Gli adulti non vaccinati di età superiore ai 50 anni hanno 17 volte più probabilità di morire rispetto alle loro controparti vaccinate

La contea di Los Angeles riporta 2.781 nuovi casi COVID-19 e 10 ulteriori decessi domenica, sebbene i funzionari sanitari abbiano affermato che il numero di casi e decessi potrebbe riflettere ritardi nei rapporti del fine settimana.

In una piccola buona notizia, il numero di pazienti affetti da coronavirus negli ospedali della contea è sceso per il quarto giorno consecutivo, passando da 1.746 sabato a 1.722, secondo i numeri statali. Quel numero era 1786 giovedì. Tuttavia, domenica c’erano 439 pazienti con coronavirus in terapia intensiva, rispetto ai 435 del giorno prima.

Secondo il Dipartimento di sanità pubblica della contea di Los Angeles, gli ultimi dati portano il totale della contea a 1.383.186 casi e 25.071 morti dall’inizio della pandemia.

Sabato, il dipartimento ha ricordato nuovamente ai residenti che le persone vaccinate sono più protette dagli esiti negativi sulla salute se contraggono il virus.

“Tutti coloro che non sono stati ancora vaccinati devono sapere che non hanno la stessa protezione delle persone che sono state vaccinate”, ha affermato Barbara Ferrer, direttore della sanità pubblica.

A partire dal 7 agosto, gli adulti non vaccinati di età compresa tra 18 e 49 anni avevano 25 volte più probabilità di essere ricoverati in ospedale con COVID-19 rispetto agli adulti vaccinati della stessa età. Non è facile quantificare quanto spesso questa popolazione non vaccinata abbia maggiori probabilità di morire a causa della malattia perché “non ci sono stati quasi decessi in individui vaccinati di questa fascia di età”, secondo i funzionari della sanità pubblica.

READ  PENNSYLVANIA pubblica nuovi dati sul COVID-19

Imparentato: Le maschere all’aperto non saranno richieste nei parchi a tema sotto il mega ordine dell’evento della contea di Los Angeles

Nel frattempo, gli adulti non vaccinati sopra i 50 anni avevano circa dieci volte più probabilità di essere ricoverati in ospedale rispetto ai loro omologhi vaccinati e 17 volte più probabilità di morire.

“Anche se i vaccini non sono perfetti e molti di noi potrebbero conoscere qualcuno che è stato completamente vaccinato e ha contratto il COVID, tutti e tre i vaccini continuano a fare ciò di cui abbiamo disperatamente bisogno: proteggono dai peggiori esiti del COVID-19 e consentono ai nostri ospedali e cliniche per continuare a fornire una gamma completa di servizi per tutti coloro che hanno bisogno di assistenza sanitaria”.

I dati più recenti mostrano che il 73% della popolazione della contea di età pari o superiore a 12 anni ha ricevuto almeno una dose del vaccino. Del totale della contea di 10,3 milioni di residenti, compresi i troppo giovani per poter beneficiare dell’iniezione, il 63% ha ricevuto almeno una dose e il 55% è stato completamente vaccinato.

“Con quasi 3 milioni di residenti nella contea di Los Angeles di età pari o superiore a 12 anni che non hanno ricevuto una vaccinazione, il loro viaggio verso la guarigione potrebbe essere compromesso”, ha affermato.

Sabato il bilancio delle vittime cumulative nella contea di Los Angeles è salito a 25.061.

Ci sono 1.775 persone con COVID-19 attualmente in ospedale in tutta la contea, il 24% delle quali si trova in unità di terapia intensiva.

Imparentato:

“Mentre il più alto tasso di ospedalizzazione è tra gli anziani non vaccinati di età superiore ai 50 anni, i ricoveri ospedalieri nei giovani adulti non vaccinati di età compresa tra 18 e 49 anni sono aumentati del 226% dal 7 luglio”, ha affermato Ferrer.

READ  Misteriose tracce sul fondo dell'oceano mostrano spugne nell'Artico mentre navighi

“Per gli adulti non vaccinati, i tassi di ospedalizzazione tra gli adulti vaccinati di tutte le età rimangono molto bassi. I dati continuano a mostrare quanto bene le persone vaccinate siano protette da scarsi risultati. La nostra massima priorità è vaccinare coloro che non sono ancora stati vaccinati”, ha affermato.

Ricevi le tue migliori notizie ogni giorno! registrare per La newsletter Fast 5 di FOX 11. Ricevi avvisi sulle ultime notizie nell’app FOX 11 News. scarica per iOS o Android.

Ha anche affermato che si aspetta che il numero di nuovi casi giornalieri rimanga elevato nelle prossime settimane a causa dell’aumento dei test richiesti in molte scuole e aziende.

Il ministero della Salute venerdì ha ricordato ai residenti di sottoporsi a test se sviluppano sintomi o sono stati esposti al virus, anche se sono stati completamente vaccinati. Queste persone devono anche isolarsi dagli altri in attesa dei risultati dei test, secondo la contea.

La contea ha anche esortato le persone a collaborare con i traccianti di contatto, che entrano in contatto con coloro che sono risultati positivi o sono stati esposti al virus. Il tracciamento dei contatti è fondamentale per identificare le persone che potrebbero essere state esposte al virus a loro insaputa e per contenere potenziali focolai. Gli strumenti di tracciamento dei contatti possono anche fornire informazioni sull’isolamento e la quarantena e su come accedere a servizi e fornitori.

Le chiamate dagli strumenti di tracciamento dei contatti sui telefoni verranno visualizzate come “LA Public Health” o 833-641-0305.

Le persone che sono risultate positive al test COVID-19 ma non hanno ricevuto una chiamata dai traccianti dei contatti sono invitate a chiamare il numero 833-540-0473.

READ  Dentro le gravi conseguenze degli errori spaziali della Russia

Seguici su FOX 11 Los Angeles per le ultime notizie della California meridionale.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Il proprietario di Goal.com raggiunge il miglior sito di calcio d’Italia
Next Post L’influente rockstar americana Don Everly, degli Everly Brothers, è morta all’età di 84 anni