Gli investitori britannici esortano il G7 a costringere le aziende a rivelare la loro esposizione ai cambiamenti climatici | Governo d’impresa

Un influente gruppo di investitori britannici sta sollecitando i leader del G7 a seguire l’approccio del Regno Unito costringendo le società a rivelare la loro esposizione al rischio climatico.

In una lettera agli ambasciatori e agli alti commissari inviata prima del vertice del G7 in Cornovaglia, l’Associazione per gli investimenti (IA) ha anche invitato le più grandi economie sviluppate del mondo a emanare direttive settore per settore per aiutare le aziende a pianificare il raggiungimento degli obiettivi climatici del Accordo di Parigi. Mirato a limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C.

L’agenzia ha aggiunto che i membri del G7 – che includono Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti – dovrebbero armonizzare e standardizzare i rapporti sul clima. Il gruppo rappresenta gestori patrimoniali tra cui Legal & General, Schroders e Aviva, che insieme gestiscono 8,5 trilioni di sterline.

Le raccomandazioni sul clima fanno parte degli sforzi della UK Trade Commission per aiutare i suoi membri a decarbonizzare i loro portafogli, un compito complicato dalla mancanza di informazioni sui rischi climatici associati alle società in cui investono. Con più dati, i responsabili degli investimenti possono spremere le singole aziende che non riescono a passare a un modello di business più verde. Possono anche minacciare di ritirare completamente i loro soldi.

I membri di IA che detengono più di 5 trilioni di sterline di asset in gestione – tra cui Allianz Global Investors, Jupiter Asset Management e M&G Investments – si sono impegnati a far sì che le emissioni di carbonio nei loro portafogli raggiungano lo zero netto entro il 2050.

“La riunione del G7 è un’opportunità fondamentale per le più grandi economie del mondo per adottare un approccio globale coordinato per affrontare il cambiamento climatico”, ha affermato Chris Cummings, CEO della Investment Association.

READ  Analisi e tendenze del mercato globale degli adesivi a solvente

In quanto settore che investe in società in tutto il mondo per conto di risparmiatori e investitori nel Regno Unito e all’estero, i gestori degli investimenti svolgono un ruolo fondamentale nella transizione verso un’economia globale più sostenibile.

“Garantire l’accesso a dati comparabili e di alta qualità sui rischi che le aziende devono affrontare a causa del cambiamento climatico è essenziale per raggiungere questo obiettivo e raggiungere gli obiettivi netti zero”.

L’anno scorso, il ministro delle finanze britannico Rishi Sunak ha rivelato che il Regno Unito renderà obbligatoria la rendicontazione sul clima per le grandi aziende e le istituzioni finanziarie entro il 2025, al di là di quanto raccomandato dal governo. Gruppo di lavoro sul clima sulle informazioni finanziarieE facendo del Regno Unito il primo paese del G20 a farlo.

L’IA ora vuole che tutti i paesi del G7 si assumano impegni simili e stabiliscano standard di rendicontazione che renderanno facile confrontare i progressi compiuti dalle aziende in diversi paesi.

I membri di IA detengono insieme circa 3,7 trilioni di sterline investiti in attività estere, comprese azioni e obbligazioni. Il gruppo di pressione ha affermato che dati comparabili sono “vitali” per monitorare le società internazionali nei loro portafogli e prendere decisioni informate per conto dei piani pensionistici e dei risparmiatori.

Iscriviti alla nostra e-mail quotidiana di Business Today

Il gruppo di pressione vuole anche che i leader concordino standard comuni per i titoli di stato verdi, che mirano a finanziare progetti di energia rinnovabile o pulita. Nasce in mezzo alla crescente domanda di investimenti ecocompatibili.

Alcuni paesi del G7, tra cui Francia, Italia e Germania, hanno emesso obbligazioni sovrane verdi. Il governo britannico dovrebbe emettere i suoi primi green bond quest’anno.

READ  Roundup Italia: investimento di Inarcassa al di sotto del target 3% | notizia

“Da sole, queste misure dovrebbero essere accolte con favore, ma non dobbiamo dimenticare che i mercati finanziari ei rischi legati al clima sono globali”, si legge nella lettera di IA. “Pertanto, è imperativo che forum come il G7 considerino come intraprendere un’azione coordinata e globale in futuro”.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Onorare gli infermieri della guerra del Vietnam e le famiglie Gold Star a un evento del Memorial Day su PBS: NPR
Next Post Biden celebra il Memorial Day all’Harris Arlington National Cemetery