Ho “bloccato” i numeri per quelli dell’establishment: Imran Khan

Islamabad: In precedenza Primo Ministro del Pakistan Imran Khan ha affermato che l’establishment lo stava chiamando ma ha bloccato i loro numeri e non avrebbe parlato con nessuno fino all’annuncio della data delle elezioni generali, sostenendo che sganciare una bomba atomica sul paese sarebbe stato meglio che avere “criminali” a capo del governo.
Khan, che è stato estromesso dal potere il mese scorso a causa di una mozione di sfiducia, è diventato il primo Pakistan Primo Ministro da destituire senza tante cerimonie ParlamentoHa esortato le persone a prepararsi per la “marcia storica” ​​verso la capitale federale e ha affermato che “molte opzioni (saranno) aperte quando la gente scenderà in piazza”.
“I messaggi provengono dall’establishment, ma non parlerò con nessuno a meno che non venga annunciata la data delle prossime elezioni generali”, ha detto Khan ai giornalisti venerdì.
Khan ha detto di aver “bloccato i loro numeri”.

Khan ha ripetutamente affermato che gli Stati Uniti hanno cospirato con gli allora leader dell’opposizione per rovesciare il suo governo.
Geo News ha riferito di aver chiesto alle persone che sostengono la “cospirazione” se erano preoccupate per il futuro del Pakistan.
“Sarebbe stato meglio sganciare una bomba atomica sul Pakistan che avere questi criminali al potere”, ha detto.
Il capo del Pakistan Insaf Movement (PTI) ha detto di aver appreso del “complotto” nel giugno dello scorso anno, ma sfortunatamente “tutte le decisioni” sono state prese per indebolire il suo governo – e alla fine sono state spedite in scatola.
Khan ha detto che il suo rapporto con l’establishment (militare) è stato buono fino all’ultimo giorno del suo governo, ma c’erano due questioni su cui non si sono incontrati faccia a faccia.
L’ex primo ministro ha affermato che “attori potenti” volevano rimuovere Usman Buzdar dalla carica di primo ministro della provincia del Punjab, ma ha detto loro che c’erano “più problemi di corruzione e governance nel Sindh”.

READ  Trasmissione in diretta della guerra in Ucraina: due combattenti britannici sono apparsi sulla TV di stato russa, chiedendo di essere scambiati

La seconda disputa con l’establishment riguardava l’allora capo dello spionaggio del paese, il tenente generale Fayez Hamid.
“Non riuscivo nemmeno a pensare che la corruzione non fosse un problema per gli ‘attori potenti’ e che avrebbero imposto questi criminali al paese, ma sfortunatamente lo è stato”, ha detto il giocatore di cricket di 69 anni diventato -politico.
In precedenza, Khan ha lanciato uno sguardo velato al potente esercito in quanto ha consentito il successo del cruciale movimento di opposizione alla mozione di sfiducia contro di esso, dicendo di aver avvertito i “neutralisti” che se il “complotto” avesse avuto successo, la fragile ripresa economica del paese andrebbe a “pinzare”.
Khan è passato ai social media dopo che la rupia pachistana ha continuato a deprezzarsi e ha raggiunto 193 rupie rispetto al dollaro USA, il livello più basso nella storia del paese.
Ha detto che il “governo importatore” non ha fatto nulla perché il mercato era in attesa di un’azione.

Dopo la sua cacciata, ha accusato gli Stati Uniti di complottare contro il suo governo, che è la posizione dell’attuale governo del Primo Ministro Shahbaz Sharif confutare.
Le istituzioni statali come la magistratura e l’esercito sono state pesantemente criticate dai sostenitori di Khan da quando il loro leader è stato rimosso dal potere con una mozione di sfiducia.
Da allora, Khan ha tenuto diverse manifestazioni pubbliche in varie città e ha descritto il nuovo governo come “traditori e governanti corrotti” presumibilmente imposti per ordine degli Stati Uniti.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Prigioniero palestinese Awta 70° giorno di sciopero della fame | Notizie del conflitto israelo-palestinese
Next Post Gli scienziati sono riusciti a coltivare piante nel suolo lunare: NPR