Gli utenti di sedia a rotelle in Cina evitano il traffico fuoristrada per conoscerli

Le informazioni sul numero di persone su sedia a rotelle tra gli 1,4 miliardi di abitanti della Cina sono sfuggenti.

Shanghai:

Auto, scooter e biciclette aspettano con impazienza ai semafori pronti a scivolare su una delle strade principali di Shanghai. Nel profondo di loro siede un vecchio su una sedia a rotelle elettrica.

Nelle vicinanze, un altro utente su sedia a rotelle viene spinto lungo la strada mentre il traffico passa a pochi centimetri di distanza.

Marciapiedi affollati, stretti o intasati – file casuali di biciclette noleggiate sono il principale colpevole – a volte costringono le persone su sedia a rotelle ad affrontare strade trafficate del centro della città più grande della Cina.

E i cavalcavia che sembrano essere stati costruiti con poca attenzione per le persone con disabilità, marciapiedi irregolari, pendii mal realizzati e accesso irregolare ai trasporti pubblici possono rendere la vita difficile ai “pendolari”.

Dicono che la situazione sia peggiore al di fuori delle città di primo livello della Cina, ma in generale sta migliorando rispetto a pochi anni fa.

Zhao Hongcheng è un video blog che evidenzia le sfide che deve affrontare a Shanghai e in altre città.

Ora ha 31 anni, ha contratto la poliomielite da bambina ed è stata su una sedia a rotelle da quando aveva 11 anni.

Gli utenti di sedie a rotelle sulle strade o sulle piste ciclabili sono uno spettacolo scomodo, ma è anche evidente che ci sono poche persone con disabilità negli spazi pubblici.

Ha detto Zhao, i cui video potrebbero attirare quasi 500.000 visualizzazioni.

“In secondo luogo, le persone su sedia a rotelle continuano a incontrare difficoltà nell’ottenere un’istruzione e un lavoro”, ha aggiunto Zhao, che ha recentemente lasciato il suo lavoro per lavorare in una piattaforma di consegna di cibo per motivi non correlati alla sua condizione.

READ  Il primo ministro pakistano Khan visita l'Arabia Saudita per ristabilire le relazioni | Notizie di Imran Khan

La tragedia del parcheggio

Le informazioni sul numero di persone su sedia a rotelle tra gli 1,4 miliardi di abitanti della Cina sono sfuggenti.

Ma i media statali dicono che ci sono 85 milioni di persone con disabilità, e il presidente Xi Jinping li ha descritti come “un gruppo con difficoltà speciali che richiedono un’attenzione e un’attenzione extra”.

Nel 2019, Xi ha detto: “Nessuna persona disabile dovrebbe essere lasciata indietro”.

Nonostante la rapida e modernizzazione in Cina, l’atteggiamento nei confronti delle persone con disabilità e delle loro strutture è stato ritardato.

Huang Yan, anche lui su una sedia a rotelle, dice che le cose stanno gradualmente cambiando.

“Dieci anni fa, molte persone guardavano alle persone su sedia a rotelle come a cose strane”, ha detto l’uomo di 39 anni che lavora nel settore dell’e-commerce.

Dopo aver trascorso una giornata all’aperto con altre persone su sedia a rotelle in un giardino di Shanghai dove fiorivano i fiori di ciliegio, ha raccontato la tragica storia della sua amica Wen Jun.

Ha conquistato i titoli nel 2019 quando è morto in un parcheggio sotterraneo mentre valutava l’uso di una sedia a rotelle nella città sud-occidentale di Dalì.

Con una rampa per sedie a rotelle chiusa dai veicoli, Wen ha svoltato e non ha potuto vedere l’enorme discesa.

“Ha sostenuto il viaggio senza ostacoli, ed è stato probabilmente la prima persona con disabilità a portarci fuori di casa e nella comunità”, ha detto Huang.

“Non voleva che fossimo più invisibili.”

Strana

Il vlogger Huang e Zhao non hanno paura di informare le autorità quando si mettono nei guai.

A volte, vengono risolti problemi come uscite per sedie a rotelle bloccate o bagni pubblici inaccessibili. A volte no. Il più delle volte superano l’ostacolo con la propria determinazione.

READ  "Il pregiudizio intrinseco è una sfida": un gruppo di advocacy sulla rasatura forzata della barba di un sikh

Dicono che mentre alcune persone anziane vanno spesso sulle strade affollate di Shanghai in sedia a rotelle, generalmente non è necessario e sicuramente non è sicuro.

Zhao lo sa in prima persona: un’auto l’ha investita da dietro mentre era sulla sua sedia a rotelle su una strada nella vicina Hangzhou. Per fortuna non è stata ferita gravemente.

A volte i vecchi atteggiamenti si sono rivelati difficili da cambiare.

Zhao riceve messaggi online da altri utenti su sedia a rotelle che le informano dei loro problemi, comprese le università che ritirano l’ammissione dopo aver realizzato di essere disabili.

“Penso che sia davvero straziante”, ha detto.

Chow, che ha superato la tendenza con un master, dice che spesso affronta l’umiliazione chiedendo a sconosciuti perché è su una sedia a rotelle.

“Molte persone pensano che i disabili vivano su un’isola e siano completamente separati dalle masse”, ha detto.

“In effetti, siamo integrati nella società ed è molto probabile che ci vedrai.

“Se ci conosciamo davvero, scoprirai che abbiamo molto in comune”.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata da una troupe di NDTV ed è stata pubblicata da un feed comune.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Yankees RHP Corey Klooper getta un no-hitter in una vittoria per 2-0 sui Rangers
Next Post Il Chorong Rover cinese ripristina le sue prime immagini su Marte