Giornata Mondiale delle Competenze Giovanili: I Salesiani forniscono oltre 1.000 scuole di formazione in tutto il mondo – in tutto il mondo

Missioni Salesiane mette in evidenza programmi di formazione tecnica e professionale che cambiano la vita per i giovani poveri

(Missione Newswire) Missioni SalesianeDon Bosco, il braccio statunitense per lo sviluppo dei Salesiani, si unisce alle organizzazioni umanitarie e alla comunità internazionale per celebrare la Giornata Mondiale delle Competenze Giovanili, che si celebra ogni anno il 15 luglio dal 2014. Le Nazioni Unite hanno designato questa giornata come un modo per realizzare una maggiore consapevolezza e discussione sull’importanza della TVET e sullo sviluppo di altre competenze rilevanti per le economie locali e globali.

Il tema della Giornata mondiale delle competenze giovanili di quest’anno è “Ripensare le competenze giovanili dopo la pandemia” e si concentra sul mutevole panorama della formazione tecnica e professionale (TVET). L’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, ha osservato che “sebbene le vaccinazioni offrano qualche speranza, la TVET ha ancora molta strada da fare verso la guarigione, in particolare in quei paesi che continuano a soffrire di epidemie. Le competenze dei giovani sono un insieme di problemi non comuni derivanti da una crisi in cui la formazione è stata interrotta in modo quasi senza precedenti su scala globale”.

Le Nazioni Unite hanno aggiunto che “la TVET ha un ruolo chiave da svolgere nel migliorare la resilienza giovanile. È essenziale che tutte le parti interessate garantiscano la continuità dello sviluppo delle competenze e forniscano programmi di formazione per colmare le lacune nelle competenze. Le soluzioni devono essere reinventate in modo da tiene conto non solo delle realtà del presente, ma anche dell’intera gamma di possibilità per il futuro”.

Salesian è il più grande fornitore unico al mondo di formazione tecnica e professionale. Offrono più di 1.000 scuole professionali, tecniche, professionali e agricole in tutto il mondo. Questa formazione fornisce ai giovani competenze pratiche per prepararsi al lavoro e li aiuta a condurre una vita produttiva diventando adulti contributori nelle loro comunità. Questi programmi vanno oltre l’istruzione. Aiuta anche i giovani a stabilire connessioni all’interno delle industrie e li prepara al processo di ricerca, ricerca e mantenimento di posti di lavoro.

READ  Capri, l'isola blu d'Italia, sta emergendo dalla pandemia del blues

“Sappiamo che l’accesso all’istruzione pone le basi per un futuro migliore per tutti i giovani e il lavoro deve continuare anche di fronte a una crisi sanitaria globale”, ha affermato padre Jos Pike, Direttore delle Missioni Salesiane. “In molti Paesi del mondo dove la povertà è alta e l’accesso all’istruzione non è universale, è fondamentale che i missionari salesiani continuino a fornire formazione tecnica e professionale al maggior numero possibile di giovani per garantire loro un’occupazione stabile a lungo termine. “

Per celebrare la Giornata Mondiale delle Competenze Giovanili 2021, Missioni Salesiane è orgogliosa di mettere in evidenza l’istruzione tecnica e professionale che fornisce istruzione che cambia la vita e formazione professionale per i giovani poveri e a rischio.

Italia

Collaborazione tra la Scuola Salesiana di Formazione Professionale di Sesto San Giovanni, comune di Milano, ItaliaLa Yamaha Motor Italia che è stata costruita durante l’anno scolastico 2019-20 ha già avuto un impatto positivo. Sebbene entrambe le organizzazioni abbiano dovuto affrontare sfide durante la chiusura, due dei diplomati del programma hanno iniziato a lavorare per i concessionari ufficiali Yamaha.

Il programma fornisce corsi di formazione automobilistica che soddisfano gli standard Yamaha. Gli studenti possono quindi accedere ai corsi di formazione sul lavoro con i concessionari Yamaha. Dopo la laurea, vengono spesso offerti corsi avanzati presso Yamaha e lavorano presso le concessionarie.

La partnership con Yamaha è il principale programma di apprendistato presso la Scuola di Formazione Professionale Salesiana. Il preside Francesco Cristenelli ha osservato: “I giovani hanno l’opportunità di accedere a officine automobilistiche all’avanguardia e lavorare sull’ultima generazione di veicoli a marchio Yamaha. Poi i migliori, come Marco e Michele, hanno l’opportunità di costruire il loro futuro all’interno di concessionarie di prim’ordine.”

READ  Il sondaggio mostra che i lavoratori della Generazione X sono i più colpiti dalla disoccupazione durante il COVID-19

Filippine

Centro Tecnologico Agro-Meccanico Don Bosco (localmente conosciuto come Don Bosco Legazpi), situato a Banquerohan, Legazpi City, FilippineAiutare una nuova generazione di agricoltori a prepararsi per il futuro. L’età media degli agricoltori nel paese è di 57 anni e i giovani hanno una reale possibilità di ottenere un lavoro stabile e avere un impatto sull’agricoltura nelle loro comunità.

Don Bosco Legazpi è un istituto tecnico professionale che offre formazione professionale e un programma di sviluppo agricolo per aiutare i giovani e gli agricoltori locali a diventare autosufficienti. Nell’ambito del centro, i Salesiani possiedono sette ettari di terreno per la produzione agricola, conosciuti come Don Bosco Demonstration Ranch. Nella fattoria i Salesiani insegnano la produzione agricola e il corretto uso delle attrezzature agricole.

C’è anche una cooperativa agricola polivalente Don Bosco che facilita la microfinanza per gli agricoltori e coordina l’uso di trattori e altri macchinari per la preparazione del terreno, la semina, il diserbo, la commercializzazione e la formazione. Parte della produzione agricola è l’allevamento di maiali e polli. Attualmente i Salesiani dispongono di strutture per 14 semi e 2 edifici per 1000 polli. I polli producono uova da vendere per generare reddito come parte di un programma di formazione all’imprenditorialità.

Sudan del Sud

Studenti che frequentano il Centro di Formazione Professionale Don Bosco di Juba, Sudan del Sud, sono state assegnate borse di studio per aiutare a sostenere i costi della loro istruzione e proseguire gli studi grazie al finanziamento dei donatori delle Missioni Salesiane. Le borse di studio, che si concentrano principalmente su studentesse, coprono il 50 percento delle tasse universitarie della scuola, rendendo più facile per le giovani donne ottenere un’istruzione.

Uno degli studenti, Ayani Pamela, ha dichiarato: “Questo programma mi ha dato il coraggio di tornare a scuola dopo aver completato gli studi secondari. Non ho potuto continuare a studiare a causa di problemi finanziari. Dopo aver notato che le donne avevano avuto questa opportunità, sono stato entusiasta del fatto che ora fosse accessibile per me. me. Questo programma ha contribuito molto alla mia vita personale permettendomi di acquisire conoscenze e abilità. Senza di loro, non riesco a immaginare come avrei continuato la mia formazione o trovato un buon lavoro. “

READ  Le sette maggiori economie del mondo hanno deciso di interrompere il finanziamento del carbone entro la fine dell'anno

John Garry, insegnante presso il Centro di formazione professionale Don Bosco, ha osservato che il centro e l’istruzione fornita hanno un ruolo nel cambiare la vita dei giovani in molti modi. Ha detto: “Una delle cose positive che ho visto da quando sono entrato a far parte del centro nel 2015 è lo sconto del 50% sulle tasse scolastiche/borse di studio dato alle studentesse. Questo ha incoraggiato più giovani donne a ricevere un’istruzione. Ha anche incoraggiato le famiglie , che di solito non apprezza l’educazione delle ragazze mandando le figlie a scuola.

Andare

Bosco Global, un’organizzazione salesiana spagnola, con il sostegno del Comune di Malaga, gestisce il Centro di Educazione e Formazione Foyer Jean XXIII a Cara, Andare. Questo centro fornisce istruzione e sostegno a 183 giovani a rischio di esclusione sociale.

Il centro assicura che i giovani ricevano un’istruzione e trovino e mantengano un lavoro. La maggior parte dei giovani del programma ha abbandonato la scuola, ma ora segue corsi e laboratori di cucina/pasticceria, taglio e cucito. Al termine dei corsi, i giovani ricevono un diploma riconosciuto dallo Stato che facilita il loro ingresso nel mercato del lavoro.

Il centro adatta inoltre i suoi corsi alle esigenze degli studenti e dell’economia locale, garantendo che i giovani ricevano i tirocini e la formazione professionale di cui hanno bisogno per applicare le competenze apprese in aula.

A Kara molti giovani non hanno accesso all’istruzione e la disoccupazione giovanile è molto alta. La maggior parte dei giovani ha lavori non qualificati e condizioni di lavoro precarie, che li rendono più vulnerabili. A volte un’educazione salesiana è l’unica educazione a cui possono accedere per diventare membri produttivi della loro comunità.

Elma Zito

"Esperto di cibo per tutta la vita. Geek di zombi. Esploratore. Lettore. Giocatore sottilmente affascinante. Imprenditore. Analista devoto."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post La NASA identifica la “possibile causa” del malfunzionamento del telescopio Hubble
Next Post Joke Peterson Trade: Braves compra dai cuccioli per 1B price ball