Gli scienziati che danno priorità alla crisi climatica dicono ai partiti prima delle elezioni italiane – inglese

(ANSA) – ROMA, 3 ago – I principali scienziati del clima italiani hanno firmato una lettera aperta pubblicata sull’edizione di mercoledì de La Repubblica in cui invita i leader politici e di partito del Paese a dare la priorità alle azioni per affrontare l’emergenza climatica in vista delle elezioni generali del 25 settembre.
Il fisico premio Nobel Giorgio Baresi ha pubblicamente appoggiato questo appello in un’intervista al quotidiano.
La lettera aperta ha evidenziato come gli effetti del riscaldamento globale si stiano già manifestando nel Mediterraneo con ondate di caldo, siccità come la grave siccità che sta attraversando l’Italia, lo scioglimento dei ghiacciai e piogge estreme.
Ha chiesto misure strutturali per adattarsi ai cambiamenti in atto e agire per evitare che l’emergenza peggiori riducendo le emissioni di gas serra, decarbonizzando e circolando l’economia e “accelerando il percorso verso una vera transizione energetica ed ecologica”.
“Chiediamo vivamente al mondo politico di considerare la crisi climatica un problema prioritario che deve essere affrontato, perché mina fondamentalmente il nostro intero futuro”, ha continuato.
“Speriamo con dichiarazioni che affrontino questi problemi in modo approfondito e che il prossimo governo agisca rapidamente sulla crisi climatica e sui suoi impatti”, ha aggiunto.
Parisi ha affermato che anche gli elettori dovrebbero dare la priorità all’emergenza climatica.
“È importante che i partiti includano chiaramente i loro progetti per combattere il cambiamento climatico nelle loro dichiarazioni”, ha detto Parisi a La Repubblica.
“Ma è altrettanto importante che gli elettori decidano per chi votare su quale di questi progetti ritengono più interessante”. (Ansa).

Tutti i diritti riservati © Copyright ANSA


Previous Post Alcune tecnologie di laboratorio si rifiutano di prelevare sangue da potenziali pazienti con vaiolo delle scimmie, sollevando preoccupazioni sullo stigma e ritardando i test
Next Post Chicchi di grandine “grande come un pompelmo” distruggono dozzine di veicoli in Canada