Google Meet aggiornato per gli utenti di Premium Workspace con supporto per 500 partecipanti

Google Meet è stato aggiornato con il supporto per un massimo di 500 partecipanti al servizio di videoconferenza per i clienti Premium Workspace. La società ha aggiornato il servizio, che è cresciuto in popolarità insieme a un aumento del lavoro a distanza durante la pandemia di COVID-19, consentendo agli utenti con piani più costosi di ospitare chiamate con più partecipanti. Il nuovo limite è ancora la metà del numero supportato da Microsoft Teams, che attualmente consente a un massimo di 1.000 persone di partecipare a una riunione video.

società annunciare Le modifiche, tramite un post sul blog, affermano che i clienti con piani Google Workspace Business Plus, Enterprise Standard, Enterprise Plus e Education Plus potranno ora ospitare chiamate Google Meet con un massimo di 500 partecipanti. I clienti con altri piani non saranno coperti come parte di questo aggiornamento. “Ci auguriamo che aumentando le dimensioni dell’incontro, sarà più facile comunicare e collaborare con i tuoi colleghi, clienti e clienti”, ha affermato l’azienda.

Con il nuovo limite di partecipanti alle riunioni video, i clienti di Google Workspace potranno ospitare più utenti nel servizio dell’azienda. Tuttavia, va notato che attualmente in competizione Microsoft Teams Sono consentiti 1000 utenti Per partecipare a una riunione video di Teams. D’altra parte, Google Meet consente ai clienti di abilitare lo streaming live, consentendo a un massimo di 100.000 spettatori di sintonizzarsi contemporaneamente. Google ha affermato che i nuovi limiti per i clienti idonei hanno iniziato a essere applicati agli utenti idonei il 16 novembre.

Google ha aggiornato il suo servizio di videoconferenza con diverse nuove funzionalità negli ultimi mesi, inclusa una funzione di blocco audio e video che consente a un host di disattivare l’audio dei partecipanti durante una chiamata.

A settembre, la società ha annunciato modifiche significative alla sua offerta di spazi di lavoro che hanno aggiunto il supporto per effettuare chiamate vocali e video dall’app Gmail, come parte degli sforzi dell’azienda per competere con servizi concorrenti come Microsoft 365.

La società sta anche testando la funzione di traduzione dal vivo per utenti a pagamento selezionati, mentre gli utenti sono stati anche in grado di utilizzare la funzione di regolazione automatica della luminosità per le videochiamate.


READ  EA starebbe cercando una vendita e "ha parlato con Apple, Amazon e Disney"

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *