Guarda SpaceX fare il suo primo locale notturno parcheggiato dal 1968

Quattro astronauti portano un occhio rosso sulla Terra.

Alle 20:35 ET di sabato, un equipaggio di quattro persone – tre astronauti della NASA e uno dell’Agenzia spaziale giapponese – è partito dalla Stazione Spaziale Internazionale in una capsula costruita da SpaceX.

“Grazie per la vostra ospitalità, mi dispiace di essere rimasti un po ‘più a lungo”, ha detto Michael Hopkins, capitano dell’equipaggio di Crew Dragon Resilience, riferendosi al volo in partenza ritardato dalle intemperie. “Ci rivedremo sulla Terra.”

Gli astronauti orbiteranno attorno al pianeta più volte nelle ore successive fino a quando gli astronauti non saranno dispersi domenica mattina presto nel Golfo del Messico a sud di Panama City, in Florida.

La NASA non ha eseguito uno spray notturno come questo dal 1968, quando … Apollo 8La prima missione per inviare astronauti intorno alla luna sulla Terra è tornata.

Il tempo approssimativo per spruzzare è di 2:57 ET di domenica. SpaceX in aAggiornamento N sabato pomeriggio Ho detto che il tempo è ancora adatto per l’atterraggio.

L’agenzia ha programmato una conferenza stampa con la NASA, SpaceX e altri funzionari domenica alle 5 del mattino.

La NASA e SpaceX stanno trasmettendo la copertura in diretta di queste operazioni su TV della NASA Oppure puoi guardare il video nel player integrato sopra.

Sarà un lungo viaggio. Gli astronauti sono saliti a bordo della Crew Dragon e hanno chiuso il portello alle 18:26, ma poi sono passate più di due ore prima di lasciare la capsula mentre gli astronauti hanno verificato che non c’erano perdite d’aria dalla capsula, chiamata Resilience, o dalla stazione spaziale. Flex è stato separato in modo indipendente alle 20:35 e poi ha effettuato una serie di lanci di razzi per allontanarsi dalla stazione spaziale.

SpaceX ha confermato che il lancio del missile Completato alle 22:17. La capsula ora ruoterà attorno alla pianta fino a quando la Florida non sarà allineata nella posizione corretta fino a quando non sarà dispersa nel Golfo del Messico.

Poco prima delle 2 del mattino, mentre si prepara a tornare sulla Terra, il Drago dell’Equipaggio smaltirà quella che SpaceX chiama la sezione “bagagliaio” della navicella: la cabina cilindrica sotto la capsula a forma di goccia. Il tronco brucerà nell’atmosfera.

Cinque minuti dopo aver separato il busto, la capsula lancerà le sue eliche fuori dall’orbita.

Una volta che è sufficientemente basso nell’atmosfera terrestre, i paracadute si apriranno per abbassare delicatamente la capsula in mare.

Il veicolo spaziale può tornare in sicurezza sulla Terra sull’acqua o sulla terra.

Durante gli anni ’60 e ’70, le capsule Mercury, Gemini e Apollo della NASA si tuffarono nell’oceano mentre le capsule sovietiche terminarono tutti i loro viaggi sulla Terra. Le capsule Soyuz russe esistenti continuano ad atterrare sulla Terra, così come le capsule Shenzhou che trasportano l’astronauta cinese.

READ  Il lancio di Boeing Starliner è stato ritardato di nuovo in quanto è tornato in fabbrica per la risoluzione dei problemi

La NASA è tornata ad atterrare nelle acque il 2 agosto 2020, quando il primo equipaggio è tornato sulla Terra nella capsula SpaceX Crew Dragon – lo stesso aereo che ha trasportato gli astronauti alla stazione spaziale la scorsa settimana – vicino a Pensacola, in Florida.

Il ritorno dall’ambiente di caduta libera di un’orbita alle forze naturali di gravità sulla Terra è spesso fonte di confusione per gli astronauti. Il cedimento dell’acqua aggiunge la possibilità di mal di mare.

Durante una conferenza stampa lo scorso anno, Douglas Hurley, un ex membro dell’equipaggio che ha completato un atterraggio in acqua nella capsula SpaceX, ha detto di aver letto i rapporti degli astronauti dalle missioni Skylab della NASA, alcune delle quali sono state le ultime prima di lui ad effettuare un atterraggio in acqua. “Ci sono state alcune sfide dopo lo splash”, ha detto. “La gente non si sentiva bene, sai, è il caso dell’atterraggio in acqua, anche se non è così bello come lo saremmo noi”.

Il signor Hurley ha ammesso che il vomito non sarebbe stato inaspettato.

Ha detto: “Ci sono borse se ne hai bisogno, e te le forniremo”. “Se questo deve accadere, certamente non sarà la prima volta che ciò accadrà in un veicolo spaziale”, ha aggiunto.

La NASA afferma che il veicolo spaziale statunitense non ha effettuato un atterraggio notturno sull’acqua dagli astronauti dopo l’Apollo 8.

Questo equipaggio arrivò prima dell’alba del 27 dicembre 1968, a circa 1.000 miglia a sud-ovest delle Hawaii. Orari per il giorno successivo L’ha definita una “mitragliatrice di precisione” e ha indicato che l’equipaggio è rimasto nella loro capsula per 90 minuti prima di essere catturato dal Pacifico da una squadra di elicotteri della USS Yorktown. “Portaci fuori di qui, non sono un marinaio su questa barca”, ha detto William Anders, il capitano del modulo lunare della missione, alla radio mentre si trovava nella capsula. (James Lovell, il suo compagno di equipaggio, era un capitano della Marina degli Stati Uniti.)

SpaceX si è addestrato per operare di notte e in gennaio è riuscito a recuperare una capsula da carico caduta nel Golfo del Messico, a ovest di Tampa Bay.

Uno dei vantaggi degli sbarchi notturni può essere la possibilità di un minor numero di barche private. quello era Problemi ad agosto quando la precedente capsula SpaceX è caduta. Più di una dozzina di barche, una delle quali battente bandiera della campagna di Trump, si sono riversate sulla capsula e alcune sono entrate per dare un’occhiata più da vicino.

READ  I bambini statunitensi ora ottengono quasi il 70% delle loro calorie da cibi "ultra-elaborati".

L’episodio ha sollevato preoccupazioni tra i funzionari della NASA e di SpaceX sulle misure di sicurezza e protezione. I funzionari della NASA hanno affermato che in caso di emergenza, le barche private potrebbero aver ostacolato gli sforzi di recupero. Hanno aggiunto che potrebbero esserci fumi tossici dalla capsula, che potrebbero rappresentare un rischio per i diportisti.

Per evitare un tale risultato, questa volta la Guardia Costiera creerà una zona di sicurezza di 11,5 miglia attorno al sito di distribuzione dell’acqua e darà la caccia a eventuali intrusi.

Il rischio che una spazzatura spaziale entri in collisione con un veicolo spaziale diretto o proveniente dalla stazione spaziale è generalmente minimo. In genere è un volo molto breve – circa un giorno – e un’astronave come la Crew Dragon è molto piccola, quindi non è un ottimo bersaglio per un frammento di detriti.

ma quando Un altro gruppo di astronauti, Crew-2, è stato lanciato la scorsa settimana In un gioco diverso di Crew Dragon, hanno avuto un po ‘di panico quando il Mission Control Center presso il quartier generale di SpaceX in California ha detto loro della loro presenza Un pezzo di detriti si diresse verso la loro strada. Hanno indossato le tute spaziali e sono tornati ai loro posti in caso di collisione di un veicolo spaziale, che potrebbe causare la depressurizzazione della capsula.

Il Mission Control Center ha quindi fornito un aggiornamento rassicurante: ulteriori analisi hanno indicato che l’approccio più vicino ai detriti spaziali non era affatto vicino. Tuttavia, per precauzione, gli astronauti hanno aspettato fino a quando non sono stati informati che la spazzatura spaziale era passata.

Il giorno successivo, un portavoce della NASA ha detto che i detriti avevano superato 28 miglia, non molto vicini.

Quindi, il comando spaziale degli Stati Uniti, che sta monitorando i detriti in orbita, ha apportato un aggiornamento ancora più sconcertante: il pezzo di detriti presumibilmente passato da un dragone dell’equipaggio non esisteva affatto. Una portavoce dello Space Command ha detto che è in corso una revisione per determinare la causa del falso allarme.

Ci sono quattro astronauti nell’equipaggio-1:

Victor Glover, 45 anni, è stato scelto dalla NASA nel 2013 come astronauta, al suo primo volo spaziale. lui è È anche il primo astronauta nero della NASA Essere un membro dell’equipaggio per una stazione spaziale.

Michael S. Hopkins, 52, un colonnello della US Space Force, è il comandante del volo. (Il colonnello Hopkins è anche il primo membro della US Space Force appena creata ad andare nello spazio.) Era uno dei nove astronauti selezionati dalla NASA nel 2009. Ha fatto un precedente viaggio alla Stazione Spaziale Internazionale, nel 2013-14, spendendo 166 Un giorno in orbita.

READ  L'amministratore della NASA Bill Nelson crede che non siamo soli nell'universo

Soichi Noguchi, 56 anni, astronauta dell’agenzia spaziale giapponese JAXA, completa il suo terzo viaggio nello spazio. Era un membro dell’equipaggio dello Space Shuttle Discovery nel 2005, nel primo lancio dello shuttle dopo aver perso la Columbia ei suoi sette astronauti più di due anni fa.

Durante quella visita alla Stazione Spaziale Internazionale, il signor Noguchi ha fatto tre viaggi spaziali. Ciò includeva tecniche di test sviluppate per riparare i danni termici delle piastrelle sulla navetta simile a ciò che ha spazzato via la Colombia quando è tornata nell’atmosfera terrestre. Nel 2009-10, ha trascorso cinque mesi in orbita come membro dell’equipaggio della stazione spaziale.

Shannon Walker, 55 anni, aveva trascorso una precedente missione sulla stazione spaziale, nel 2010. La dottoressa Walker ha conseguito il dottorato in fisica spaziale presso la Rice University, dove ha studiato come il vento solare interagisce con l’atmosfera di Venere.

Era la stazione spaziale Un po ‘più affollato del solito Dal momento che un’altra capsula SpaceX Crew Dragon, Endeavour, Ha attraccato sabato 24 aprile. Ciò ha portato il pedaggio dell’equipaggio della stazione a 11, il maggior numero di astronauti a bordo dello shuttle da quando lo space shuttle ha smesso di volare ( Il record per la maggior parte delle persone a bordo è 13). I quattro astronauti hanno lasciato sette astronauti: tre della NASA, due dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, uno dell’Agenzia spaziale europea e uno della JAXA.

Ma mentre erano lì, hanno condotto esperimenti scientifici tra cui frammenti di tessuto che imitavano organi umani e coltivavano ravanelli e altre verdure. Hanno anche camminato nello spazio per installare attrezzature all’esterno della stazione spaziale, incluso per prepararla per nuovi pannelli solari.

Poco prima che partissero, il signor Glover ha festeggiato il suo 45 ° compleanno in orbita.

Anche altri astronauti si stavano godendo i loro ultimi momenti in orbita con le foto pubblicate su Twitter.

Se l’atterraggio è simile al ritorno dello scorso agosto, il personale di SpaceX andrà alla capsula, verificherà che sia intatta e che non sia trapelato alcun propellente tossico e recupererà i paracadute.

Un vaso di rianimazione più grande attirerà la capsula fuori dall’acqua. Il portello viene quindi aperto per consentire l’uscita dei quattro astronauti.

Dopo i controlli medici, gli astronauti si recheranno in spiaggia. Da lì, voleranno a Houston. La capsula sarà trasportata a Cape Canaveral, dove verrà ristrutturata per un altro viaggio nello spazio.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Eileen M. Barran 1939-2021 | Notizie, sport, lavoro
Next Post L’Italia presenta il piano di risanamento alla Commissione dell’Unione Europea poco prima della scadenza