Guida del viaggiatore alla sovranità economica europea – Consiglio europeo per le relazioni estere

Gli ultimi quattro mesi hanno insegnato agli europei una dura lezione sul valore della sovranità economica. L’economia è una delle poche aree in cui l’Unione Europea ottiene buoni risultati nell’indice di sovranità europeo dell’ECFR, pubblicato di recente. Ma la guerra della Russia all’Ucraina ha messo in luce alcune delle maggiori debolezze dell’Europa: un’eccessiva dipendenza e miopia dai combustibili fossili russi.

Ci auguriamo che gli europei traggano le giuste conclusioni da questa esperienza. Il rovescio della medaglia della loro dipendenza dall’energia russa è la dipendenza della Russia dalle tecnologie occidentali, dai servizi finanziari e dalle entrate del commercio di materie prime, che hanno consentito all’Unione Europea e ai suoi alleati di colpire il regime del presidente Vladimir Putin con dure sanzioni economiche. Gli europei devono ora rendersi conto che l’interdipendenza non è una garanzia di pace ma un’arma a doppio taglio – e che la sovranità deriva dalla capacità di navigare in un mondo interconnesso piuttosto che annullarlo.

Poiché molti cittadini dell’UE passano alla modalità vacanza, potrebbero essere tentati di evitare questa dura realtà per il momento. Dopotutto, la carenza di gas russo potrebbe farsi sentire in soli sei mesi. E mentre l’impennata dei prezzi del carburante, dei biglietti aerei e tutto il resto ricorderanno periodicamente agli europei la guerra, il loro interesse per la questione svanirà quasi sicuramente durante l’estate.

Purtroppo non hanno tempo da perdere. Questo è il motivo per cui alcuni leader europei stanno già facendo il giro del Medio Oriente e del Nord Africa per mobilitare nuove forniture di energia in tempo per l’inverno. Per garantire che i cittadini continuino a sostenere questi sforzi volti a rafforzare la sovranità economica dell’Europa, potrebbero aver bisogno di un nuovo vocabolario. L’esperienza di viaggio stessa può fornirlo.

READ  La vittoria dell'Italia a Euro 2020 sulla stampa mondiale

Impermeabili e crema solare

Rafforzare la sovranità economica è molto simile a fare le valigie. Dietro ogni oggetto che si porta c’è una teoria su quale scenario potrebbe essere necessario: un impermeabile per le giornate nuvolose; Crema solare per un’ondata di caldo. Sarebbe troppo ottimistico accettare solo quest’ultimo e sconsideratamente non accettare neanche.

Allo stesso modo, l’Europa deve prepararsi a tutti i tipi di clima economico e geopolitico. Quest’anno è tutto incentrato sulla Russia e sull’energia. Ma altre interdipendenze, in particolare per quanto riguarda la Cina, potrebbero rivelarsi cruciali per il futuro. Gli Stati membri che rendono l’UE vulnerabile alla coercizione economica cinese, facendo troppo affidamento su di essa per il commercio o gli investimenti, o non controllando adeguatamente gli investimenti cinesi, non sono necessariamente gli stessi che hanno una relazione tossica con la Russia.

Di conseguenza, nel valutare i contributi degli Stati membri dell’UE alla sovranità economica, è importante considerare tutti i tipi di interdipendenza, non solo quelli legati alla Russia. Ad esempio, mentre paesi come Austria, Finlandia, Lituania e Germania dipendono eccessivamente dalla Russia, danno un contributo maggiore alla sovranità economica in altre regioni. Al contrario, la Grecia e il Portogallo in generale si comportano molto peggio che se si guarda solo alla loro resilienza economica contro la coercizione russa. I responsabili politici europei avranno bisogno del tipo di quadro generale fornito dall’indice di sovranità europeo se vogliono prepararsi per il prossimo viaggio.

Una rete di amici all’estero

Quando si viaggia in un luogo sconosciuto, è meglio avere amici da chiamare in caso di emergenza. Potrebbe essere necessario un posto dove stare se l’hotel viene chiuso inaspettatamente. Sarebbe faticoso e poco pratico mettere in valigia una tenda, sacchi a pelo, gas da campeggio e kit di sopravvivenza per ogni evenienza.

READ  Ultime notizie sul coronavirus: Draghi afferma che l'Italia potrebbe imporre i vaccini Covid in attesa della piena approvazione

Lo stesso vale per la sovranità economica. Oggi, i tentativi di un paese di ridurre la propria esposizione alla coercizione economica possono essere rafforzati cooperando con gli altri. Non è sufficiente fare affidamento su protezioni e risorse personali come un’economia resiliente, una base industriale nazionale, la produzione interna di energia o un quadro di screening degli IDE. Si tratta di costruire una rete di partner diversi e affidabili. Poiché i responsabili politici europei parlano sempre più della necessità di risovvenzionare la produzione e la rigenerazione, si potrebbe anche sostenere che la pandemia di COVID-19 Lo ha mostrato La globalizzazione può rendere l’Europa più resiliente.

Questo spiega perché i Paesi Bassi, non la Francia, sono il leader della supremazia economica europea nell’indice. I francesi possono essere i più accaniti sostenitori di questo concetto, ma tendono a interpretarlo in modo un po’ protezionistico. Al contrario, gli olandesi non solo sostengono iniziative che rafforzano le difese economiche dell’UE, ma si occupano anche in modo aggressivo del commercio e degli investimenti internazionali, evitando saggiamente disuguaglianze eccessive e sfavorevoli in questo. In altre parole, sono maestri del surf e hanno costruito una rete di amici fidati all’estero.

compagni di viaggio

Infine, i compagni di viaggio sono molto importanti. Andare in viaggio con un gruppo di 27 studenti per esempio è una cosa: una persona che si ammala può stare sempre in ospedale mentre gli altri restano. Ma è tutta un’altra storia quando si viaggia in famiglia: se qualcuno dimentica il passaporto, tutti dovrebbero fermarsi alla frontiera e tornare a casa.

È controverso – nella loro ricerca della sovranità economica – che i 27 paesi dell’UE siano più vicini al primo o all’ultimo status. In termini di alimentazione, sono come un gruppo di studenti che hanno perso la strada e ora cercano freneticamente un posto dove dormire, a volte in competizione tra loro mentre lo fanno. Gli italiani vanno in Algeria; I tedeschi visitano il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti. Naturalmente, anche l’Unione europea sta compiendo sforzi encomiabili in questo settore, anche raggiungendo i paesi del Medio Oriente e sviluppando una strategia energetica. Ma queste iniziative coesistono con quelle dei singoli Stati membri.

READ  L'Italia inizia a distribuire il secondo vaccino di richiamo per il Covid ai cittadini più vulnerabili

Gli europei devono ora rendersi conto che l’interdipendenza non è una garanzia di pace ma un’arma a doppio taglio

Allo stesso tempo, i 27 paesi dell’UE sono simili alla famiglia nel loro approccio alla presa e all’attuazione delle decisioni di politica estera. La sovranità economica dell’UE dipende dalla capacità degli Stati membri di raggiungere un consenso su questioni politiche chiave, come le sanzioni economiche alla Russia e le relazioni commerciali con la Cina. È quindi allarmante, nell’indice ECFR, che sei Stati membri abbiano prestazioni scarse e altri due falliscano in termini di sovranità economica – con Bulgaria, Ungheria e Cipro i peggiori risultati. Le conseguenze pratiche di ciò erano forse più evidenti quando l’Ungheria stava bloccando le sanzioni dell’UE sul petrolio russo. In termini di sovranità economica, questi paesi sono la pecora nera della famiglia. Sfruttando le debolezze del quadro decisionale dell’UE, possono esporre l’intero blocco al lato oscuro dell’interdipendenza.

Tuttavia, l’Unione Europea e i suoi Stati membri sono ora in cammino verso una maggiore sovranità economica. Non raggiungeranno la loro destinazione a meno che non si preparino bene per il viaggio. Si può solo sperare di ricordare la crema solare, gli impermeabili e tutte le altre cose di cui hanno bisogno. Stare a casa non è un’opzione.

Il Consiglio europeo per le relazioni estere non prende posizioni collettive. Le pubblicazioni ECFR rappresentano solo le opinioni dei loro singoli autori.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Doja Cat ha chiesto a Noah Schnapp di metterla in contatto con la co-star Joseph Quinn
Next Post L’allenatore di baseball dell’Arkansas, Dave Van Horn, non è contento della data del draft MLB