Google Maps introduce la funzione “Area occupata” per aiutare gli utenti a evitare la folla

Tra le festività natalizie e l’aumento dei casi di COVID-19, Google ha ideato una funzione per aiutare i suoi utenti a evitare la folla. Google Maps ha lanciato una nuova funzione chiamata Busy Zone, che mostrerà le aree più trafficate della città. Questa funzione è progettata per aiutare le persone a evitare l’affollamento e verificare immediatamente se un quartiere o una parte di una città ha più folla del solito.

Questa nuova funzionalità funziona sia con dispositivi Android che iOS. Sebbene Google Maps abbia introdotto questa funzione alcuni anni fa, l’azienda sta ora rilasciando la funzione a tutti gli utenti. La funzione funzionerà in aree con caffè, ristoranti, negozi e musei.

Questa funzione fa parte di Google Maps dal 2016. Gli utenti sono stati in grado di trovare informazioni sull’attuale occupazione delle località facendo clic su un luogo specifico sulle mappe. Inoltre, quest’anno Google ha introdotto alcuni indicatori come la visualizzazione di “Normalmente non troppo occupato” e “Normalmente occupato come occupato” sotto i nomi dei siti.

“Raccogliamo le tendenze dirette dell’occupazione da luoghi in un’area, come negozi, ristoranti, parchi, caffè, ecc. la evidenziamo come “area occupata” su Google Maps. Per proteggere la privacy dei nostri utenti, i nostri sistemi non calcolano le informazioni sull’occupazione per luoghi residenziali come una casa o un appartamento “, ha affermato il gigante della tecnologia nella sua pagina di supporto.

La funzione è stata annunciata il mese scorso su Google Pagina del blog. Area Busyness combina le tendenze dell’attività di quartiere per mostrare i luoghi più frequentati in una particolare città. Queste tendenze si basano presumibilmente sui dati aggregati della cronologia delle posizioni che l’azienda rivendica da persone che le hanno selezionate dai loro account Google.

In un altro post, la società ha spiegato che i dati sono utili per calcolare quanto è tipicamente occupato un luogo per ogni ora della settimana. Il benchmark è l’ora di maggiore attività calcolata dall’app e i dati di attività per il resto della settimana relativi a quell’ora.

READ  Guida del nuovo anno lunare 2022 di Pokémon Go

Dopo aver analizzato i dati, l’area più affollata viene classificata come “area occupata”. L’utente deve fare clic su di esso per visualizzare un grafico che mostra quanto sia occupata l’area nelle diverse ore del giorno. Secondo Gadgets360, Google inizierà a implementare questa funzione a livello globale per tutti gli utenti, inclusi gli utenti dell’India.

(Modificato da: Shoma Bhattacharjee)

Agapeto Vecoli

"Imprenditore. Freelance introverso. Creatore. Lettore appassionato. Ninja della birra certificato. Nerd del cibo."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Omicron potrebbe causare circa 3 miliardi di infezioni nei prossimi due mesi: Report
Next Post Real Madrid, Chelsea e le squadre sportive più seguite su Google nel 2021