Gli italo-americani dicono che CUNY dovrebbe sostenere la mossa di stabilizzazione

Gli attivisti italo-americani chiedono che la New York City University riaffermi il suo impegno decennale nel dare priorità al comitato per il reclutamento, il reclutamento e la promozione del personale.

Il Fondo Italo-Americano per la Protezione Legale e l’Istruzione Superiore accusa i funzionari del CUNY di non rispettare una soluzione che tratta gli italo-americani come un gruppo arretrato – e dà loro uno status fermo nell’assunzione e promozione dei dipendenti.

Si ritiene che CUNY sia l’unico istituto di istruzione superiore del paese, con un’attenzione particolare agli italo-americani per motivi di lavoro.

“CUNY non è un’organizzazione che accoglie gli italo-americani”, ha detto Joseph Skelsa, presidente del Comitato legale italo-americano, fondatore e presidente del Museo italo-americano ed ex presidente del CUNY John Calantra Istituto italo-americano.

In una lettera del 29 dicembre al presidente del CUNY Felix Matos Rodriguez, segretario generale del gruppo, ha detto che il numero di italo-americani al CUNY era già “inaccettabilmente basso”.

“Ci aspettiamo un trattamento equivalente con altri tipi di azioni concrete”, ha scritto Shanti Busemi.

Nella lettera Bussemi chiede a Matos Rodriguez di riaffermare il sostegno del CUNY e dei suoi presidi universitari per “un’azione ferma per gli italo-americani”.

Il comitato ha detto che il preside del CUNY non aveva ancora risposto alla loro lettera.

Ma un anonimo insider di CUNY ha esortato le autorità lì a rispettare l’ordine di conferma-azione.

Dr. Joseph Skelsa
Dr. Joseph Skelsa, Presidente del Fondo italoamericano per la difesa legale e l’istruzione superiore.
Brigitte Stelzer

La controversia è scoppiata dopo che il Brooklyn College del CUNY ha abbandonato il suo programma di ricerca italiano l’anno scorso, soggetto a una causa per discriminazione sul lavoro promossa da uno dei suoi professori italiani.

READ  Sono così orgoglioso

“La mossa ha avuto un impatto negativo sugli insegnanti che insegnano l’italiano al CUNY College, situato nella metropoli famosa per la sua cultura italo-americana. Brooklyn è il cuore dell’italo-americanismo”, ha detto Busemi.

L’ex capo della difesa italo-americano ha anche intentato una causa per discriminazione al Kingsborough Community College di Brooklyn all’inizio dello scorso anno.

La disputa sui diritti civili tra italoamericani e CUNY va avanti da decenni.

L’ex presidente del CUNY Robert Kippi ha concesso per la prima volta lo status di fermo-azione agli italo-americani nel 1976, e il decreto è stato riaffermato dal presidente Joseph Murphy un decennio dopo. Ha ordinato all’ufficio esecutivo dell’azienda di CUNY di aggiungere dati sugli italo-americani per scopi di azione concreta.

All’epoca, c’erano potenti legislatori italo-americani nella legislatura statale – che controllano il portafoglio di bilancio di CUNY – che si lamentavano della discriminazione contro gli italiani nelle università pubbliche.

Nel 1992, il giudice federale Constance Baker Motley ha accusato CUNY di discriminazione dopo aver cercato di ridurlo e trasferirlo quando ha emesso un ordine restrittivo preliminare in un caso promosso da Skelsa, direttore della società italo-americana Calandra di CUNY. Istituto per Staten Island College.

“L’imputato CUNY si è assunto il dovere di aumentare il numero di italo-americani in servizio nel suo staff, che è un obbligo che non è riuscito a evacuare”, ha scritto il giudice Motley.

CUNY, Andrew Cuomo, il primo governatore italo-americano di New York, il padre dell’attuale governo e membri della legislatura italo-statunitense – sotto la pressione del defunto governo di Mario Cuomo, hanno risolto il caso prima del processo e hanno accettato di concedere lo status di conferma-azione, hanno detto Skelsa e altri.

READ  La Juventus ha raggiunto la finale di Coppa Italia 0-0 con l'Inter

Ma gli attivisti dell’istruzione italo-americani dicono che i loro Amish stanno ancora ottenendo la parte corta del bastone.

“Ci è stato detto che alcuni dirigenti non credono in un’azione ferma per gli italoamericani al CUNY. È irrilevante che i dirigenti del CUNY credano in un’azione ferma per gli italoamericani”, ha detto Bussemi Matos in una lettera a Rodriguez.

“Allora ci siamo semplicemente accorti. Quindi, deve essere legale “, ha detto Pussemi.

Il più grande gruppo ombrello del paese, che ora rappresenta gli italo-americani, minaccia di citare in giudizio CUNY se il presidente si rifiuta di emettere un nuovo impegno di affermazione dell’azione.

“Questa lettera dovrebbe inoltre sottolineare che se l’impegno del CUNY per il piano d’azione concreto della comunità italoamericana non viene affrontato in modo tempestivo e tempestivo, la Conferenza presidenziale sarà affiliata all’Italian American Legal Defense and Higher Education Fund, Inc. La nostra comunità ha tutte le opzioni legali e politiche disponibili per porre rimedio a questa situazione ”, ha detto il presidente del gruppo Basil Russo in una lettera del 14 gennaio al presidente Matos-Rodriguez.

Un attivista nero per i diritti civili ha detto di essere rimasto scioccato quando gli è stato detto al CUNY che gli italoamericani bianchi erano considerati una classe minoritaria protetta.

Hazel Dukes, presidente del Capitolo dello Stato di New York della NAACP, ha dichiarato: “Non ne ho mai sentito parlare.

“Quando guardo CUNY, non vedo abbastanza afroamericani nelle posizioni di leadership del college”, ha detto Dukes.

Il portavoce di CUNY Frank Choprino ha risposto: “Diversità e inclusione sono valori chiave di CUNY che speriamo creeranno il miglior ambiente per i nostri studenti, insegnanti e personale per imparare, lavorare e avere successo. Rivediamo la lettera”.

READ  Calcio: il Siviglia si porta a tre punti dalla vetta della Liga con il Levante che vince

Nessun commento immediato all’ufficio di Guomo.

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Gli imprenditori adolescenti hanno lanciato per la prima volta la collezione Katari-Italian Abaya
Next Post Alia Butts il cibo italiano alle Maldive ci rende affamati per la festa principale (vedi foto)