Gli Emirati Arabi Uniti rilasciano la prima licenza di matrimonio civile per una coppia non musulmana | notizie dal mondo

Gli Emirati Arabi Uniti hanno rilasciato la loro prima licenza di matrimonio civile a una coppia non musulmana, hanno riferito i media statali lunedì, mentre lo stato del Golfo cerca di mantenere il suo vantaggio sui rivali regionali.

Gli Emirati Arabi Uniti – dove gli stranieri costituiscono il 90% della sua popolazione di circa 10 milioni – stanno lavorando per modificare le sue leggi per presentarsi come una forza modernizzante in una regione in gran parte conservatrice.

L’agenzia di stampa ufficiale degli Emirati (WAM) ha affermato che una coppia canadese è stata la prima a sposarsi in base a una nuova legge sullo status personale per i non musulmani nella capitale degli Emirati Arabi Uniti, Abu Dhabi.

WAM ha affermato che questo passaggio “contribuisce al consolidamento della posizione di Abu Dhabi come destinazione globale leader per competenze e competenze provenienti da tutto il mondo”.

Il matrimonio civile in Medio Oriente, culla dell’Islam, del cristianesimo e dell’ebraismo, è raro e di solito viene celebrato sotto l’autorità religiosa di una delle tre credenze monoteistiche.

Il matrimonio civile è consentito in Tunisia e Algeria.

Mentre alcuni paesi della regione consentono i matrimoni civili sulla base di determinate condizioni, alcuni riconoscono solo i matrimoni civili celebrati all’estero e altri non li riconoscono affatto.

Alla fine dello scorso anno, gli Emirati Arabi Uniti hanno rinnovato una serie di leggi in una campagna di liberalizzazione sociale progettata per affinare il proprio marchio progressista.

Ciò ha incluso la revoca del divieto alle coppie non sposate che vivono insieme, l’allentamento delle restrizioni sull’alcol e l’offerta di soggiorni a lungo termine.

READ  Statue della regina Vittoria e della regina Elisabetta II demolite e deturpate in Canada dai manifestanti contro il passato coloniale | notizie dal mondo

All’inizio di questo mese, gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato che sabato e domenica si sarebbero spostati in un fine settimana in stile occidentale.

Dal 1° gennaio 2022, gli Emirati Arabi Uniti diventeranno l’unico Paese del Golfo a non tenere i fine settimana dal venerdì, giorno di preghiera musulmana, al sabato.

La concorrenza sta ribollendo mentre la vicina Arabia Saudita, cercando di diversificare la sua economia dipendente dal petrolio, mira a trasformare la sua capitale, Riyadh, in un hub internazionale.

L’Arabia Saudita ha revocato il divieto alle donne di guidare e ha allentato il rigoroso codice di abbigliamento islamico.

Riyadh ha dichiarato l’anno scorso che non firmerà contratti con società con sedi regionali al di fuori del regno.

Baldovino Fiorentini

"Scrittore impenitente. Appassionato di bacon. Introverso. Malvagio piantagrane. Amico degli animali ovunque."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post Mamma orsa, 3 cuccioli in un albero laterale; Residenti avvisati
Next Post Con l’avvicinarsi del 2022, ecco alcune previsioni del famoso astrologo Nostradamus per il futuro