GUARDA: Il primo ministro britannico Rishi Sunak ha criticato per aver posto questa domanda a un senzatetto | notizie dal mondo

Il primo ministro britannico Rishi Sunak è stato criticato per aver chiesto a un senzatetto di un ente di beneficenza se fosse “in affari” e volesse essere coinvolto nel settore finanziario. Rishi Sunak, un ex banchiere di Goldman Sachs e una delle persone più ricche della Gran Bretagna, è stato chiamato in causa per non essere in contatto.

Leggi di più: Un compleanno ricco di inizi, King Charles rende omaggio all’eredità di sua madre

L’incidente è avvenuto mentre Rishi Sunak stava servendo la colazione in un rifugio per senzatetto a Londra quando ha iniziato a chiacchierare con un uomo che si è identificato come Dean.

“Sei in affari?” Rishi Sunak ha chiesto all’uomo a un certo punto durante la conversazione, porgendogli un piatto di salsicce, pane tostato e uova.

L’uomo ha risposto: “No, sono un senzatetto. In realtà sono un senzatetto”.

La vice leader laburista dell’opposizione Angela Reiner ha pubblicato una clip dello scambio su Twitter, definendolo “doloroso”, mentre un altro deputato laburista, Bill Esterson, ha definito Rishi Sunak “scoraggiante”.

Lo scambio imbarazzante con il senzatetto è iniziato quando l’uomo ha chiesto a Rishi Sunak se stesse “sistemando l’economia”. Quando il senzatetto ha poi detto di essere interessato agli affari e alla finanza, Rishi Sunak ha risposto che anche lui si occupava di finanza, prima di chiedere: “È qualcosa in cui ti piacerebbe entrare?”

“Sì, non mi dispiacerebbe,” disse Dean. “Ma, non lo so, prima vorrei passare il Natale.”


READ  In diretta: il primo ministro Modi rende omaggio a Subhash Chandra Bose con dei fiori
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Le borse europee hanno chiuso in rialzo prima delle festività
Next Post Le città più di tendenza nel 2022 e dove viaggiare invece nel 2023