Ha perso 54 rupie contro il dollaro nell’attuale periodo di governo

Immagine rappresentativa.

Islamabad: La rupia pakistana si è deprezzata del 30,5% rispetto al dollaro USA negli ultimi tre anni e quattro mesi sotto il governo pakistano Tehreek-e-Insaf.

La rupia ha assistito a un massiccio calo da 123 rupie per dollaro USA nell’agosto 2018 a 177 rupie per dollaro USA nel dicembre 2021, con un calo del 30,5% negli ultimi 40 mesi. Questo lo rende una delle più alte svalutazioni nella storia del paese. L’unica altra svalutazione più elevata si è verificata quando il Dhaka è caduto e il valore della valuta pakistana si è deprezzato del 58% da Rs 4,60 a Rs 11,10 contro il dollaro USA nel 1971-72.

Molti economisti indipendenti sostengono che questa recente svalutazione è stata dettata dal FMI attraverso azioni precedenti e non ha nulla a che fare con i fondamentali macroeconomici.

Il dottor Ashfaq Hassan Khan, un ex consigliere economico, ha affermato che c’è stato un completo crollo della politica economica poiché la politica fiscale del paese è diventata soggetta alle politiche monetarie e di cambio. Ha affermato che la stretta monetaria e il deprezzamento del tasso di cambio hanno portato a un aumento dell’inflazione, del debito pubblico e del servizio del debito. L’evidenza empirica ha mostrato che un inasprimento monetario dell’1% ha aumentato la pressione inflazionistica dell’1,3% nel caso del Pakistan.

Gli esperti affermano che questa massiccia svalutazione sotto il governo del PTI ha alimentato pressioni inflazionistiche, aggiungendo che due fattori principali hanno contribuito all’aumento dei prezzi. In primo luogo, i prezzi dei prodotti alimentari e delle materie prime, nonché i prezzi del carburante sono saliti alle stelle nel mercato internazionale e, in secondo luogo, anche il deprezzamento del tasso di cambio del 30,5% ha portato a un aumento dell’inflazione.

Alcuni studi di economisti suggeriscono che una svalutazione del 10% ha fatto aumentare il tasso di inflazione basato sull’IPC dello 0,6%. Di conseguenza, un deprezzamento del 30,5% ha aumentato le pressioni inflazionistiche di circa il 2%. Ciò indica che del tasso di inflazione dell’11,5% su base mensile, circa il 2% deriva dal deprezzamento del tasso di cambio.

READ  Gli Stati Uniti chiedono una nuova indagine "trasparente" sull'origine del Covid perché Fauci "non è convinto

L’analisi delle valute regionali rispetto al dollaro USA mostra che la valuta pakistana ha subito una massiccia svalutazione rispetto ad altre valute.

La rupia indiana si è attestata a 75,39 contro il dollaro USA. La rupia indiana ammontava a Rs 70,09 nel 2018, Rs 73,66 a dicembre 2019, Rs 74,53 a marzo 2020 e Rs 74,57 ad aprile 2021.

Nel caso del Bangladesh, il taka bengalese si è attestato a 85,76 contro il dollaro USA e negli ultimi due anni ha avuto una media tra 84 e 85,9.

Nel frattempo, la rupia pakistana ha continuato il suo deprezzamento e si è attestata a 177 rupie contro il dollaro USA nel dicembre 2021. Si è notevolmente deprezzata da 123 rupie contro 177 rupie contro il dollaro negli ultimi tre anni e quattro mesi.

rupia e instabilità

Durante il mandato di Musharraf – Shaukat Aziz tra il 1999 e il 2007, la valuta del paese è rimasta sostanzialmente stabile e si aggirava intorno alle 60 rupie indiane contro il dollaro USA. Quando il sistema guidato dal PPP è salito al potere nel 2008, il valore della rupia si è deprezzato a causa dell’aumento del disavanzo delle partite correnti ed è sceso a 80 rupie in pochi mesi.

Successivamente, la rupia è stata nuovamente aggiustata rispetto al dollaro in modo graduale dopo che il Pakistan ha aderito al programma del FMI ed è rimasta intorno a 90 rupie indiane contro il dollaro USA dal 2008 al 2013. Nel giugno 2013, la valuta si è stabilizzata a 98,5 rupie contro gli Stati Uniti. dollaro.

Successivamente, il partito PML-N è salito al potere nel 2013. Nel novembre 2013, la valuta pakistana si è stabilizzata a 107,5 rupie indiane contro il dollaro USA. Le politiche dell’ex ministro delle finanze Ishak Dar hanno fatto scendere la rupia a un tasso medio di 98 rupie contro il dollaro USA nel giugno 2014.

READ  Terremoto di magnitudo 6.9 colpisce il Messico, gli edifici ondeggiano nella capitale

La rupia pakistana è rimasta stabile a 100 rupie nell’agosto 2014 mentre si è leggermente aggiustata e si è stabilizzata a 105 rupie contro il dollaro USA nel 2015-16 e 2016-2017. Successivamente, l’ex ministro delle finanze Miftah Ismail ha permesso alla rupia di adeguarsi al dollaro ed è scesa a 118 rupie rispetto al dollaro USA nel giugno 2018.

La rupia ha continuato a diminuire durante il governo provvisorio del governo provvisorio. Tuttavia, quando il regime guidato dal PTI è entrato nel governo nell’agosto 2018, la rupia si è stabilizzata a 123 rupie contro il dollaro USA.

Successivamente, il Pakistan si è unito al programmatore del FMI e la rupia si è deprezzata in media e si è attestata a 155 rupie contro il dollaro USA nel giugno 2019. Fino ad aprile 2020, la rupia ha continuato a deprezzarsi fino a 164 rupie contro il dollaro USA. Ad agosto 2020, la rupia ha toccato le 167,7 rupie contro il dollaro USA.

Per un breve periodo, fino ad aprile 2021, la rupia si è rafforzata ed è rimasta in media a 152 rupie contro il dollaro USA. Dall’aprile 2021 la valuta pakistana ha conosciuto una nuova ondata di declino con la rupia che ha toccato una media di 156 rupie contro il dollaro USA a giugno 2021, 168 rupie a settembre 2021 e 170 rupie a novembre 2021. A dicembre 2021 la rupia ha superato 177 rupie contro il dollaro americano. dollaro.

inflazione

In media, l’inflazione dipendente dall’IPC si è attestata intorno all’8,2% tra il 1991 e il 2020-2021. Tuttavia, il tasso di inflazione basato sull’IPC ha attraversato la doppia cifra e ha toccato l’11,53% a novembre 2021. Ci sono altri fattori che hanno fatto aumentare l’inflazione, ma anche il massiccio deprezzamento della rupia ha svolto un ruolo importante nell’aumento dei prezzi negli ultimi mesi.

READ  RT-PCR Share Cut, "Gold Standard" diventa "Standard" per la virata centrale

L’economista Dr. Zafar Mahmoud ha affermato che l’aumento delle riserve valutarie aiuta i paesi a manovrare, ma con riserve limitate, c’è meno spazio per il paese per stabilizzare la propria valuta. Il Pakistan ha bisogno di costruire le sue riserve di valuta estera attraverso afflussi che non creino debito come esportazioni, rimesse e investimenti esteri.

Sajid Amin Javid, un economista di SDPI, ha affermato che la svalutazione della valuta negli ultimi tre anni si era già accumulata negli ultimi otto anni a causa della rupia artificialmente sopravvalutata.

Ha detto che se si analizzassero i dati dell’ultimo decennio, si dimostrerebbe che l’India e il Bangladesh hanno consentito il consumo quando era necessario. Se si analizzano i dati dal 2016 al 2018, si evidenzierà che il disavanzo delle partite correnti del Pakistan è peggiorato ma la rupia è rimasta stabile; Mentre in India c’era meno disavanzo delle partite correnti, la rupia indiana è scesa da Rs 63 a Rs 71 contro il dollaro USA.

Ha detto che il Pakistan ha mantenuto la rupia sul lato più alto e quindi c’è stato un deprezzamento cumulativo della valuta. Ha descritto questo fenomeno come un “declino forzato” poiché le riserve di valuta estera si sono esaurite e il disavanzo delle partite correnti si è ampliato. Ha detto che gli eventi in Afghanistan hanno aumentato la pressione sul tasso di cambio in Pakistan.

Ha detto che il Pakistan aveva aderito al programma del FMI, quindi non aveva altra scelta che garantire l’attuazione della svalutazione forzata. “Il problema principale sono le nostre politiche perché creano panico e incertezza”, ha aggiunto.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Tappeto rosso dei People’s Choice Awards 2021: moda per tutte le celebrità
Next Post I comandi e i comandi di Holiday Alexa si insinuano nello spirito natalizio