Grenada cerca di rilanciare il turismo, l’economia in mezzo alla pandemia

TORONTO – Il primo ministro di Grenada ha affermato che il Paese sta ricostruendo la sua economia e sta rilanciando il turismo nel tentativo di continuare a finanziare il sostegno alla pandemia per i suoi residenti.

Il primo ministro Keith Mitchell ha dichiarato a CTV News Sunday che ha pacchetti di stimolo COVID-19 specifici per i poveri e i vulnerabili, ma teme che il paese sarà in grado di fornire tale assistenza ancora per molto.

Ha detto che la pandemia potrebbe durare “a lungo” e che il Paese ha bisogno di entrate per continuare a sostenere la sua gente.

“Stiamo fondamentalmente cercando di fare il possibile per ricostruire l’economia del paese perché è fondamentale”, ha detto Mitchell. “Quindi ripresa dell’economia, ritorno agli investimenti[to] Il Paese… e ovviamente il sostegno della comunità regionale e internazionale”.

Mitchell, che è anche a capo dell’organismo dell’Organizzazione degli Stati dei Caraibi orientali (OECS), afferma che Grenada ha fatto un buon lavoro nell’affrontare la pandemia, dato che si trova nell’estremo sud dei Caraibi e ha una popolazione di circa 112.000.

Il paese ha visto un aumento del numero di casi a settembre, ma Mitchell afferma che i tassi di ospedalizzazione e mortalità da allora sono diminuiti.

“Sì, abbiamo tanti problemi quanti sono i paesi in tutto il mondo, ma a causa degli sforzi congiunti delle persone nel paese, ora stiamo assistendo a un serio declino delle mutazioni”, ha detto Mitchell.

secondo Dati tracciati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ci sono stati 5.531 casi confermati di COVID-19 a Grenada dall’inizio della pandemia, oltre a 167 decessi. Domenica, il Paese ha segnalato 47 nuovi casi nelle ultime 24 ore.

READ  Il Governatore della Banca d'Italia prevede una forte crescita economica nella seconda metà del 2021

Dopo un leggero aumento dei casi nel paese a settembre, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) Emesso avviso di viaggio a GrenadaHa consigliato agli americani di evitare di viaggiare lì. Per coloro che devono recarsi sull’isola, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie raccomandano di essere completamente vaccinati prima di partire.

Public Health Canada non ha consultazioni private a Grenada, ma continua a farlo Consigliamo ai canadesi di evitare viaggi non essenziali fuori dallo stato e fai molta attenzione se devono viaggiare.

Mentre il paese è aperto ai turisti, Grenada ha alcune delle politiche di viaggio più severe in atto per garantire la sicurezza di tutti, secondo Mitchell.

Dal 31 luglio, tutti i viaggiatori che entrano a Grenada devono essere completamente vaccinati. Inoltre, devono fornire prove di un risultato negativo del test PCR COVID-19 72 ore prima di lasciare il volo. Una volta a Grenada, i viaggiatori dovranno fare un altro test PCR e mettere in quarantena fino a 48 ore in attesa dei risultati.

Una volta che il secondo test risulta negativo, Mitchell afferma che i turisti sono liberi di visitare i loro amici e familiari e di vagare per l’isola “come vogliono”.

Grenada è uno dei maggiori produttori delle spezie più comuni al mondo tra cui noce moscata, cannella, chiodi di garofano, zenzero e curcuma, tutte cose su cui Mitchell dice che i viaggiatori canadesi amano mettere le mani quando visitano.

“Diciamo loro che abbiamo molti rifornimenti qui, quindi per favore venite”, ha detto.

Mitchell ha affermato che l’aumento delle infezioni da COVID-19 a settembre ha già incoraggiato più persone del posto a farsi vaccinare e spera che la tendenza continui, nonostante il calo del numero dei casi.

READ  La Russia riprende i voli con Italia, Stati Uniti e altri Paesi - affari ed economia

Grenada ha somministrato un totale di 58.985 dosi del vaccino COVID-19 al 1° ottobre. Secondo l’Organizzazione Mondiale della SanitàIl numero di Grenadiani che sono stati completamente vaccinati contro il COVID-19 è attualmente compreso tra il 31 e il 32%. Ma Mitchell dice che è ancora “troppo basso”.

“Speriamo che questa non sia solo una cosa temporanea che le persone prendono come una prova molto seria che hanno bisogno di proteggersi, che dovrebbero essere vaccinati e dovrebbero attenersi sempre al protocollo: le tue maschere, il distanziamento sociale e, naturalmente, la sterilizzazione. e lavarsi le mani regolarmente”, ha detto Mitchell.

Dice che la disinformazione sul vaccino, diffusa attraverso i social media, ha ostacolato la campagna di vaccinazione di Grenada.

“La disinformazione è enorme”, ha detto. “Proprio come in Canada, c’è molta disinformazione proveniente da feste che non ti aspetteresti”.

Nonostante ciò, afferma Mitchell, i Grenadiani che vivono all’estero sono già tornati a casa per aiutare a lanciare il vaccino nel paese. Inoltre, ha affermato che ci sono persone che vivono in altri paesi, incluso il Canada, che continuano a inviare rifornimenti per aiutare Grenada a combattere il COVID-19.

“Abbiamo visto uno sforzo collettivo da parte della gente del paese”, ha detto.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Recensione di “The Tender Bar” – The Hollywood Reporter
Next Post I Chiefs hanno battuto Allen 38-20 in un gioco remix del titolo Pills AFC