Gli Stati Uniti aggiungono Russia, Cina e altri 8 paesi alla lista nera della libertà religiosa | notizie dal mondo

Gli Stati Uniti lunedì hanno aggiunto la Russia a una lista nera di paesi designati per “gravi violazioni della libertà religiosa”, ha affermato il Dipartimento di Stato.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato in una dichiarazione che stava designando la Russia, così come la Cina e altri otto paesi, come paesi di preoccupazione “per la loro partecipazione o tolleranza” per violazioni sistematiche, persistenti e gravi della libertà religiosa”.

La Nigeria, che era nella lista l’anno scorso e che Blinken dovrebbe visitare questa settimana, è stata rimossa.

Altri Paesi ancora nella lista Usa delle “violazioni della libertà religiosa” sono Myanmar, Eritrea, Iran, Corea del Nord, Pakistan, Arabia Saudita, Tagikistan e Turkmenistan.

Algeria, Comore, Cuba e Nicaragua sono state inserite nella lista di controllo.

“Gli Stati Uniti non abdicano al loro impegno a difendere la libertà di religione o di credo per tutti e in ogni Paese”, ha affermato Blinken.

“In troppi posti in tutto il mondo, vediamo ancora i governi che molestano, arrestano, minacciano, imprigionano e uccidono individui semplicemente per aver cercato di vivere la propria vita secondo le proprie convinzioni”.

I Blinken mercoledì hanno dato il via a un tour di tre nazioni in Africa, avvertendo delle crescenti minacce alla democrazia nel continente.

La sua visita è iniziata in Kenya e comprenderà anche il Senegal, dove ha affermato un nuovo impegno americano in Africa.

READ  È chiaro che gli Stati Uniti hanno fallito la loro missione in Afghanistan, afferma Hamid Karzai
Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La stagione 8 di WWE Supercard inizia con nuovi mazzi di carte, modalità Sopravvivenza e altro
Next Post Isolamento delle porte iOS e Android in entrata