Gli indiani stanno ottenendo quasi il doppio dei visti per studenti negli Stati Uniti rispetto ai cinesi quest’anno

La Cina rimane la principale fonte complessiva di studenti internazionali in America, ma gli indiani hanno ottenuto quasi il doppio dei visti per studenti rispetto ai cinesi nei primi sette mesi di quest’anno, secondo l’analisi dei visti per non immigranti rilasciati dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Fino a luglio.

espresso indiano L’esame dei rapporti mensili sui visti (disponibili sul sito ufficiale dell’Ufficio per gli affari consolari) ha rilevato che 77.799 studenti indiani hanno ottenuto il visto F-1 tra gennaio e luglio contro 46.145 studenti cinesi. La maggior parte dei visti per studenti negli Stati Uniti, in un anno solare, viene generalmente rilasciata a maggio, giugno e luglio.

La categoria F-1 è un visto non immigrante per coloro che desiderano studiare in un’università, college, scuola superiore, scuola elementare privata, scuola religiosa, conservatorio, programma di formazione linguistica o altre istituzioni accademiche negli Stati Uniti. M-1 è un’altra categoria di visto per studenti per cittadini stranieri che desiderano studiare presso altre istituzioni professionali o non accademiche riconosciute, diverse dai programmi di formazione linguistica, negli Stati Uniti. Per questa analisi, The Indian Express ha preso in considerazione solo i dati F-1 perché i visti rilasciati in questa categoria costituiscono oltre il 90% dei visti per studenti negli Stati Uniti ogni anno.

Sebbene il numero assoluto di studenti cinesi diretti in America per l’istruzione superiore sia in calo dallo scoppio dell’epidemia, la Cina rappresenta ancora la quota maggiore di studenti internazionali che attualmente studiano negli Stati Uniti. Gli studenti indiani sono al secondo posto e gli studenti della Corea del Sud al terzo.

READ  Gli elettori iracheni vanno alle urne in un test del sistema democratico | Notizie elettorali

Nel 2021, 99.431 studenti cinesi hanno ottenuto il visto F-1, rispetto a 87.258 indiani e 16.865 sudcoreani. Nel 2020, a 21.908 studenti indiani sono stati concessi visti F-1 rispetto a 4.853 studenti cinesi. L’anno scorso, i funzionari dell’ambasciata statunitense hanno descritto le tendenze nel set di dati del 2020 come un “bip del virus Covid”. Poi i blocchi hanno ostacolato i viaggi internazionali mentre la Cina ha imposto severe restrizioni alla circolazione dei suoi cittadini.

Gli studenti internazionali danno un contributo significativo all’economia statunitense e la maggior parte di loro paga tassi di istruzione molto più elevati rispetto ai cittadini statunitensi. Nel 2019, prima dello scoppio della pandemia, gli studenti internazionali hanno contribuito con 44 miliardi di dollari all’economia statunitense. Di questi, quasi $ 16 miliardi provenivano da studenti cinesi e quasi $ 8 miliardi da studenti indiani.

Per riportare la frequenza complessiva degli studenti internazionali ai livelli pre-pandemia, quest’anno il governo degli Stati Uniti ha adottato più misure per semplificare il processo di richiesta del visto per studenti, inclusa l’apertura di migliaia di appuntamenti e l’ampliamento delle opzioni di esenzione dal colloquio. In base alle nuove linee guida sui visti, gli studenti che hanno precedentemente ottenuto un visto statunitense possono fare domanda utilizzando il servizio drop-box per aggirare il colloquio personale.

In risposta all’e-mail di The Indian Express che richiedeva un commento sulla tendenza dei visti F-1 per l’anno in corso, un portavoce dell’Ambasciata degli Stati Uniti a New York Delhi Chris Elms ha scritto: “Non abbiamo nient’altro che i dati su travel.state.gov”.

Un altro paese che attrae molti studenti stranieri, anche il Regno Unito, ha registrato un forte aumento degli indiani che ottengono visti per studenti rispetto alle loro controparti cinesi. Le ultime statistiche sull’immigrazione nel Regno Unito pubblicate questa settimana hanno mostrato che da luglio 2021 a giugno 2022 il paese ha rilasciato 486.868 visti di studio sponsorizzati. I cittadini indiani rappresentavano 1.17.965 di questi, con un aumento dell’89% rispetto all’anno precedente. Nel frattempo, a 1.15.056 cittadini cinesi sono stati concessi visti per studenti.

READ  L'ex primo ministro pakistano Imran Khan chiede manifestazioni per evitare il "caos" | Notizia

le notizie | Clicca per ottenere la migliore spiegazione della giornata nella tua casella di posta

Rispetto al 2019, l’aumento del numero dei visti di studio concessi agli indiani è stato del 215 per cento, mentre quelli concessi agli studenti cinesi sono diminuiti del 4 per cento. Il rapporto non ha affrontato le ragioni della quota alta e bassa di cittadini indiani e cinesi in questa categoria. Un portavoce dell’Alta Commissione britannica ha dichiarato: “Non vogliamo speculare sulle cause”.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Il capo economista della BCE vede i benefici degli aumenti dei tassi in “incrementi minori”
Next Post New York Yankees e Los Angeles Fund si uniscono agli investitori del Milan