Gli esperti dell’OMS affermano che la ricerca urgente delle origini del Covid è “interrotta”

Gli scienziati dell’Organizzazione mondiale della sanità hanno affermato che la ricerca delle origini del Covid è in un momento critico. (un file)

Parigi:

Gli scienziati assegnati alla missione dalle Nazioni Unite hanno avvertito mercoledì che la ricerca delle origini della pandemia di Covid che ha ucciso milioni di persone e paralizzato le economie è in stallo anche con lo scadere del tempo.

Un rapporto iniziale di un team dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) basato su una missione di gennaio a Wuhan, in Cina, punto zero della pandemia globale, ha concluso che SARS-CoV-2 potrebbe essere passato dai pipistrelli all’uomo attraverso un animale intermedio.

Un’ipotesi concorrente che il virus sia trapelato da un laboratorio di virologia a Wuhan è stata ritenuta “altamente improbabile”.

Ma in un commento sulla rivista temperamento naturaLa missione, hanno detto gli scienziati, doveva essere solo un “primo passo in un processo in stallo”.

“La ricerca delle origini di SARS-CoV-2 è in un momento critico”, hanno scritto.

“La finestra di opportunità per condurre questa indagine critica si sta rapidamente chiudendo”.

Tracciare il percorso biologico fino alle prime sacche di malattia diventa più difficile man mano che le prove scompaiono o vengono danneggiate.

La dichiarazione arriva meno di due settimane dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità, nel tentativo di rilanciare l’indagine, ha esortato la Cina a consegnare informazioni sui suoi primi casi di COVID-19.

Gli esperti dell’OMS hanno affermato che questo dovrebbe includere i dati di Covid per 174 infezioni identificate nel dicembre 2019 che la Cina non ha condiviso durante l’indagine iniziale.

READ  Un uomo "scomparso" ubriaco si unisce alla squadra di ricerca per ritrovare se stesso, il che porta a un festival di meme

Gli investigatori dell’OMS hanno affermato che all’epoca era “convenuto” che una seconda fase di ricerca avrebbe colmato il divario.

Ma la Cina ha ritirato la richiesta dell’OMS all’inizio di questo mese, affermando che l’indagine di gennaio dovrebbe essere sufficiente e che le richieste di maggiori dati erano guidate dalla politica piuttosto che dalla scienza.

‘Rendimenti decrescenti’

Pechino è stata particolarmente turbata dal suggerimento che il virus possa essere sfuggito dal laboratorio di virologia di Wuhan.

Martedì, le agenzie di intelligence statunitensi hanno presentato al presidente Joe Biden un rapporto che esaminava sia le ipotesi di trasmissione animale che una “fuga di laboratorio”. I risultati sono stati descritti come inconcludenti.

Nel suo commento, il team dell’OMS ha osservato che i dati attuali non supportano lo scenario di fuoriuscita in vitro.

Nessuna delle sei priorità per ulteriori ricerche ha indicato questa possibilità.

Invece, gli scienziati hanno sottolineato la necessità di monitorare i primi casi di Covid attraverso la segnalazione delle malattie e le indagini sugli anticorpi, sia all’interno che all’esterno della Cina.

Hanno anche chiesto ulteriori indagini sugli allevamenti di animali selvatici e sui pipistrelli selvatici.

“Mentre gli anticorpi SARS-CoV-2 diminuiscono, raccogliere più campioni e testare le persone che potrebbero essere state esposte prima di dicembre 2019 porterà a rendimenti decrescenti”, hanno affermato.

Ha aggiunto che molti importanti allevamenti di animali selvatici per lo studio sono stati chiusi e il loro bestiame ucciso.

(Questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Saints Row sarà rilanciato a febbraio 2022
Next Post Call of Duty: Vanguard Next-Gen Gameplay è stato rivelato