Gli Stati Uniti chiedono una nuova indagine “trasparente” sull’origine del Covid perché Fauci “non è convinto

Gli Stati Uniti martedì hanno chiesto una seconda fase “trasparente” dell’indagine sulle origini del nuovo coronavirus, SARS-CoV-2, e sul suo percorso di ingresso nell’uomo. In un videomessaggio alla Settantaquattresima Assemblea Mondiale della Sanità (WHA), il segretario alla Sanità degli Stati Uniti Xavier Becera ha chiesto che gli esperti internazionali ricevano l’indipendenza per valutare appieno l’origine del virus, che finora ha causato più di 3,4 milioni di vittime.

Un team internazionale di esperti ha visitato Wuhan a gennaio per indagare sulle origini del virus e ha identificato due possibili scenari che hanno causato la diffusione di SARS-CoV-2 alla popolazione, inclusa quella che include una specie ospite intermedia. L’ipotesi di introduzione attraverso un incidente di laboratorio ha guadagnato molto slancio nei primi giorni dell’epidemia, ma lo studio globale, condotto dall’Organizzazione mondiale della sanità, l’ha considerata “estremamente improbabile”.

“La seconda fase dello studio sulle origini di Covid deve essere avviata con termini di riferimento trasparenti e scientifici che diano agli esperti internazionali l’indipendenza per valutare appieno la fonte del virus e i primi giorni dell’epidemia”, ha detto Becera al quotidiano annuale. Riunione ministeriale dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Leggi anche | Abbiamo bisogno di Taiwan come osservatore nelle indagini WHA e Covid, dicono gli Stati Uniti

Sebbene Becera non abbia menzionato direttamente la Cina, la sua richiesta di un’indagine trasparente e indipendente è arrivata pochi giorni dopo aver sollevato dubbi sui risultati preliminari del noto esperto statunitense nel campo delle malattie infettive, il dottor Anthony Fauci. In un ipotetico evento ospitato dall’Istituto Poynter l’11 maggio, è stato chiesto a Fauci se fosse convinto della teoria secondo cui il virus “si è evoluto naturalmente”.

READ  La morte di 3 lavoratori e il ferimento di oltre 70 edifici del Dubai Expo: funzionari

“Non sono convinto … Penso che dovremmo continuare a indagare su quello che è successo in Cina fino a quando non scopriremo il più possibile esattamente cosa è successo”, ha detto Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive.

Certo, le persone che l’hanno indagato dicono che era possibile che l’emersione da un acquario di animali avrebbe colpito le persone in seguito, ma potrebbe essere stato qualcos’altro, e dobbiamo scoprirlo. Quindi, sai, è per questo che ho detto ” Sono totalmente a favore. Qualsiasi indagine sta esaminando l’origine del virus. “

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Molti sono pronti a crescere con l’aumentare della fiducia dei consumatori
Next Post Un classico cult di Shin Megami Tensei 3 remake dopo “Ho lasciato il gioco alle spalle”