Gli scienziati hanno avviato la sperimentazione di un vaccino contro l’HIV che utilizza l’innovativa tecnologia mRNA del vaccino Covid Moderna

Gli scienziati hanno avviato la sperimentazione di un vaccino sperimentale contro l’HIV basato sulla stessa tecnologia avanzata di mRNA utilizzata nel vaccino Covid Moderna.

  • Un totale di 56 americani sono stati reclutati per testare il vaccino contro l’HIV di Moderna
  • I primi destinatari hanno ricevuto un’iniezione alla George Washington University il mese scorso
  • Ci si aspetta che GAB susciti una risposta immunitaria allo stesso modo del vaccino Covid


Moderna ha avviato una sperimentazione di un vaccino contro l’HIV che utilizza la stessa tecnologia avanzata di mRNA che è stata sfruttata in Covid.

Il colosso farmaceutico statunitense ha reclutato 56 volontari che non hanno l’HIV per testare il suo vaccino.

I funzionari hanno rivelato che i primi partecipanti sono stati dosati alla George Washington University il mese scorso.

Attualmente non esiste una cura per l’HIV, che colpisce quasi 100.000 britannici e 1,2 milioni di americani. Sebbene esistano farmaci preventivi, devono essere assunti quotidianamente.

Ottenere un’iniezione una tantum che fornisce protezione per tutta la vita potrebbe essere una svolta per una malattia che ha ucciso milioni di persone.

Cos’è l’HIV?

Il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) è un virus che danneggia le cellule del sistema immunitario e compromette la capacità di combattere le malattie e le infezioni quotidiane.

AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita) è il nome usato per descrivere una serie di infezioni e malattie potenzialmente pericolose per la vita che si verificano quando il sistema immunitario è gravemente danneggiato dall’HIV.

Mentre l’AIDS non può essere trasmesso da persona a persona, l’HIV può essere trasmesso.

Attualmente non esiste una cura per l’HIV, ma esistono trattamenti farmacologici altamente efficaci che consentono alla maggior parte delle persone infettate dal virus di vivere una vita lunga e sana.

Con una diagnosi precoce e un trattamento efficace, la maggior parte delle persone che vivono con l’HIV non svilupperà alcuna malattia correlata all’AIDS e condurrà una vita quasi normale.

fonte: NHS

Moderna sta testando due diversi risultati che dovrebbero istruire le cellule del corpo a produrre una proteina che si trova sulla superficie delle particelle di HIV.

Questo deve addestrare il sistema immunitario a riconoscere questa proteina ea sviluppare anticorpi neutralizzanti che proteggano da una serie di diversi ceppi di HIV.

Il professor David Demert, immunologo della George Washington University, ha dichiarato: “La pandemia di Covid ha davvero dimostrato il successo dei vaccini mRNA.

Pertanto, il percorso dalla discussione della sua applicazione per l’HIV agli studi clinici di fase I è avvenuto a un ritmo accelerato.

“Con i nuovi vaccini mRNA, siamo in prima linea nelle strategie innovative per i vaccini contro l’HIV”.

Moderna sta anche sviluppando un vaccino mRNA per l’influenza stagionale, nonché una dose annuale combinata di richiamo per coronavirus e influenza.

READ  Uno sconosciuto l'ha filmata sul treno. Gli utenti di TikTok hanno deciso che aveva il vaiolo.

Nonostante 40 anni di ricerca da quando l’HIV è stato scoperto per la prima volta, un vaccino è stato sfuggente.

Ma scienziati di tutto il mondo, inclusa l’Università di Oxford, stanno sperimentando le punture nella speranza di prevenire le infezioni e curare le malattie.

La sperimentazione di Moderna, che sta conducendo in collaborazione con l’International AIDS Vaccine Initiative (IAVI), determinerà se il suo vaccino si traduce in anticorpi neutralizzanti.

Questa risposta immunitaria è “ampiamente considerata un obiettivo della vaccinazione contro l’HIV e questo è il primo passo in questo processo”, ha affermato Moderna.

Il dottor Mark Feinberg, presidente della IAVI, ha affermato che la ricerca di un vaccino contro l’HIV “è stata lunga e difficile”.

Ha aggiunto che i nuovi strumenti, come la tecnologia mRNA di Moderna, “potrebbero essere la chiave per compiere rapidi progressi verso un colpo tanto necessario”.

I risultati della sperimentazione IAVI di un singolo vaccino mRNA – chiamato mRNA-1644 – lo scorso anno hanno scoperto che il vaccino ha suscitato una risposta anticorpale nel 97% dei partecipanti.

Moderna ha affermato che i test di laboratorio hanno scoperto che gli anticorpi possono neutralizzare un’ampia gamma di varianti dell’HIV e proteggere dalle infezioni.

L’ultimo esperimento testerà nuovamente l’efficacia di questo colpo e se il colpo di richiamo – chiamato mRNA-1644v2-Core – rafforza la risposta immunitaria.

Un totale di 48 partecipanti riceveranno una o due dosi del vaccino mRNA-1644 e 32 persone di questo gruppo riceveranno il vaccino di richiamo.

Altri otto partecipanti riceveranno una sola iniezione di richiamo.

Gli scienziati monitoreranno il gruppo per sei mesi per valutare la loro risposta immunitaria, lo stato dell’HIV e la sicurezza del vaccino.

READ  Una splendida galassia a spirale avvistata dal telescopio Hubble in una nuova immagine

Come funzionano i vaccini mRNA?

La cosiddetta tecnologia del vaccino mRNA è al centro di questo progresso, la stessa tecnologia utilizzata nei jab Pfizer e Moderna Covid.

Abbreviazione di RNA messaggero, l’mRNA si trova all’interno delle cellule: è il codice genetico che il corpo utilizza per produrre proteine, le molecole che sono i mattoni di nuove cellule, ormoni, enzimi e altri composti.

I vaccini funzionano introducendo nel corpo mRNA artificiale, programmato con codici che lo istruiscono a produrre molecole proteiche specifiche.

Nel caso dei vaccini Covid, l’mRNA iniettato dice alle cellule di fare copie della proteina spinata che ricopre l’esterno del virus Covid.

Questo è innocuo, ma aiuta ad attivare il sistema immunitario dell’organismo per combattere le infezioni, stimolandolo a formare anticorpi che “riconoscono” la proteina spike del Covid.

Ciò significa che il corpo è pronto a combattere i veri virus Covid, se tentano di invadere.

Questo è un modo completamente nuovo di produrre vaccini.

I vaccini convenzionali funzionano iniettando parti del virus stesso per “insegnare” al sistema immunitario a iniziare a produrre anticorpi.

Il metodo mRNA è un modo più veloce e più costoso per sviluppare vaccini, perché il vaccino non richiede componenti biologici vivi come i vaccini convenzionali.

Significativamente, la tecnologia del vaccino mRNA potrebbe, in teoria, essere utilizzata per progettare qualsiasi proteina di cui il corpo ha bisogno per rafforzare l’immunità e combattere malattie come il cancro o malattie genetiche rare.

Annunci

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Olimpiadi invernali: cinque eventi imperdibili a Pechino 2022, dallo scheletro al curling
Next Post Charlie Day e Jenny Slate non stanno andando avanti nel trailer di I Want You Back