Gli standard di qualità europei salvano la giornata in un raccolto difficile 2021

Scopri di più sulla vendemmia 2021 italiana con il programma “Tasting the Difference: Vini di qualità dal cuore dell’Europa”.

New Yorke 31 dicembre 2021 /PRNewswire-PRWeb/ – Il 2021 ha presentato una serie di periodi di condizioni meteorologiche estreme che hanno tenuto i viticoltori sulle spine in Italia. Tutti i rapporti indicano che sarà meno produttivo, ma grazie alle misure messe in atto da attenti esperti di viticoltura, c’è una caratteristica. I produttori italiani hanno dovuto affrontare modelli imprevisti di freddo, gelo, siccità e inondazioni. Ma gli italiani hanno imparato ad adattarsi, e l’arte di “l’arrangiarsi” può dirsi una caratteristica nazionale.

Con i regimi di qualità dell’UE come DOP e IGP che disciplinano la produzione di vino di alta qualità, il controllo dei vitigni autorizzati in una determinata regione, le rese massime e i livelli alcolici potenziali minimi, i viticoltori hanno guardato al cielo e anticipato misure che, anche a scapito della quantità, permetterebbe loro di raccogliere uve in grado di trasformarsi in vini degni di approvazioni di qualità comunitarie.

Tuttavia, nonostante le difficoltà, la bassa resa consente alle viti di dedicare energie a grappoli maturi che rimangono completamente sospesi. Il consenso prevalente è che ci sia qualcosa di speciale nella qualità e nello stile del vino che risulterà dalla vendemmia 2021.

Le tradizioni della vendemmia sono profonde in un paese dove la vinificazione è strettamente legata all’economia ma è anche radicata nella cultura gastronomica. La raccolta spesso facilita gli eventi di gruppo che riuniscono le famiglie in modo reale – è tempo di festa – e nonostante il maltempo, Italia Le viti resistenti hanno completato il loro ciclo annuale e hanno premiato i coltivatori malati e impegnati con i frutti del loro lavoro.

READ  L'allargamento della disputa politica tra Hezbollah e gli oppositori politici in Libano

paese geograficamente esteso, Italia Le regioni hanno affrontato le proprie sfide. centrale e Sud Italia Ha visto mesi di caldo senza pioggia per tutto il 2021. Ma la pioggia di settembre ha salvato la giornata e ha permesso alle cantine di portare uva sana, anche se in quantità minori. Conosciamo il vecchio detto che la vigna è stata fatta a settembre e questo non era meno vero quest’anno.

Piemonte, uno dei Italia Regioni distinte, hanno prosperato durante questo raccolto nonostante le piogge torrenziali che hanno sperimentato. Alcuni, infatti, ritengono che la pioggia abbia avuto uno scopo utile nel dare alle viti ulteriore nutrimento ed energia. Le aspettative per la stagione 2021 sono alte.

Una cosa che si può dire in tutto il paese è che la stagione del raccolto è stata molto più lunga rispetto agli anni passati. In alcune zone è durata fino ad agosto, in altre fino a novembre.

I produttori di tutto il paese riconoscono l’impatto del cambiamento climatico sui loro vigneti, sia nei modelli meteorologici che nella gravità degli eventi meteorologici. Sono inoltre consapevoli che l’adesione ai regimi di qualità europei ha contribuito a mantenere gli standard di questo raccolto.

Gli agricoltori continueranno a fare riferimento a DOP e IGP come un quadro che mira a mantenere gli standard di qualità anche quando l’impatto del cambiamento climatico è più pronunciato. Finalmente il 2021 sarà considerato un buon antiquariato, seppur difficile.


Programma: European Quality Wine: Tasting the Difference è un progetto finanziato dall’Unione Europea e gestito da Unione Italiana Vini e PRODECA per promuovere i vini europei DOP e IGP all’estero in Cina E noi. Per raggiungere questo obiettivo, il programma TTD.EU organizzerà seminari sul vino, workshop e incontri bilaterali in ciascuno di questi paesi e in Spagna e Italia, e invitando i professionisti del vino a partecipare a viaggi di studio a Europa. Il programma, che è stato implementato in un periodo di tre anni (2021-2023), mira a creare consapevolezza sui vini europei di alta qualità, in particolare i vini italiani e spagnoli, che condividono una lunga tradizione e un alto livello di qualità.

READ  Fabbrica italiana costruisce una fabbrica da 145 milioni di dollari nei pescatori

Beneficiari: Unione Italiana Vini è l’associazione più antica e costosa del mercato vinicolo italiano. Rappresenta aziende vinicole cooperative, private e agricole, imbottigliatori, federazioni, associazioni, enologi o cantine/produttori di manodopera sparsi su tutto il territorio italiano. Promotora de Exportaciones Catalanas (PRODECA) è una società pubblica fondata nel 1986 che fa parte del “Ministero dell’Azione per il clima e dell’Agenda alimentare e rurale del governo della Catalogna”. Supporta il settore agroalimentare e le sue aziende con le conoscenze, gli strumenti e l’esperienza per aumentare i loro prodotti in Catalogna e in tutto il mondo.

Connessione multimediale

Christina CavaColangelo & Co., 6466242885, ccoari@colangelopr.com

Fonte: Assaggia la Differenza

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Capodanno silenzioso di Omicron; Molti sperano in un 2022 migliore
Next Post Andy Cohen e Anderson Cooper si fanno una dose di tequila per onorare Betty White dopo la tragica morte durante lo speciale di Capodanno