimane.

Le aree comuni in cui potresti notare i linfonodi ingrossati includono il collo, sotto il mento, le ascelle e l’inguine.

Le ghiandole gonfie possono persistere nelle fasi primaria e secondaria dell’infezione mentre i batteri continuano a crescere

la perdita di capelli

Mentre la sifilide è un sintomo meno comune, può portare alla caduta dei capelli.

Il NHS afferma che può sembrare “perdita di capelli a chiazze nella testa, nella barba e nelle sopracciglia”.

Secondo uno studio del 2013 pubblicato nel National Institutes of Health, il tasso di perdita di capelli nella sifilide secondaria è solo dal 2,9 al 7%.

Questo tipo più comune di perdita di capelli è un modello “mangiato dalle tarme”, ovvero un’alopecia non cicatriziale che può interessare altre aree del cuoio capelluto.

Tuttavia, la caduta dei capelli non persiste e, secondo lo studio: “L’alopecia di solito scompare entro tre mesi dal trattamento adeguato per la sifilide”.

La caduta dei capelli è un sintomo meno comune della sifilide e di solito non è un effetto collaterale permanente =, se trattati, i capelli possono ricomparire

Sintomi influenzali

Un altro segnale di avvertimento da cercare sono i sintomi simil-influenzali, che possono continuare nella seconda fase dell’infezione.

Sebbene questi sintomi di solito scompaiano senza trattamento, se una persona infetta da sifilide non viene mai curata, può entrare nel terzo stadio della malattia.

La “fase latente” – quando non ci sono segni o sintomi visibili – può durare anni, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

La sifilide terziaria può quindi verificarsi fino a 30 anni dopo che una persona è stata infettata per la prima volta.

Può essere fatale e può colpire più sistemi di organi, inclusi cervello, nervi, occhi, cuore, vasi sanguigni, fegato, ossa e articolazioni.

Nella seconda fase dell’infezione, i sintomi simil-influenzali possono persistere mentre questi possono scomparire senza trattamento Se la persona non viene mai curata, può entrare nella terza fase dell’infezione e soffrire di effetti collaterali che alterano la vita

Quali sono gli altri segni della sifilide?

In qualsiasi stadio dell’infezione, la malattia può invadere il sistema nervoso (neurosifilide), il sistema visivo (sifilide oculare) e il sistema uditivo e/o vestibolare (sifilide osteocitica).

Secondo il CDCP, i segni di neurosifilide includono:

  • forte mal di testa;
  • Problemi con i movimenti muscolari.
  • debolezza muscolare o paralisi (incapacità di muovere alcune parti del corpo);
  • intorpidimento; E
  • cambiamenti nello stato mentale (difficoltà di concentrazione, confusione, cambiamenti di personalità) e/o demenza (problemi di memoria, pensiero e/o decisioni).

I segni della sifilide oculare possono includere:

  • Dolore o arrossamento negli occhi.
  • punti galleggianti nel campo visivo (“floater”);
  • fotosensibilità e
  • Cambiamenti visivi (visione offuscata o addirittura cecità).

Segni e sintomi di osteosifilide possono includere:

  • perdita dell’udito;
  • ronzio, ronzio, ruggito o sibilo nelle orecchie (“tinnito”);
  • difficoltà di equilibrio e
  • vertigini o stordimento;

Cos’è la sifilide? Come viene diagnosticato? Può essere curato?

La sifilide è un’infezione batterica che di solito si contrae facendo sesso con una persona infetta.

Si diffonde attraverso lo stretto contatto con una piaga infetta, che di solito si verifica durante il sesso vaginale, orale o anale.

Una donna incinta infetta può trasmettere l’infezione sessualmente trasmessa ai suoi figli non ancora nati, il che può portare ad aborto spontaneo o parto morto.

La sifilide può anche essere diffusa condividendo gli aghi con una persona infetta.

I sintomi non sono sempre evidenti e alla fine possono scomparire.

Possono includere:

  • Piaghe o piaghe piccole e indolori sul pene, sulla vagina, sull’ano o intorno alla bocca
  • Un’eruzione cutanea rossa e macchiata sui palmi delle mani o sulla pianta dei piedi
  • Piccole escrescenze cutanee sulla vulva o sull’ano
  • Macchie bianche in bocca
  • Affaticamento, mal di testa, dolori articolari, febbre e linfonodi ingrossati

Se non trattata, la sifilide può diffondersi al cervello o in altre parti del corpo e causare disabilità o morte.

Il trattamento è solitamente un’iniezione di un antibiotico nel gluteo o una combinazione di compresse.

Le persone possono ridurre il rischio usando un preservativo durante il sesso, una diga dentale (quadrato di plastica) durante il sesso orale ed evitando di condividere giocattoli sessuali.

Fonte: Scelte NHS

READ  La NASA rilascia una straordinaria immagine piena di stelle dal telescopio Webb

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *