Gino Cecchettin: «L’ultimo abbraccio a Giulia nella bara. I genitori di Filippo? Una disgrazia forse più… – Buzznews

“Giulia, la vittima di femminicidio, ricordata dal padre come una figlia ideale, all’insegna dell’amore per lo studio e la cura per gli altri. Il sogno di diventare illustratrice e la passione per i libri di Jane Austen. Gino, il padre di Giulia, condivide alcuni dei momenti più preziosi vissuti con sua figlia. Giulia era una ragazza responsabile e riflessiva, che aveva bisogno di tempo e supporto per prendere decisioni importanti. Il padre rivela il giudizio condiviso da sua figlia maggiore su Filippo, l’ex compagno di Giulia. Gino si sveglia la sera della tragedia senza sospettare nulla, mentre Giulia non è ancora tornata a casa. Il padre esprime il desiderio di mantenere intatta la casa, luogo in cui ancora vivono tutti i membri della famiglia, ma sottolinea l’importanza di non dimenticare e di combattere contro il femminicidio. Gino prova tristezza e compassione per la disgrazia subita dai genitori di Filippo. Si impegna a dedicare la sua vita alla prevenzione di altri casi come quello di Giulia, attraverso l’educazione e la promozione dell’impegno civico. Il padre ricorda l’ultimo saluto a Giulia, toccando la sua gamba e sentendola vicina a lui. Visita la stanza di Giulia, rimasta disordinata dal sabato mattina, ed è commosso quando sente il profumo di uno dei suoi vestiti. La casa di Vigonovo è permeata da una sensazione di luce che proviene dalla stanza di Giulia e si diffonde ovunque.”

READ  Mestre, un bus di turisti stranieri cade da un cavalcavia: 21 morti e 15 feriti | Lincidente forse causato da un malore dellautista - Buzznews

Emanuele Schiavone

"Appassionato ninja della birra. Risolutore di problemi estremi. Pensatore. Appassionato di web professionista. Avido comunicatore. Piantagrane hardcore. "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *